Come visitare I Siti Archeologici Di Megara Hyblaea E Thapsos

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Sono numerosi i siti archeologici degni di nota, tra questi non si può non citare Thapsos e Megara Hyblaea. Quest'ultima si trova in provincia di Augusta ed è la più antica colonia dorica della Sicilia orientale, fondata nel 729 a. C. Sul sito dell'insediamento neolitico di Megara e denominata, per differenziarla dalla città madre, anche Hybla. Qui abitò Platone dopo la morte di Socrate. A pochi chilometri si trova il sito archeologico di Thapsos. Oggi entrambi i siti sono molto importanti, tanto da essere una meta obbligata per i turisti. Vediamo insieme come visitare i siti archeologici di Megara Hyblaea e Thapsos.

26

Occorrente

  • automobile
  • macchina fotografica
  • scarpe comode
36

Megara Hyblaea, individuata già dal sedicesimo secolo, fu oggetto di ripetuti scavi dal 1872 fino al 1961. Qui si trova una vasta zona archeologica di tre epoche di costruzione e tre colonizzazioni: il primo è un insediamento neolitico con necropoli; il secondo un periodo arcaico con insediamenti costituiti da costruzioni regolari e grandi cinta murarie, di cui è possibile osservare solo le fondamenta di due templi di stile dorico-arcaico, con capitelli e terracotte dipinte. Più ad oriente vi è la terza, una cinta fortificata ellenistica, al cui interno è certamente possibile notare un'agorà trapezoidale, dalla quale partono a raggiera strade rettilinee larghe quattro o sei metri, risalenti al settimo secolo.

46

Per quanto riguarda il periodo ellenistico, nei siti archeologici è possibile ammirare la pianta cittadina, che presenta uno schema irregolare. A Nord dell'agorà si trova un grande peristilio dell'epoca di Timoleone; i resti di una stoà e di un tempio in antis di cui sono conservate le teste leonine, un'aquila e, infine, cornicioni dorici in marmo di Paro. Alcune leggende vogliono il tempio come un dono verso la bella dea greca, ovvero Afrodite. Da qui, a Sud dell'agorà si trovano le Terme, e a Sud-Est di queste, i resti di un piccolo santuario dedicato al culto delle divinità Ctonie.

Continua la lettura
56

Non si può abbandonare il luogo senza aver fatto visita al Museo di Megara. Qui è possibile ammirare una grande galleria di arte antica, disegni e fotografie che mostrano, con grande enfasi, le diverse fasi di sviluppo della città. Il consiglio è quello di raggiungere Thapsosa. Quest'ultimo è un insediamento risalente all'età del bronzo, che dette il nome a un'intera civiltà, la cosiddetta "civiltà di Thapsos". Qui è possibile ammirare una necropoli con quattrocento tombe ipogee molto interessanti. Le tombe che si trovano all'interno del paese sono raggiungibili grazie all'installazione di piccoli pozzi verticali, spesso muniti di una scala a facilitarne il passaggio. Proprio al loro interno sono state rinvenuti collane, gioielli, vasellame in argilla tipico della cultura di Thapsos.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Rosolini

La Penisola Italiana rappresenta uno dei Paesi più ricchi di cultura e storia. Di conseguenza, la stragrande maggioranza dei territori italiani presenta dei riferimenti storici o culturali. In particolare, il Sud Italia non soltanto offre dei luoghi...
Europa

Come visitare i dintorni di Arzachena: Nuraghe di Albucciu e Tempietto di Malchittu

Arzachena è uno splendido comune nella provincia di Olbia-Tempio, in Sardegna. È il terzo centro più popoloso della Gallura e fra i suoi tesori più belli vi è la campagna circostante. È possibile trovare tra la natura inestimabili tesori storici,...
Europa

Come visitare Partinico

Partinico è un comune siciliano situato in provincia di Palermo. Il capoluogo dista circa 30 km da questo splendido comune della Trinacria, risalente al quarto secolo. La storia di Partinico è davvero particolare, poiché in antichità vi erano due...
Europa

Come visitare Il Sito Archeologico Di Delphi

Per chi ama viaggiare e l'architettura antica non possono sicuramente mancare le famose rovine dell'antica Grecia. La Grecia infatti possiede tra i più importanti siti archeologici del mediterraneo, oltre l'Italia, dove infatti ogni anno si recano milioni...
Europa

I 5 migliori posti da visitare a Cipro

Cipro è una bellissima isola situata nel mar mediterraneo. Questa è una delle più grandi isole del mediterraneo ed è una perfetta meta per i turisti che vogliono godersi il mare e le spiagge più belle. Proprio per questo le attrazioni principali...
Europa

Come visitare Carmignano

Per gli appassionati dei viaggi nel centro Italia la Toscana è sicuramente una regione bellissima ed affascinante da visitare. La Toscana ha delle città e dei borghi ricchi di storia, di arte e di cultura.In questo articolo mi voglio soffermare a parlare...
Europa

Come visitare Canne della Battaglia

Quando si è in vacanza in Puglia ci sono alcune tappe fondamentali alle quali nessun turista rinuncia come, ad esempio, visitare Canne della Battaglia. Questa località in provincia di Barletta è famosa perché vi si disputò la Battaglia di Canne....
Europa

Come visitare Gela

Se stai progettando un viaggio in Sicilia ed ancora non hai definito un itinerario ben preciso questa è proprio la guida che fa per te! Di seguito, infatti, ti illustrerò un interessante itinerario volto alla scoperta delle innumerevoli bellezze di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.