Come visitare i dintorni di Arzachena: Nuraghe di Albucciu e Tempietto di Malchittu

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Arzachena è uno splendido comune nella provincia di Olbia-Tempio, in Sardegna. È il terzo centro più popoloso della Gallura e fra i suoi tesori più belli vi è la campagna circostante. È possibile trovare tra la natura inestimabili tesori storici, come decine di nuraghe e tombe dei giganti. Questi caratteristici monumenti archeologici tipici dell'Isola sono disseminati nei dintorni verdeggianti della regione. Se amate visitare le antiche bellezze dei luoghi, non perdetevi Arzachena e due tra le sue principali attrazioni: il nuraghe di Albucciu e il Tempietto di Malchittu.

25

Occorrente

  • Cartina della Sardegna o navigatore GPS.
  • Macchina fotografica per immortalare questi splendidi tesori del mondo antico.
35

Il nuraghe più vicino alla città si trova nella zona periferica di Arzachena, in direzione di Olbia. A circa tre chilometri a sud del centro abitato un cartello indica la presenza del nuraghe Albucciu. Questo complesso nuragico comprende, oltre al nuraghe, un villaggio di capanne e una tomba dei giganti di recente scoperta, conosciuta come "Tomba Moru". Il sito risale all'età del bronzo e i ritrovamenti di origine punica indicano attività anche in epoche successive a quella nuragica.

45

A breve distanza dal nuraghe Albucciu potrete trovare e visitare il complesso nuragico di Malchittu. L'edificio più importante del complesso è il tempietto, dalla struttura molto originale rispetto agli altri tempietti dell'isola. È presente anche un nuraghe, quasi del tutto crollato. Il tempietto dovrebbe risalire al 1500 a. C. E presenta una pianta singolare, con un profilo arrotondato simile all'abside tipica dell'architettura romana. All'interno è ancora presente un antico altare per le offerte agli dei. È diviso in due ambienti, dove l'atrio immette ad una camera più ampia. Nel complesso il tempio di Malchittu è lungo ben 14 metri e largo 6.

Continua la lettura
55

Oltre a questi siti archeologici di estremo valore troverete altre tombe dei giganti, presenti in gran numero su questi territori. Per esempio potrete raggiungere la località di "li Lolghi" a circa 3 chilometri da Arzachena verso Calangianus, lungo la strada statale 427. In cima ad una collina troverete una tomba dei giganti in ottimo stato di conservazione, nonostante risalga al 1800 a. C. Ma di maggiore impatto è senza dubbio la Tomba di Coddu Vecchju, con la sua maestosa stele granitica che supera i 4 metri di altezza. Potrete trovarla nella località dallo stesso nome nei pressi di Arzachena. Insieme ai già visti Albucciu e Malchittu rappresenta uno dei siti più importanti della Gallura.
Con questo terzo e ultimo passo chiudiamo qui la guida su come visitare i dintorni di arzachena.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Il Nuraghe Athetu in Sardegna

Il periodo della civiltà nuragica fu un caposaldo della storia della Sardegna, estendendosi dall'età del bronzo all'epoca romana; le costruzioni tipiche di questa fase furono i nuraghi, massicce costruzioni di tipo megalitico diffusissime in tutto il...
Europa

Come visitare La Tomba Dei Giganti Di Lu Brandali

Da sempre le popolazioni hanno avuto bisogno di erigere monumenti funebri ai propri morti, soprattutto se per persone di una certa importanza a livello sociale. Fra i complessi tombali più misteriosi da visitare vi è La tomba dei Giganti di Lu Brandali....
Europa

Come visitare le spiagge di Capriccioli in Sardegna

Le spiagge di Capriccioli sono caratterizzate dalla presenza di un fondale basso, mentre la sabbia, che possiede una consistenza finissima e un colore molto chiaro, è alternata con massicci scogli. Queste spiagge si trovano in Costa Smeralda, precisamente...
Italia

I 5 Nuraghi della Sardegna da non perdere

I Nuraghi sono delle antiche costruzioni presenti in Sardegna, testimonianze di civiltà davvero remote. Si ritiene che i primi Nuraghi possano risalire addirittura al 1800 a. C., con la probabile funzione di vedette. Questa realtà così tipica di costruzione...
Italia

Sardegna: come muoversi e cosa visitare

La Sardegna è una meta apprezzata dai turisti per le spiagge bianche dalla sabbia finissima, il mare turchese e le serate mondane in Costa Smeralda. Tuttavia, la Sardegna cela anche ulteriori itinerari esuli dai soliti luoghi comuni. L'isola ha molto...
Consigli di Viaggio

Come visitare le sette città reali: da cagliari a castelsardo

Questo itinerario di circa "285 km" ti condurrà attraverso le "sette città reali" in cui visitare la Sardegna, i suoi musei archeologici più famosi, e lungo alcuni splendidi tratti di costa. Da "Cagliari a Castelsardo" per coprire tutto, servono circa...
Italia

Itinerari ed escursioni in Sardegna

Seconda isola per estensione nel mar Mediterraneo, la Sardegna offre numerosi spunti per i turisti. Grazie ai suoi paesaggi mozzafiato, al mare e al clima mite, l'isola attira ogni anno un gran numero di visitatori. Oltre all'aspetto puramente paesaggistico...
Europa

Come visitare le spiagge di Muravera in Sardegna

Come è noto, le spiagge della Sardegna costituiscono, per il turista il sogno di una meta raggiungibile da dover visitare almeno una volta nella vita. Una tra le spiagge più suggestive è quella di Muravera, nel cui comune è possibile ammirare la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.