Come visitare il lago di Combal sul Monte Bianco

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se siamo degli amanti della natura e ci piace fare delle bellissime escursioni, in posti completamente avvolti dal verde, sicuramente sapremo che prima di partire dovremo organizzare il nostro viaggio alla perfezione. Per riuscirci ci basterà consultare su internet, delle guide relative al posto in cui intendiamo recarci, in questo modo potremo ottenere tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno per riuscire ad evitare problemi ed inutili perdite di tempo. In questo modo riusciremo a goderci nel miglio dei modi la nostre stupenda escursione. Quindi per prima cosa prendiamo il nostro computer, colleghiamolo ad internet ed iniziamo subito a ricercare tutte le guide e i blog relative alla nostra destinazione. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a visitare il lago Combal sul Monte Bianco.

25

Occorrente

  • voglia di visitare posti nuovi
35

Il lago Combal si trova lungo la continuazione pedonale della strada della val Veny. Dopo circa 40 minuti l'ampia testata della valle, in corrispondenza del piccolo lago di Combal (metri 1995), offre uno scenario tra i più ricchi di pregio naturalistico della regione valdostana. Si tratta di un classico esempio di bacino lacustre sbarrato.

45

In questo caso, lo sbarramento di questo lago è dovuto al fianco meridionale del ghiacciaio del Miage. I considerevoli detriti alluvionali trasportati da torrenti glaciali del Monte Bianco hanno colmato abbondantemente il lago, un tempo molto più vasto, trasformandolo in un'area umida di notevole pregio fioristico. Si può anche proseguire per la stradina sterrata risalendo fino al rifugio Elisabetta.

Continua la lettura
55

Vediamo ora alcune curiosità relative a questo particolarissimo posto.
Nel 1691 le truppe francesi di Luigi XIV, il Re Sole, penetrarono in Valle d'Aosta dal colle della Seigne. A nulla valse il tentativo di resistenza delle truppe valdostane che per ragioni difensive avevano fatto alzare le acque del Lago Combal con una piccola diga. Le forze comandate dal generale La Hoguette, calarono in valle razziando e saccheggiando i villaggi e distruggendo le strade e i ponti durante la ritirata. La loro vittima più illustre fu il ponte romano di Châtillon di cui lasciarono in piedi solo l'arco centrale che si vede ancor oggi. E acque del lago Combal assumono la loro particolare colorazione a causa del mescolarsi delle acque di fusione dei ghiacciai di colore azzurro grigiastro con quelle limpide che escono dalle sorgenti che alimentano il lago. Le bellissime sfumature che nascono da questa mescolanza valgono da sole il viaggio fino al lago.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare al meglio il Lago di Tenno ed i dintorni

Il lago di Tenno è un piccolo bacino alpino d'acqua che si trova in una piana nei pressi del lago di Garda. Si può raggiungere facilmente sia dalla località di Fiavè che da Arco e Riva del Garda. Il lago di Tenno è il posto ideale per coloro che...
Europa

Come visitare L'Oasi Naturalistica Di Monte Nuovo

Il nostro paese è un ricco e meraviglioso scrigno colmo di gemme tutte da scoprire. Ovunque intorno a noi, sono disseminati luoghi che meritano di essere salvaguardati e visitati. In questa guida andremo alla scoperta di un luogo particolarmente bello:...
Europa

Come visitare le zone del Monte Amiata

In questa guida verranno dati utili consigli su come visitare le zone del Monte Amiata. Per chi non lo sapesse, il Monte Amiata corrisponde ad un monte spiovente situato in Toscana, esattamente nelle zone della Maremma. Si interpone tra le due provincie...
Europa

Come visitare Abbadia Lariana sul lago di Como

Molte sono le bellezze naturali che incorniciano l'Italia, dagli Appennini alle Alpi, dai laghi ai mari. L'Italia presenta un'enorme varietà di luoghi meravigliosi, che possono essere visitati sia nella stagione estiva (ad esempio le coste, in cui sono...
Europa

Come visitare le isole del Lago di Costanza

Il Lago di Costanza giace sotto il bordo settentrionale delle Alpi, è di gran lunga il più grande lago della Germania. Delimitato dall'Austria e dalla Svizzera; offre sorprendentemente uno splendido scenario con la sua maestosa distesa d'acqua che comprende...
Europa

Come visitare Il Monte Conero

Devi sapere che in una bella regione come le Marche, c'è un luogo molto interessante da vedere, vale a dire il promontorio del monte Conero con annesso parco naturale. La visita offre bellissime passeggiate lungo i sentieri del promontorio, adatte a...
Europa

Come Raggiungere E Visitare Il Lago Di Gurrida

La Sicilia, paesaggisticamente parlando, presenta uno scenario veramente vario, forse di più di quanto si possa pensare. In questa guida avremo l'opportunità di vedere in maniera semplice e chiara come poter raggiungere un lago davvero suggestivo, collocato...
Europa

Come esplorare la zona compresa tra il Lago Maggiore e il Lago d'Orta

Il lago Maggiore e il lago d'Orta e al centro il Mottarone, o la "montagna dei due laghi". Uno scenario bellissimo dipinto da madre natura in un angolo di Piemonte. Ed è appunto il paesaggio unito ad un clima mite che fanno di questi luoghi una rinomata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.