Come visitare il Palazzo Reale di Madrid

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La capitale della Spagna ovvero la ridente e soleggiata Madrid, è una città cosmopolita e molto affascinante che si presta per essere visitata in qualsiasi periodo dell'anno. Oltre ad innumerevoli musei e gallerie d'arte di rilevanza mondiale, vanta anche un Palazzo Reale splendido e di sicuro effetto, che merita di essere visitato e scoperto nei suoi angoli più nascosti. La guida che ci apprestiamo a fornire nei passi successivi, vuole rivelarsi utile e con preziose indicazioni, su come visitare il suddetto Palazzo Reale di Madrid.

24

Il Palazzo realizzato sui resti di una fortezza moresca del IX secolo, è diventato la residenza reale nel 1561, ma tuttavia fu riedificato dopo un disastroso incendio dell'anno 1734. La sua ricostruzione, a cui lavorarono ben tre architetti italiani e numerosi artisti francesi, è durata circa 30 anni. Oggi il Palazzo Reale di Madrid sfoggia tutta la sua bellezza architettonica, e viene utilizzato soltanto come sede per le cerimonie ufficiali. L'ingresso si trova di fronte alla Cattedrale, e per raggiungerlo si percorre un ampio cortile, alle spalle del quale vi è una scalinata abbastanza grande, da cui si può accedere direttamente agli appartamenti reali.

34

La prima stanza peraltro ampia, consente di ammirare la Sala degli Alabardieri con degli affreschi del Tiepolo, dopodiché a seguire ci si ritrova nella Sala delle Colonne, decorata con arazzi di impronta fiamminga e sculture raffiguranti i pianeti. Successivamente ci si dirige verso la Sala del Trono, ossia una stanza molto sontuosa, che vanta dei soffitti affrescati dal Tiepolo e con degli splendidi arredi. Da qui ci si sposta poi nelle stanze del Re, in quella da Pranzo, lo Spogliatoio e nella Camera da Letto, ciascuna delle quali è decorata con preziosi oggetti e mobili per lo più di stile francese. A questo punto seguono altre stanze molto particolari, come ad esempio quella delle Porcellane, con le pareti rivestite di pannelli di questa fine scultura, e poi la Stanza Gialla dove è possibile ammirare degli arazzi di fine qualità.

Continua la lettura
44

Nella Sala della Musica invece non bisogna perdersi la chitarra intarsiata in madreperla, vero spettacolo per la vista. Infine, dopo la Sala d'Argento dove è esposta una collezione unica e preziosissima di questo metallo, si arriva alla Cappella Reale di stile tipicamente Neoclassico. Questa è l'ultima sala dove termina il tour, e magari prima di uscire, conviene comprare qualche piccolo souvenir raffigurante uno dei tanti oggetti appena visionati dal vivo nel Palazzo Reale di Madrid.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come e cosa visitare a Madrid

Una città di turismo ed una delle più belle città di tutta l'Europa è Madrid. Ciò nonostante, sono tanti i luoghi d'interesse che si potranno visitare e, dove si potrà conservarne un buon ricordo. Con tale tutorial, vi vogliamo dare degli ottimi...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare La Cattedrale dell'Almudena di Madrid

La Cattedrale dell'Almudena è l'edificio religioso più importante di Madrid e nel corso dei secoli la struttura della chiesa ha subito vari interventi di restauro. È dedicata alla patrona della città, la Virgen de la Almudena. Nel 1868 fu demolito...
Consigli di Viaggio

Cosa visitare a Madrid con i bambini

Madrid è la capitale della Spagna. Occupa i primissimi posti tra le mete europee più gettonate; città ricca di monumenti, di arte, di storia, di tradizioni. Si tratta di una località turistica davvero affascinante sotto ogni aspetto: sono tantissimi...
Consigli di Viaggio

Come visitare Palazzo Vecchio a Firenze

E’ senza dubbio uno degli edifici più visitati del nostro Belpaese: stiamo parlando di Palazzo Vecchio a Firenze, un luogo magico, dov’è possibile viaggiare nel tempo e toccare con mano la magnificenza di secoli di storia, di arte e di cultura fiorentina....
Consigli di Viaggio

Come visitare il Parco del Retiro a Madrid

Madrid, la meravigliosa capitale e città più estesa della Spagna, è uno dei luoghi europei più ricchi di opere e monumenti da visitare. Chi si trova infatti a fare un viaggio in questa città non può fare a meno di ammirarne le bellezze artistiche...
Consigli di Viaggio

Madrid: cosa vedere in tre giorni

Madrid, capitale della Spagna, è una delle mete più ambite dai turisti sia italiani che stranieri. Viene definita la città della Movida, dove la sera prende vita tra locali, feste e tanto altro. Per quanto Madrid non possegga monumenti storici al pari...
Consigli di Viaggio

5 posti dove fare shopping a Madrid

Fare shopping a Madrid è una delle passioni preferite dai turisti di tutto il mondo. La meravigliosa capitale della Spagna, infatti, oltre a stupire per il suo patrimonio artistico e culturale, per la sua urbanistica ed il suo clima caliente, è ricca...
Consigli di Viaggio

Come prepararsi per partire per Madrid

Partire, scoprire, viaggiare e conoscere culture diverse è un piacere per tutti, ma prima di intraprendere un'avventura occorre informarsi adeguatamente su tutto ciò che occorre portare con sè a seconda della meta e, in questa guida, ci sono alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.