Come visitare il Palazzo regio di Cagliari

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La Sardegna è una delle isole più grandi e più belle del Mediterraneo e per questo motivo ogni anno viene visitata da migliaia di turisti, soprattutto durante il periodo estivo. Per scoprire le sue bellezze naturali, bisogna girarla tutta in quanto ogni zona racchiude le sue particolarità. La maggior parte dei turisti che si reca in Sardegna, lo fa per trascorrere un periodo di vacanze all'insegna del mare cristallino, delle spiagge di sabbia bianca e del divertimento. Ma questa regione offre anche un patrimonio di arte e storia: uno dei simboli di questo aspetto è il Palazzo Regio di Cagliari, antica residenza reale, oggi sede della Prefettura del capoluogo sardo. Nella seguente guida vedremo come visitare il Palazzo regio di Cagliari.

25

L' ingresso è gratuito, aperto tutti i giorni escluso il Lunedì e il 1° Gennaio. Ha un orario di apertura estivo ed invernale, è opportuno informarsi tramite il sito di tutte le variazioni possibili. Si arriva percorrendo Via Roma e salendo il Bastione di Saint Remy. Si entra al piano terra dal portone centrale. Dopo la prima sala con mobili esclusivi si prosegue lateralmente in altre altrettanto affascinanti e ricche di reperti storici. A sinistra sono ubicati gli uffici della Provincia e a destra quelli del Prefetto.

35

Per arrivare al piano nobile del Palazzo si salgono le scale in marmo pregiato. Si trovano maestose sale arricchite da tessuti e mobili di valore. Nella Sala dei Ritratti troviamo i quadri del Viceré. Nella Sala della Bandiera è possibile ammirare il ritratto di Carlo Alberto e quello di Carlo Felice; si passa alla Sala Gialla soprannominata cosi per i tappeti di questo colore. Il palazzo, inoltre possiede anche la Sala Rossa e quella Verde.

Continua la lettura
45

Proseguendo il nostro itinerario si arriva allo Studio del Re e poi alla Sala del Consiglio che è la sede ufficiale dell'Amministrazione, adornata di affreschi e quadri che raffigurano varie scene della vita sarda. Anche qui non mancano ritratti di nobili e di personaggi passati alla storia per aver lasciato un segno nella città. Spesso nell'edificio vengono organizzate manifestazioni musicali, mostre ed eventi di ogni tipo. Cagliari ha un clima mite, questo le permette di poter essere visitata durante tutto l'anno senza problemi. È affacciata sul Golfo degli Angeli. Per la Sardegna è considerata la città più turistica e culturale dell'isola. Il mare è limpido e cristallino, la spiaggia è una delle più lunghe della penisola.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come arrivare e visitare il museo delle cere anatomiche di Susini a Cagliari

Cagliari è il capoluogo della Sardegna e non si può che rimanere affascinati dinnanzi alle sue bellezze e alla sua originalità. Dal mare cristallino (situato a due passi dalla città) alle stupende strutture monumentali storiche. Ma vi sono anche dei...
Italia

I migliori ristoranti di Cagliari

Di solito, quando sentiamo parlare della Sardegna, i primi pensieri che ci saltano in mente riguardano sicuramente il mare cristallino, le spiagge di sabbia bianchissima, l'estate e il sole. Di tutti questi elementi appena citati, la Sardegna occupa sicuramente...
Italia

Cosa visitare a Cagliari

L'Italia è un paese ricco di storia e di meraviglie naturali. La bellezza di certi luoghi la rendono unica, tanto che moltissimi sono gli stranieri e i turisti che in ogni stagione visitano le città italiane per scoprire i tanti itinerari degni di essere...
Europa

Come visitare le spiagge di Quartu Sant'Elena in Sardegna

Quartu Sant'Elena è una bella cittadina situata a sud della Sardegna, a pochi chilometri dal capoluogo. Cagliari e Quartu sono collegate tra loro non solo da una strada, ma anche dalla bellissima baia di Golfo degli Angeli: queste non sono altro che...
Europa

Come Muoversi in Sardegna

La Sardegna, regione meravigliosa in mezzo al mediterraneo è conosciuta dai turisti per le spiagge splendide, però offre anche degli itinerari stupendi, favolosi paesaggistici storici, in tutto il suo territorio, non soltanto quello costiero, ma anche...
Consigli di Viaggio

Come visitare le sette città reali: da cagliari a castelsardo

Questo itinerario di circa "285 km" ti condurrà attraverso le "sette città reali" in cui visitare la Sardegna, i suoi musei archeologici più famosi, e lungo alcuni splendidi tratti di costa. Da "Cagliari a Castelsardo" per coprire tutto, servono circa...
Consigli di Viaggio

Come spostarsi con gli autobus nella città di Cagliari

Cagliari è il capoluogo della fantastica regione della Sardegna: come ben si sa vi sono milioni di turisti che si trovano in questa città, o che da qui si spostano nelle città limitrofe per approfittare dell'enorme bellezza che sono in grado di offrire....
Europa

Come visitare le spiagge di Muravera in Sardegna

Come è noto, le spiagge della Sardegna costituiscono, per il turista il sogno di una meta raggiungibile da dover visitare almeno una volta nella vita. Una tra le spiagge più suggestive è quella di Muravera, nel cui comune è possibile ammirare la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.