Come visitare Ferrara in un giorno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Abbiamo un solo giorno di vacanza e decidiamo di andare a Ferrara? Sicuramente il tempo è poco per visitare il comune italiano, capoluogo della provincia in Emilia Romagna, ma non dimentichiamo che la città venne considerata dagli studiosi la prima città moderna d'Europa e l'UNESCO le ha conferito il titolo di patrimonio mondiale dell'umanità per la prima volta nel 1995, come città del Rinascimento e successivamente, nel 1999, ricevette un successivo riconoscimento per il delta del Po e le delizie estensi. Vediamo quindi come visitare Ferrara in un giorno.

29

Occorrente

  • Scarpe comode
  • Mappa della città
39

Palazzina Marfisa D'Este

Esempio di residenza signorile del XVI secolo la Palazzina Mardisa D'Este è uno tra i palazzi storici di Ferrara. Costruito nel 1559, era di proprietà di Francesco D'Este, poi ereditato dalla figlia Marfisa che vi abitò fino alla morte. L'interno è decorato con affreschi sui soffitti ed è così costituito: Sala delle Imprese (contenente affreschi di imprese eroiche), Loggetta dei ritratti (contenente alcuni ritratti di Francesco e Marfisa da bambini), Sala di Fetonte (contenente un lavabo scolpito in pietra e un ritratto dell'ultima duchessa di Ferrara), Sala dei Banchetti (contenente arredamento tipico di una sala da pranzo), Studiolo (contenente mobili del XVI e XVII secolo), Sala Grande (contenente due credenze da sacrestia), Sala del Camino (contenente un camino monumentale) e loggia (affrescata a finto pergolato). Per tariffe, orari e biglietti è possibile consultare l'apposito sito.

49

Castello Estense

Sicuramente il monumento più rappresentativo di Ferrara è il castello Estense o castello di San Michele (in quanto la prima pietra fu posata simbolicamente il giorno di San Michele, il 29 Settembre). Sorto nel 1385, il castello era uno strumento di controllo politico e militare. Al piano terra troviamo le cucine ducali, le prigioni e la sala del Cordolo mentre salendo al primo piano vi è il cosiddetto "Piano dei nobili", costituito dalla "Loggia degli Aranci" detto "Giardino pensile", dal camerino dei baccanali, dalla cappella ducale, dalla sala dell'Aurora, dalla saletta e salone dei giochi, dall'appartamento della pazienza, dall'anticamera della galleria, dalla Sala di Ettore e Andromaca, dalla torre di San Paolo, dall'anticamera e sala del governo, dalla sala della devoluzione, dalla sala dei paesaggi ed infine dalla sala degli stemmi e sala dei comuni. Per tariffe, orari e biglietti è possibile consultare l'apposito sito.

Continua la lettura
59

Palazzo dei Diamanti

Uno dei più celebri monumenti di Ferrara e del Rinascimento Italiano è il Palazzo dei Diamanti. Progettato nel 1492, la costruzione avvenne tra il 1493 e il 1503 e l'edificio fu modificato tra il 1567 e il 1570. L'architettura dell'edificio è abbastanza particolare in quanto all'esterno è caratterizzata dal bugnato a forma di punte di diamante. All'interno dell'edificio troviamo un cortile rinascimentale con chiostro e pozzo di marmo. Al piano inferiore vi è uno spazio espositivo che ospita mostre di alto livello mentre nel "Piano dei nobili" troviamo la Pinacoteca Nazionale che raccoglie opere di artisti ferraresi e non solo. Per tariffe, orari e biglietti è possibile consultare l'apposito sito.

69

Cattedrale di San Giorgio

Principale luogo di culto cattolico di Ferrara, la cattedrale di San Giorno sorge al centro della città, di fronte al Palazzo Comunale. L'edificio non è più una chiesa parrocchiale ma è sede di tutte le celebrazioni più importanti. Costruita nel XII secolo, nella cattedrale è sepolto papa Urbano III. Nell'esterno troviaamo marmo bianco a tre cuspidi con logge, arcatelle e rosoni. Nel fianco meridionale troviamo altre due logge con colonnette dove sono scolpiti soggetti diversi; sul lato sud vi è il campanile rinascimentale e nellazona absidale vi sono archi in cotto e capitello di marmo. Di particolare importanza all'interno della Cattedrale sono l'organo maggiore, costruito nel 1967 a trasmissione integralmente elettrica e l'organo della Cappella di Santa Maria delle Grazie (prima cappella laterale di destra) a trasmissione integralmente meccanica. Per tariffe, orari e biglietti è possibile consultare l'apposito sito.

79

Orto botanico dell'Università di Ferrara

Istituzione del Sistema Museale dell'Università di Ferrara, l'Orto botanico è posizionato nel giardino del Palazzo Turchi di Bagnol. Fondato nel 1771, la zona dedicata all'esposizione all'aperto delle piante ricopre un'area di 4500 mq ospitando quindi 700 specie circa. Le aree espositive si suddividono in tre sezioni dedicate alle tipologie di piante: area sistematica (piante suddivise in base alle classificazioni per gruppo di appartenenza), area delle piante utili (piante suddivise in base all'utilità per l'uomo), area dei giardini a terra (comprendente piante ornamentali suddivise in giardini tematici). Oltre alle aree tematiche troviamo tre serre nelle quali vi sono piante importante per studi e ricerche che, nella bella stagione vengono spostate nelle aree espositive creando un'ulteriore sezione detta delle piante esotiche. Per tariffe, orari e biglietti è possibile consultare l'apposito sito.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prenotare con largo anticipo ci permetterà di organizzare il tour e usufruire di qualche sconto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Cosa vedere a Ferrara in bicicletta

Tra le tante città italiane che offrono la possibilità di essere visitate in bicicletta, Ferrara occupa senza dubbio un posto di rispetto. Questa città non solo possiede un patrimonio artistico e culturale che non invidia quello di città come Firenze...
Italia

10 città italiane da visitare in un week end

Molti italiani lavorando tutto l'anno, non hanno molto tempo da dedicare alle ferie o alle lunghe vacanze da concentrare in estate, e così si ritagliano, durante l'anno e tra una settimana di lavoro e l'altra, un piccolo spazio di relax da poter concentrare...
Italia

Emilia Romagna: come muoversi e cosa visitare

In questa guida vi verrà spiegato come muoversi e cosa visitare in Emilia Romagna. Partiamo innanzitutto col dire che l'Emilia Romagna è una delle 20 regioni italiane più belle in assoluto. Infatti, l'Emilia Romagna è una regione davvero piena di...
Italia

Luoghi da visitare in Romagna

La Romagna è una terra nota per la sua ospitalità e la sua buona cucina, ma è anche il luogo in cui è possibile trovare delle città d'arte perfettamente conservate e una natura verdeggiante custodita attraverso i parchi e le riserve della regione;...
Italia

Luoghi da visitare in Val Badia

L'Alta Badia, meravigliosa valle soleggiata incastonata nella parte sud-orientale dall’Alto Adige, si estende per circa 16 km; per gli amanti della montagna e della natura incontaminata, l’Alta Badia è tra i posti da visitare assolutamente. Val...
Italia

Cosa visitare nella provincia di Bologna

Bologna, capoluogo dell'Emilia-Romagna, è una tra le città più belle e vale veramente la pena andarla a visitare. I periodi migliori per visitare la città sono sicuramente i mesi estivi, infatti durante i tre principali mesi di estate molte sono le...
Italia

Come visitare il Parco Nazionale della Sila

Il mondo è ricco di luoghi meravigliosi e paesaggi mozzafiato che vale la pena di visitare almeno una volta nella propria vita. Tra le tantissime cose che è possibile vedere, un ruolo di primo piano è riservato senza dubbio al Parco Nazionale della...
Italia

10 posti da visitare in Lombardia

Viaggiare è il modo migliore per scoprire, per conoscere, per vedere quello che si trova al di fuori delle mure domestiche. Poter apprendere direttamente dall'esperienza personale è un ottimo modo per imparare, quindi potrebbe essere opportuno scoprire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.