Come visitare il parco della reggia di Caserta

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tra le bellezze che abbiamo in Italia, il Parco della Reggia di Caserta è quello che, bel 2009 si è guadagnato il titolo di " più bello d'Italia". La Reggia di Caserta fa parte dell'Unesco come patrimonio dell'umanità e tutti noi dovremmo immancabilmente visitarlo almeno una volta nella vita. Il Parco si estende per tre chilometri di lunghezza e 120 ettari di superficie immersi nel verde e costellati da una serie di incantevoli fontane. In questa guida ti spiegheremo come visitare al meglio questo splendido Parco.

26

Programmare in anticipo la visita

Come già accennato, il Parco della Reggia di Caserta è molto grande e necessita di almeno una mattinata intera per essere visitato tutto. È utile, quindi, programmare la propria visita con un po' di anticipo, ritagliandosi il tempo necessario per potersi godere al meglio questo meraviglioso Parco. È importante sapere che il complesso monumentale si trova al centro della città di Caserta, vicino alla stazione ferroviaria, ed è ben servito dal parcheggio comunale Carlo III.

36

Visitare il parco a piedi o in bicicletta

Si può accedere al Parco direttamente dai cortili del Palazzo Reale (ingresso viale Douhet) oppure entrando dall'ingresso secondario a via Giannone. Per gli orari di apertura è consigliabile visitare il sito ufficiale (il link lo trovi alla fine della guida).
Puoi visitare il Parco a piedi (ma ricorda che si tratta di una lunga passeggiata nel verde di circa 3 chilomenti), a bordo di carrozze trainate da cavalli (costo aggiuntivo) oppure su una bicicletta o un tandem, sempre noleggiabili sul posto con costi supplementari.

Continua la lettura
46

Ammirare la bellezza dei vialetti e delle fontane

Entrando, a sinistra potrai passeggiare tra i vialetti del Bosco Vecchio dove potrai ammirare la Castelluccia: un piccola fortezza, a forma ottagonale, che aveva lo scopo di far apprendere al giovane re le arti delle guerra e le strategie militari. Poco più avanti troverai la Peschiera Grande, un bacino artificiale con un isolotto al centro. Procedendo sul viale principale, incontrerai una serie di suggestive fontane con statue, giochi d'acqua e cascate: la Fontana Margherita, la Fontana dei Delfini, quella di Eolo, di Venere e Adone e quella di Cerere.

56

Visitare il Giardino Inglese

Arrivato alle pendici della collina, sulla destra si trova il Giardino Inglese, l'angolo più affascinate ed incantevole dell'intero Parco. Qui, oltre agli alberi secolari provenienti da tutto il mondo, potrai ammirare la Serra, il Casinò Inglese, il Labirinto e lo splendido "Bagno di Venere", dove una statua di Venere (in marmo di Carrara) è ritratta nell’atto di uscire dall’acqua di un piccolo lago, contornato da un bosco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come visitare il Parco del Retiro a Madrid

Madrid, la meravigliosa capitale e città più estesa della Spagna, è uno dei luoghi europei più ricchi di opere e monumenti da visitare. Chi si trova infatti a fare un viaggio in questa città non può fare a meno di ammirarne le bellezze artistiche...
Consigli di Viaggio

Come e cosa visitare nel Parco Naturale dell'Etna

Il vulcano Etna, divenuto Parco Naturale negli anni '80, nacque milioni di anni fa dal mare e con essa tutto il resto dell'isola di Sicilia. L'Etna è uno dei maggiori vulcani attivi di questa parte del mondo con i suoi oltre 3000 metri di altezza. Un...
Consigli di Viaggio

Come visitare il Parco Kruger in Sudafrica

Molto spesso, quando dobbiamo organizzare un viaggio, preferiamo rivolgerci presso una agenzia di viaggi che, essendo specializzata in questo settore, saprà sicuramente soddisfare tutte le nostre esigenze, permettendoci di vivere una bellissima esperienza....
Consigli di Viaggio

Come Arrivare Nel Parco Nazionale D'Abruzzo

Il Parco Nazionale d'Abruzzo rappresenta sicuramente una delle bellezze dell'Italia che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Esso in realtà è compreso tra tre regioni ovvero Abruzzo,Lazio e Molise. Pertanto non tutti sanno come...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere il parco del Poggio a Napoli

A Napoli, presso i colli Aminei, è possibile visitare un parco davvero molto interessante: il Parco del Poggio, dalla quale si può godere una vista mozzafiato del Golfo di Napoli. All'interno del parco, oltre ai begli angoli verdi, si trova anche un...
Consigli di Viaggio

Cosa mettere nello zaino per andare in un parco divertimenti

Quale bambino non sogna di andare in un'enorme parco divertimenti e scatenarsi tutto il giorno fra i mille giochi e le numerose attività? Beh fra i bambini troviamo anche molti ragazzi e molti genitori che adorano andare nei parchi divertimento, e sono...
Consigli di Viaggio

Come arrivare al parco divertimenti di Mirabilandia

Le attrattive estive che interessano molto sono sicuramente i parchi dei divertimenti. Sono strutture vastissime, come delle piccole città, con la presenza di mille attrattive per grandi e piccini. In Emilia Romagna c'è il noto parco divertimenti di...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare il teatro La Scala di Milano

Il Teatro La Scala di Milano rappresenta, sicuramente, uno dei principali simboli che caratterizzano il capoluogo della Lombardia. Esso, inoltre, risulta essere uno dei teatri più importanti della penisola italiana, in cui vengono eseguite delle rappresentazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.