Come visitare Giarratana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Giarratana è situata in Sicilia, è un comune di 3.411 abitanti della provincia di Ragusa, ed è il più piccolo comune della provincia. Ha un clima mitigato dalla presenza di un anello di colline attorno. Posto sulle pendici del Monte Lauro, dista una ventina di chilometri da Ragusa. Gli abitanti si chiamano giarratenesi. Attraverso questa guida potete conoscere come visitare questo posto favoloso.

26

Occorrente

  • Automobile
36

Il nome precedente al terremoto del 1693 era Cerretanum Jarratanae. L'antico centro abitato oggi chiamato Terravecchia era più a Nord, in prossimità del Monte Lauro. In seguito al terremoto del 1693, la nuova Giarratana venne ricostruita più a sud. Il 26 agosto 1693 nacque ufficialmente la nuova Giarratana.

46

Le famiglie benestanti di Giarratana furono: Barone (di nobili origini), Dell'agli, Calafato e Cannizzo. Quasi totalmente agricola, con produzione di frumento, olio, legumi, mandorle e soprattutto, molto importante, la produzione di cipolle bianche a cui è dedicata una festa. Infatti nel periodo estivo viene organizzata la sagra della cipolla bianca, unica del suo genere di forma molto schiacciata e dolce; essa viene cucinata e servita nelle vie del paese sia cruda che cotta insieme al formaggio e il vino. Tipico il torrone bianco, che si produce anche nelle varietà ricoperte di cioccolata bianca e scura.
Nel periodo Natalizio nel paese di Giarattana, i suoi cittadini diventano attori per la manifestazione del presepe vivente, ricreando nelle vie del paese il periodo della fine dell'ottocento e inizio del novecento, utillizando le cannelle e gli costumi dell'epoca, e i mestieri di quel periodo tipicamente rurale e artigianale. Un bellissimo spettacolo da vedere, soprattutto nella notte di Natale dove viene organizzata una fiaccolata umana fino al monte del paese.

Continua la lettura
56

A Giarratana oltre a visitare il centro storico del paese possiamo amirare la Chiesa di San Bartolomeo costruita nel XVIII secolo ed è situata sul corso XIX Settembre, all'interno possiamo osservare gli antichi e numerosi affreschi coevi, ed è il patrono del paese, la chiesa madre dedicata all'Annunziata e a San Giuseppe, costruitta nel XVIII secolo, presenta una facciata Tardorinascimentale e all'interno si trovanno opere di artisti locali, la Basilica di Sant'Antonio costruita nel XVIII secolo in stile Barocco, all'interno è decorata da preziosi stucchi dorati, i ruderi del Castello dei Settimo del 1703, la Villa romana presso la contrada "orto mosaico", Il parco di Calaforno, il Palazzo Barone, il sito archeologico di "Terravecchia", la chiesetta bizantina ed il castello in contrada monterotondo,.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per visitare questi bellissimi posti vi consiglio, se è possibile usare l'auto per spostarvi senza problemi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare Lisbona

Con il periodo estivo che è alle porte le capitali europee sono ormai le mete più ambite da chi ha voglia di fare un viaggio. Una delle mete più belle che ci sono da visitare è proprio Lisbona, cioè la capitale portoghese. Lisbona è una città dalle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare Madrid in 3 giorni

Se si decide di visitare una capitale europea in un weekend lungo, cioè di tre giorni, ci affanniamo a vedere tutto quello che il limitato tempo disponibile ci concede. Madrid è certamente una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo, sia...
Europa

5 cose da visitare a Casablanca

Casablanca, con i suoi 3 milioni di abitanti, è la più grande città del Marocco e la più moderna. Verrete infatti affascinati dalle architetture moderne che più di ogni altra cosa la caratterizzano. Seguite questa guida prima di visitare Casablanca...
Europa

Come visitare Empoli

La regione Toscana, oltre alla rinomata Firenze, presenta tante altre città molto importanti, tra cui Pisa ed Empoli. Quest'ultima è riconosciuta per la presenza di industrie sia vetraie che tessili. A tal proposito, di seguito approfondiremo proprio...
Europa

Le migliori città europee da visitare

Partire per uno splendido viaggio assieme ai nostri amici od assieme ai nostri famigliari, è un qualcosa di molto divertente e di entusiasmante. Se abbiamo scelto come meta per il nostro viaggio l' Europa, nulla è meglio del visitare le migliori città...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.