Come visitare Il Nuraghe Athetu in Sardegna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il periodo della civiltà nuragica fu un caposaldo della storia della Sardegna, estendendosi dall'età del bronzo all'epoca romana; le costruzioni tipiche di questa fase furono i nuraghi, massicce costruzioni di tipo megalitico diffusissime in tutto il territorio, da cui la civiltà prese il nome. Affascinanti ed imponenti, i nuraghi sono ancora avvolti nel mistero. Tuttora infatti non è stata svelata la loro funzione, e gli storici da secoli discutono sulle varie possibilità: architetture religiose, militari od osservatori astronomici. Il nuraghe Athetu è un superbo monotorre, situato ad Orani in provincia di Nuoro, a cui sono adiacenti il villaggio e la tomba dei giganti; poggia su una piattaforma basaltica naturale da cui si controlla la piana di Ottana e le vallate delimitate dai monti del Marghine. Vediamo quindi insieme come visitare il nuraghe Athetu nella splendida Sardegna.

26

Occorrente

  • Cartina della Sardegna
  • Macchina fotografica
36

Il nuraghe Athetu è uno dei nuraghi che presenta la tholos (soffitto a volta, costruito con giri di pietre di circonferenza sempre più piccola fino ad arrivare alla chiusura della cupola) pressoché intatta. Qui potrete osservare come la muratura esterna del nuraghe si erge su sedici filari regolari di blocchi di basalto cuneiformi e smozzati, le cui dimensioni si riducono in modo evidente nei corsi del coronamento. Cosa particolare, ma non unica, è la regolarità e la compattezza della tessitura muraria interna ed esterna della torre, data dall'inserimento di numerose zeppe di basalto.

46

Al nuraghe Athetu potrete accedere attraverso un ingresso di forma trapezoidale, rivolto ad oriente e fornito di architrave con finestrella di scarico del peso. Un corridoio retrostante dalla splendida copertura ogivale vi immetterà nella camera circolare che raggiunge l'altezza massima di sette metri e mezzo. Sul lato sinistro dell'ambiente potrete osservare come si apre una grande nicchia trapezoidale che si espande nello spessore murario del mastio.

Continua la lettura
56

Sul lato sinistro del corridoio è presente l'ingresso della scala elicoidale che conserva ben diciassette gradini dalla battuta molto stretta e l'alzata che si riduce gradualmente verso l'alto. Nella piana sottostante è possibile osservare i resti della tomba dei giganti, pertinente al villaggio. Nelle vicinanze del nuraghe Athetu potrete vedere e visitare i nuraghi Goroè e Passarinu, costruiti sulla sommità delle colline omonime. Per un elenco completo dei nuraghi possiamo consultare questo sito. Buon viaggio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nella piana sottostante è possibile osservare i resti della tomba dei giganti, pertinente al villaggio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare i dintorni di Arzachena: Nuraghe di Albucciu e Tempietto di Malchittu

Arzachena è uno splendido comune nella provincia di Olbia-Tempio, in Sardegna. È il terzo centro più popoloso della Gallura e fra i suoi tesori più belli vi è la campagna circostante. È possibile trovare tra la natura inestimabili tesori storici,...
Europa

Come e cosa visitare in Sardegna: Villanovaforru, complesso Nuragico di Genna Maria

Nella zona della Marmilla in Sardegna, la pianura del Campidano cede il passo alle colline verdeggianti. Questo luogo è ricco di zone storiche ed archeologiche di grande interesse per gli amanti del genere. In questa guida vedremo come e cosa visitare...
Europa

Come e cosa visitare nell'iglesiente in sardegna: miniere di monteponi

Se avete scelto come meta vacanziera l'Iglesiente, in Sardegna, non ve ne pentirete! L'Iglesiente è un paradiso per gli occhi. Ha boschi, miniere e stradine di villaggi fantasma. Se volete avventurarvi nella zona dell'Iglesiente, dovrete raggiungere...
Europa

Come visitare la Costa del Sud della Sardegna

All'interno di questa guida troverete il metodo migliore per conoscere e programmare itinerari unici ed incredibili, su come visitare le Coste del Sud della Sardegna. Parto nel dirvi un promemoria, ovvero che dovete sapere, che l'aspetto più caratteristico...
Europa

Come visitare la Sardegna: dintorni di Olbia e Golfo Aranci

L'Italia è un paese ricco di storia e tradizioni, dove diverse culture si sono scontrate o hanno trovato riparo, creando nel tempo bellissimi posti sopravvissuti fino a noi e che rievocano ancora oggi il profumo di tempi passati ma ancora vividi. Tra...
Europa

Come visitare la Sardegna a piedi

La Sardegna, vanta un paesaggio variegato e ricco di storia. È una meta turistica di straordinaria bellezza culturale come architettonica. Ricca di sentieri immersi nel verde, si presta a magnifiche camminate. Ci sono centinaia di luoghi da visitare,...
Europa

Come visitare le spiagge di Cagliari in Sardegna

All'interno della presente guida, andremo a parlarvi di turismo, arrivando in Sardegna. Nello specifico, come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come visitare le spiagge di Cagliari...
Europa

Come e cosa visitare in Sardegna: Tharros

La Sardegna è una destinazione di viaggio appassionante e magica. Questa terra conserva anche attualmente le sue antiche tradizioni. Tutta l'isola offre ai turisti innumerevoli e sorprendenti spunti. Se nel nostro percorso abbiamo programmato una visita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.