Come visitare il comune di Chiusi Della Verna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Chiusi della Verna è un piccolo comune montano (954 metri s. L. M.) di origine etrusca, che si trova in provincia di Arezzo, situato nel territorio del Casentino. Questo paesino è famoso per essere stato teatro di un evento straordinario: qui, San Francesco d'Assisi ricevette le stigmate. Ora vedremo come visitare il comune di Chiusi della Verna. Una sola giornata sarà sufficiente per scoprire le sue bellezze.

25

Occorrente

  • automobile - macchina fotografica - piccola guida turistica
35

Chiusi della Verna occupa una superficie di 102 Kmq. E conta circa 2000 abitanti. Dista da Arezzo circa 42 Km. E ci si può arrivare percorrendo la SP 60. Arrivati a Chiusi, lungo la via principale, vi troverete in una piazzetta detta del "monumento" (Piazza dei Caduti) dove potrete vedere la fontana pubblicitaria del Campari (del 1931) realizzata dallo scultore Gronchi. Salendo dalla piazzetta, attraverso "antichi percorsi", vi troverete ad ammirare i ruderi del castello del "Conte Orlando" che, nonostante un lungo restauro, ha ormai perso le dimensioni di un tempo. Dal luogo in cui si erge si può godere la vista di un bellissimo panorama. Nei pressi dei ruderi del castello sarà facile individuare la podesteria (residenza dei podestà) che ha iscrizioni risalenti al 1600 e la chiesetta di S. Michele Arcangelo.

45

Arriverete a La Verna e finalmente al famoso Santuario della Verna fondato da San Francesco nel 1214, costruito nella parte meridionale del monte Penna. È proprio in questo luogo che San Francesco chiese e ricevette le stigmate. Ancora oggi il Santuario continua ad essere un luogo di preghiera e di meditazione. Attorno al Santuario sono stati costruiti numerosi edifici di culto. La chiesa di Santa Maria degli Angeli, per esempio, che fu la prima ad essere costruita a La Verna. La basilica di Santa Maria Assunta, ricca di terrecotte robbiane, che ospita, durante l'estate il festival internazionale della musica d'organo. Nel Santuario sono presenti molteplici chiostri, cappelle, oratori ed un convento dove vivono i frati francescani. Uno dei corridoi del Santuario, dove il Santo di Assisi ricevette il segno del Signore, è affrescato da immagini raffiguranti i momenti più salienti della sua vita. Chiusi della Verna non è solo un ridente paesino di montagna, ma anche un miscuglio di storia, spiritualità, arte e natura!

Continua la lettura
55

Quest'ultima, risalente al 1338, ha una struttura architettonica molto sobria e, come il castello, ha le sue fondamenta sulla roccia viva. Dalla piazzetta del "monumento", a sinistra, passando attraverso la parte più nuova del paese, arriverete all'antico borgo di Vezzano dove vale la pena di visitare la chiesa di S. Maria Assunta. Un tempo tutti i bambini (compresi quelli di Chiusi) venivano battezzati in questa chiesa.... Anche un "certo" Michelangelo Buonarroti! È nota la disputa tra il comune di Chiusi della Verna e Caprese Michelangelo che entrambi rivendicano la paternità del Buonarroti. Da Vezzano proseguite salendo verso Pieve S. Stefano. Non resta che visitarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come visitare Dinnammare e il santuario degli innamorati

Il monte Dinnammare, si trova a sud di Messina, si chiama così perché si affaccia tra due mari: lo Jonio ed il Tirreno. Esso da anche il nome al santuario, nascosto sulla sua vetta e ribattezzato dagli abitanti “Santuario degli Innamorati”. Chi...
Europa

Come visitare il Santuario Maria Assunta a Varallo Sesia

Se ambirai a visitare questo bellissimo santuario, dovrai prepararti anche spiritualmente ad affrontare un percorso per giungere in cima. Esso è infatti situato sul Sacro Monte Varallo, che tra i Monti Sacri è il più antico e riveste un grande interesse...
Europa

Come visitare Loreto

Loreto è un piccolo paese situato nella provincia di Ancona, nelle Marche. Celebre per il santuario mariano "la Basilica della Santa Casa", luogo di culto cattolico e meta scelta per gli amanti del turismo religioso. È possibile comunque visitarla durante...
Europa

Come visitare il Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio

In una stanza della casa del signor Salera c'era un'immagine sacra, dipinta da Busca di Clusone e raffigurante Gesù crocefisso con la Madonna e alcuni Santi a lato. Fu in questa stanza che il 23 giugno del 1607 che alle figlie di Salera apparve la Madonna...
Europa

Come visitare il Santuario del Divino Amore a Roma

Il santuario della Madonna del Divino Amore è un santuario di Roma composto da due chiese: quella antica è del 1745, quella nuova è invece del 1999. È tuttora una meta di pellegrinaggio cara ai romani. Durante l'estate ogni sabato si tiene un pellegrinaggio...
Europa

Come visitare Pienza

Pienza è un piccolo villaggio nel sud della Toscana, nella bellissima valle "Val d'Orcia"; si consiglia vivamente di visitare questo adorabile paesino. Il villaggio si trova a circa 20 chilometri ad est di Montalcino e ad un paio di chilometri a ovest...
Consigli di Viaggio

Come pianificare un viaggio ad Assisi

Assisi, borgo medievale nel cuore dell'Umbria, è una bellissima cittadina medievale, famosa per aver dato i natali a San Francesco d'Assisi. Famosa nel mondo è la sua magnifica Basilica di San Francesco, uno dei tre luoghi sacri più importanti per...
Europa

Come e perchè visitare Pienza

La Toscana è una una delle regioni italiane in cui si conservano i maggiori tesori dell'arte e della cultura nazionali: una delle sue cittadine più visitate si chiama Pienza e si trova in provincia di Siena. Il suo centro storico è così tanto affascinante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.