Come visitare Gand in 3 giorni

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Gand (in olandese Gent) è un bellissimo paesino del Belgio a circa un'ora di treno da Bruxelles che è facilmente visitabile in alcuni giorni e che presenta bellezze architettoniche dichiarate patrimonio dell'umanità dall'Unesco. In questa guida vedremo come visitare Gand in 3 giorni senza perdere nulla!

27

Occorrente

  • Scarpe comode
  • Ombrello o mantella
37

Il viaggio

Come precedentemente accennato, Gand è a circa un'ora di treno da Bruxelles. La capitale ha ben due aeroporti. Il primo, l'Aeroporto di Bruxelles (BRU) ha un servizio treno che in meno di un'ora collega il terminal con il piccolo paesino fiammingo. La stazione dove si arriva, strano a dirsi, non è effettivamente nel centro del paese ma a circa 15 minuti di cammino! In alternativa, se atterrate all'aeroporto di Charleroi (CRL), potete usufruire di un servizio navetta che collega il terminal alla stazione di Gand. Questo viaggio durerà però almeno 1 ora e mezza.

47

Primo giorno

Il primo giorno può essre dedicato alla visita del centro ed i suoi luogihi principali come la Cattedrale di San Bavone, con la sua facciata imponente, la sua architettura sontuosa e i suoi dipinti straordinari. Prendetevi poi tutto il tempo che vi serve per ammirare un capolavoro assoluto dell'arte fiamminga: il Polittico dell'agnello mistico di Jan van Eyck. Salite poi sulla torre Belfort dalla quale avrete una vista magnifica del centro della cittadina.

Continua la lettura
57

Secondo giorno

Dedicate il secondo giorno della vostra visita ad esplorare il cuore medioevale della cittadina. Svegliatevi presto e calzate scarpe comode per la visita del centro storico, che sorge su un piccolo arcipelago di isole fluviali. Primo tra tutti a rapire la nostra attenzione è il Castello dei Conti edificato nel XI secolo, seguono le Chiese di San Nicola e di San Giacomo, il Palazzo del Comune e il Museo di Belle Arti. Se potete, fermatevi per una piccola pausa in uno dei deliziosi bistrot di città, e gustate una delle innumerevoli birre presenti ed offerte a Gant. In particolare, assaggiate la birra che richiama il nome del drago dorato presente sulla torre Belfort.

67

Terzo giorno

C'è un monumento a cui dovrete dedicare un'intera giornata: si tratta del solenne Castello dei Conti di Fiandra antica dimora dei castellani di Gand, la cui costruzione risale al 1180 per volontà di Filippo di Alsazia. Tuttavia, del progetto originario è rimasto ben poco, visto che il castello è stato completamente restaurato nel XIX e nel XX secolo. L'edificio ha per tutto il medioevo rappresentato il centro di potere della città ed era odiato e malvisto dalla popolazione che lo chiamava Castello di Gerardo il diavolo. Anche per via della sua fama, il castello ospita oggi nei suoi spazi un interessante museo sugli strumenti di tortura, oltre che l'Archivio di Stato. Nella piazza antistante il castello si erge la statua di Lieven Bauwens, che introdusse il processo della filatura meccanica in Europa, che fece la fortuna di Gand, rivoluzionandone le sorti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Belgio: cosa vedere

L'Europa è piena di cose bellissime da vedere, posti meravigliosi, paesi ancora incontaminati e dalla natura bellissima, e popolazioni ospitali e curiose da conoscere. Il Belgio è uno di questi paesi e oltre ad essere bello è ancora tutt'oggi piuttosto...
Europa

5 mete da visitare in Europa

L'europa è la culla di moltissime nazioni e precisamente città da visitare. Le migliore molte volte sono quelle che sono poco nominate o poco conosciute dalle persone che sono lontane dalle mete nominate ogni qualvolta si voglia fare un viaggio. Infatti...
Europa

Belgio: i migliori percorsi in mountain bike

Il Belgio è uno degli Stati europei (ma si potrebbe dire mondiali) con le migliori piste ciclabili. Il suo paesaggio è invidiabile e ricorda tanto le zone costiere olandesi quanto le vaste distese verdi del Nord della Francia. Una vacanza in queste...
Europa

Belgio: cosa visitare

Oggi ci occupiamo di un piccolo gioiello europeo, uno di quei paesi spesso sottovalutato che viene messo da parte a favore delle grandi città, delle metropoli. Parliamo del Belgio, situato tra Francia, Germania e Paesi Bassi, fa non poca fatica ad emergere...
Europa

10 cose da vedere in Belgio

Nella guida che svilupepremo a breve, ci concentreremo sul fattore geografico e culturale, spostandoci in Belgio e cercando di farvi percorrere questo relativamente piccolo Stato, dandovi alcuni suggerimenti relativi alle mete e alle cose da visitare....
Europa

5 località dove trasferirsi in Europa

Sono sempre di più i giovani italiani che a causa della crisi economica e lavorativa che pervade l'Italia scelgono di migrare, alcuni in Europa, altri in Asia e in America, per dare una svolta alla propria esistenza. In questa breve guida elencheremo...
Europa

Come visitare il castello di Chambord

Durante la sua gioventù, il re Francesco I amava cacciare nelle foreste della Sologne, così nel 1519, ordinò la costruzione di questo grandioso ed imponente castello: la maggiore residenza reale dell'epoca, destinata a mettere in ombra ogni altra...
Europa

Come raggiungere Amsterdam da Bruxelles

Bruxelles è una capitale europea che offre numerosi siti storici e un'esperienza gastronomica imbattibile, Amsterdam potrebbe essere preferita invece, da coloro che amano fare festa e che hanno stili di vita alternativi. C'è un comodo treno InterCity...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.