Come visitare il Borgo antico di Vibonati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se ci piace visitare posti sempre nuovi, per riuscire a sceglie quelli più adatti alle nostre esigenze, potremo effettuare delle semplici ricerche su internet, utilizzando semplicemente un computer o un moderno smartphone dotato di una connessione ad internet.
Sul web, infatti, esistono tantissime guide redatte ogni giorno da viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo e che ci forniranno tutte le loro impressioni sui posti visitati, permettendoci così di individuare la meta che più ci piace.
Leggendo queste guide potremo anche riuscire a redigere un perfetto programma di viaggio, che ci permetterà di goderci una vacanza priva di imprevisti.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a visitare il borgo antico di Vibonati.

27

Occorrente

  • voglia di visitare posti nuovi
37

Il comune di Vibonati si trova in Campania, in provincia di Salerno a pochi chilometri di distanza dal confine con la Basilicata. È ancora inserito nel Parco del Cilento e Vallo di Diano ed è riconosciuto come una dei Borghi Autentici d'Italia.
Si tratta di un paese di origini medievali e il centro ne mostra ancora oggi tutte le caratteristiche.

47

Vibonati, secondo la storia arrivata ai giorni nostri, sarebbe stata fondata da coloni romani, con il tempo poi prese il nome di Libonati, per arrivare in tempi più recenti ad essere denominata Vibonati.
È conosciuta anche come "paese dei portali" data appunto la grande presenza di portali medievali in pietra che aprono un grande numero di viuzze in tutto il centro del paese.

Continua la lettura
57

Il borgo si trova a circa 110 metri sopra il livello del mare e si estende per circa 2 chilometri su un territorio roccioso. È circoscritto da due vallate percorsa da due torrenti, il Fontana e l'Anafora. La parte superiore del borgo si estende fino alla pianura, mentre la zona interna si sviluppa fino alle colline chiamate Monti della Serra.

67

Tra le altre opere artistiche degne di nota ricordiamo la chiesa di San Antonio Abate, patrono del paese, che in origine era stata realizzata in stile romanico ma che dopo una serie di restauri è diventata una chiesa in stile barocco, e quella della Santissima Annunziata dove è possibile osservare dipinti che risalgono fino al XII secolo. Entriamo nella Chiesa di San Antonio Abate per ammirare l'organo a canne dei primi del settecento, la fonte battesimale e la bellissima navata centrale. Non perdiamoci il dipinto che raffigura San Antonio Abate e quello con la Vergine ed i Santi Domenicani attribuito alla scuola del maestro fiammingo Teodoro D'Errico Tutto il centro storico lo potremo visitare esclusivamente a piedi, qui scorgeremo viuzze molto strette e tortuose.

77

Soffermiamoci, nel centro del borgo, per vedere la fontana monumentale e per visitare la Casa Museo di Arte Contadina dove sono esposti tutti gli attrezzi che venivano usati anticamente dai contadini. Prima di lasciare il borgo, facciamo un giro nel Bosco di Santa Lucia, un luogo di grande interesse naturalistico, qui potremo apprezzare le piante di latifoglie, quelle da cui si estrae il sughero e le resinose. Al centro del parco troveremo una caratteristica cappella e rovine di alcune vecchie aie contadine.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

I 10 borghi più belli d'Italia

State stilando una classifica dei 10 borghi più belli d'Italia per organizzare al meglio le vostre vacanze? Bene, questa guida fa al caso vostro. Abbiamo cercato di stilare una lista del genere, sebbene non sia una cosa facile, tenendo in considerazioni...
Europa

Come visitare Castrofilippo

Avete il desiderio di organizzare un viaggio tranquillo per voi e il vostro partner, o di trascorrere un paio di giorni spensierati in comitiva con i vostri amici, visitando qualche bellezza italiana alternativa senza dilapidare i vostri risparmi e senza...
Europa

Come visitare Calcata

Uno dei dubbi sicuramente più amletici è scegliere il luogo per una bella gita fuori porta o per una piccola vacanza. Se desiderate fare una bella gita di un giorno, la scelta ideale potrebbe essere la visita di un bel borgo un po' sperduto, lontano...
Italia

10 cose da fare in Puglia in inverno

Finalmente anche in Italia ci stiamo convertendo alla “destagionalizzazione”, neologismo che identifica l'impegno che molti enti del turismo ed operatori turistici mettono nel promuovere le vacanze in localitá marinare, anche al di fuori del canonico...
Consigli di Viaggio

I più bei borghi medievali della Toscana

La Toscana è una delle regioni più belle d'Italia. Visitarne solo le città più famose, senza perdersi tra le stradine dei piccoli borghi medievali di cui è piena, significa privarsi di ciò che attrae ogni anno milioni di turisti. Vediamo insieme...
Consigli di Viaggio

I più bei borghi medievali delle Marche

Tra le varie regioni italiane, ce ne sono alcune molto belle e particolari ricche di storia e cultura, ad esempio la regione delle Marche. La regione delle Marche oltre ad essere ricca di storia e cultura, è una regione che possiede numerosi borghi medievali....
Italia

5 borghi medievali della Tuscia da non perdere

Nella Tuscia i borghi sono davvero tanti ed ognuno merita di essere visitato per le bellezze che si possono trovare al loro interno. Ovviamente elencarli tutti renderebbe la guida che abbiamo deciso di realizzare davvero lunga e quindi per semplificare...
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Veneto

Il Veneto è una regione ricca di cultura e di storia, tant'è che risulta una delle regioni più visitate d'Italia. Il paesaggio offerti dal luogo in questione è molto vario, e spazia dal mare alla pianura arrivando persino alla montagna. Sparsi lungo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.