Come visitare Il Duomo di San Nicola a Sassari in Sardegna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Sassari è delle quattro città dalle dimensioni maggiori dell'intera regione della Sardegna, oltre ad essere senza ombra di dubbio una delle località più suggestive del nostro Paese. Si tratta di una realtà che raccoglie all'interno di se stessa una serie di meraviglie stupende a coloro che non la conosco. Ma come bisogna muoversi per visitare il Duomo di San Nicola a Sassari in Sardegna? In questa mia breve guida voglio portarvi a conoscenza di questa bellezza, che può essere considerata assolutamente imperdibile. Vi preannuncio che si tratta di un magnifico esemplare di stile e architettura.

26

Occorrente

  • Cartina della Sardegna
  • Macchina fotografica
36

Per raggiungere il tanto sospirato Duomo di Sassari, dovete prima passare attraverso una sequenza di strade piuttosto strette che circondano il Duomo stesso, prima di potervi condurre nel centro di Piazza Matteotti. Ed è proprio la cattedrale stessa a sorvolare tutte le sobrie strade appartenenti al centro storico, risalente all'età del medioevo. Sicuramente il primo elemento che sarà in grado di catturare la vostra attenzione sarà la sua facciata imponente, che si rifà apertamente allo stile settecentesco barocco e si caratterizza per le decorazioni, le statue, i rilievi, i fregi e i busti di vario tipo.

46

Un altro elemento che potrà saltare all'occhio e attrarre la vostra attenzione riguarda la facciata. Essa, in realtà, nasconde una struttura che risale al lontano XV secolo, che in precedenza aveva a sua volta preso il posto di un'antica chiesa dell'epoca romanica. Tuttavia, stiamo parlando di un particolare che non viene immediatamente notato dal classico turista che si reca a Sassari soltanto per caso. Potrà essere visibile solamente da un occhio attento e professionista del settore, ma di sicuro potrete tranquillamente ammirare i resti di quest'epoca all'interno del campanile duecentesco, estremamente caratteristico.

Continua la lettura
56

Vi consiglio vivamente di non perdere la giusta occasione per visitare la cappella che si trova di fronte, nella quale potrete ammirare il magnifico dipinto dove è raffigurato il martirio dei Santi Cosma e Damiano. Ma non è finita: quando riuscirete a visitare il tanto sospirato Duomo, non dovete lasciarvi scappare la chance di raggiungere il vicino Museo del Tesoro del Duomo, all'interno del quale sono situate alcune bellissime opere d'arte che si contraddistinguono per l'elevato pregio dal punto di vista puramente artistico.
Con questo terzo e ultimo passo chiudiamo qui la guida su come visitare il duomo di San Nicola a Sassari in Sardegna

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare la chiesa di Santa Maria a Mare sull'isola di San Nicola

Santa Maria a Mare a San Nicola: l'isola è il fulcro storico, amministrativo e religioso delle Tremiti, meraviglioso arcipelago del Mar Adriatico. Il territorio è vasto poco più di un chilometro e mezzo, presenta una larghezza di 450 metri con una...
Europa

Come visitare i dintorni di Sassari in Sardegna: Nuraghe Santu Antine e dintorni

La civiltà nuragica, unica al mondo nel suo genere, ha lasciato su tutto il territorio della Sardegna una quantità enorme di testimonianze archeologiche che ci parlano di un'antica e fiorente civiltà, che visse e prosperò per un arco di tempo molto...
Europa

Come visitare la Sardegna: San Teodoro

Prima di partire per una vacanza in questa meravigliosa isola, è bene sapere come visitare la Sardegna: San Teodoro è uno dei paesi più belli della zona orientale, tra la costa Smeralda e la parte più selvaggia ad est. Per andare a San Teodoro la...
Europa

Come visitare la Sardegna: Porto San Paolo e Isola di Tavolara

Quest'oggi, nei successivi passi di questa guida, vi spiegherò come visitare la Sardegna, o almeno una parte ben precisa di essa. La vivace costa a sud di Olbia è disseminata di località balneari che, durante la stagione estiva, sono in pieno fermento,...
Europa

Come visitare le spiagge di Porto San Paolo in Sardegna

Porto San Paolo rappresenta una splendida località situata nella provincia di Olbia, la quale risulta essere famosa soprattutto grazie alle sue meravigliose e rinomate spiagge. Questo bel comune sardo offre una costa ricca di piccole cale tutte incorniciate...
Europa

Come visitare le spiagge di San Teodoro in Sardegna

San Teodoro è una località molto rinomata e turistica situata al nord della Sardegna: si tratta di un'area ricca di splendide spiagge, tutte caratterizzate dalla presenza di un mare trasparente e cristallino. San Teodoro rappresenta una meta ideale...
Europa

Come E Perchè Visitare San Giorgio Di Portoscuso in Sardegna

La Sardegna insieme alla Sicilia sono due isole Italiane, un vero vanto per la penisola, sia per la loro bellezza e sia per il mare cristallino rigorosamente Bandiera Blu. La Sardegna si trova al nord dell'Italia, vicino la Corsica; i sardi sono molto...
Europa

Come e perché visitare il Duomo di Siena

Se avete in programma un viaggio in Toscana, ecco come  e perché visitare il Duomo di Siena. La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, meglio conosciuta come il Duomo di Siena, è un gioiello di architettura in stile romano-gotico italiano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.