Come visitare il parco nazionale del Joshua Tree

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Se vi trovate in California o state organizzando un viaggio in questo stato americano e cercate informazioni su come visitare il Parco Nazionale del Joshua Tree siete nel posto giusto.
Il nome deriva dal Joshua Tree, un particolare albero di yucca che cresce nell'area di estensione del parco che si trova su ben due deserti differenti: il Mojave e il Colorado.
Per visitare il parco servono da uno a più giorni a seconda della lunghezza dell'itinerario che volete percorrere e del numero di tappe per escursioni che volete effettuare.
Nel parco vi sono diverse strade che potete intraprendere, meglio se a bordo di un'auto con quattro ruote motrici. Per le escursioni invece potete utilizzare le pratiche mountain bike o più semplicemente spostarvi a piedi, vi sono diversi sentieri e gradi di difficoltà. Fate scorta di acqua perché potreste non trovarne lungo i percorsi e, soprattutto in estate, la temperatura potrebbe essere molto elevata.
Ma ora vediamo più nel dettaglio alcuni scorci per cui è famoso il Parco Nazionale Joshua Tree.

28

Occorrente

  • Acqua
  • Auto con quattro ruote motrici
  • Mountain bike
  • Abbigliamento adatto ad escursioni in zone roccioso-desertiche
  • Navigatore
38

Keys View e Cholla Cactus Garden

Keys View è sicuramente una delle destinazioni più popolari del parco, un luogo arroccato sulla cima delle alture di San Bernardino che permette una vista panoramica su tutta la Coachella Valley, dal Salton Sea alle montagne di Santa Rosa, potrete ammirare la cima della Montagna San Gorgonio e vedere in lontananza anche la faglia di San Andreas. Dal Keys View inizia il percorso panoramico chiamato Geology Tour Road che, attraversando formazioni rocciose che vi lasceranno senza fiato, vi condurrà al Cholla Cactus Garden, una distesa di numerosi cactus di diversi tipi. Il percorso all’interno del giardino è lungo circa 400m metri. Attenzione alle spine!

48

Skull Rock, Jumbo Rocks Campground e la Split Rock

La Skull Rock è un'altra meta da non perdere all'interno del Joshua Tree National Park. Come si può ben capire dal nome, è una roccia a forma di teschio la cui origine è dubbia data la perfezione con cui sembra essere stata scolpita. La roccia è anche il punto di partenza dello Skull Rock Trail, ovvero un percorso di circa 2.7 km che conduce sino al Jumbo Rocks Campground, una distesa di rocce di varie forme e dimensioni. Qui potete liberare la vostra fantasia cercando di vedere animali o castelli nelle composizioni rocciose o semplicemente godervi il tramonto con il sole che le illumina.
La Split Rock è un'altra roccia molto particolare data la sua forma e quel taglio che la divide in due, non perdete l'occasione di ammirare il deserto da questo speciale luogo.

Continua la lettura
58

Hidden Valley e Arch Rock

Dal Centro Visitatori dell’Entrata Ovest potete avventurarvi alla ricerca della Hidden Valley, a segnare l'inizio del sentiero vi è l'Intersection Rock, un grande ammasso roccioso.
Da questa raccia intraprendete un sentiero lungo circa 2.5 km attraverso uno stretto passaggio racchiuso da due giganteschi muri di roccia, al termine del percorso la Hidden Valley si aprirà d'innanzi ai vostri occhi con la sua distesa desertica ricca di cactus e altri massi dalle incredibili forme e dai caldi colori mentre vengono illuminati dal sole.
Per raggiungere l'Arch Rock dovete invece spostarvi nella parte nord del parco, per arrivarci dovete prendere la Pinto Basin Road e parcheggiare a White Tank Campground, da qui, in un percorso di circa 500 metri, potrete ammirare la famosa roccia a forma d'arco e innumerevoli altre rocce sulle quali potete arrampicarvi e scattare delle meravigliose foto ricordo!

68

Oasi e Wash

Il Joshua Tree Park non è solo rocce e deserto, vi si trovano anche alcune oasi ma per raggiungerle dovete prepararvi a camminare un bel po'! La 49 Palms Oasis si raggiunge dopo un percorso di circa 5 km mentre per raggiungere la Lost Palms Oasis, incastonata tra le montagne nella zona sud est del parco, i chilometri da percorrere sono ben 11!
La Cottonwood Spring Oasis si trova anch'essa nella zona sud del parco è importante sia dal punto di vista storico che faunistico, nei secoli è stato dapprima luogo di insediamento di una tribù di nativi americani e in seguito punto di riferimento per la corsa all'oro.
Da citare anche i Wash, distese sabbiose che durante i forti acquazzoni si riempiono di acqua che scorre veloce tra i canyon. Una volta che l'acqua ha abbandonato il terreno si vedranno crescere numerose piante fino a quando, con la calura estiva, torneranno distese desertiche.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate scorta di acqua potabile perchè la poca acqua presente all'interno del parco è destinata a flora e fauna
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Oggigiorno il parco comprende anche i Monti Alburni. La sede istituzionale, si è appoggiata agli uffici della Comunità Montana Lambro e Mingardo, primissimi anni di vita del Parco, all'epoca a Futani. Oggi infatti invece si trova nella cittadina di...
Italia

Come visitare il parco di Monza

Il parco di Monza è un vastissimo spazio verde situato nella provincia brianzola. All'interno di esso è presente una facciata della struttura neoclassica simbolo della città, ovvero la Villa Reale, costruita attorno al 1777 su richiesta di Maria Teresa...
Italia

Parco del Gran Paradiso: escursione di due giorni

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è un'area protetta, istituita dallo Stato nel 1922, con lo scopo di conservare e tutelare gli ambienti e gli animali delle valli che circondano il massiccio del Gran Paradiso 4061m. Una di queste valli è la Valsavaranche,...
Italia

10 cose da vedere nel parco del Delta del Po

Tra le Province di Ferrara e Rovigo, serpeggia il Po con il suo corso impetuoso durante le piene, dolce e rilassante nei paesaggi durante le stagioni secche. Alla fine del suo percorso il delta del fiume si divide in una serie di fiumi che ne determinano...
Italia

Calabria: come muoversi e cosa visitare

La Calabria è una ragione che accontenta i desideri di tutti i vacanzieri col suo mare, sole e montagne. Essa ha una spiaggia lunga 800 chilometri tra spazi sconfinati ed insenature. Potrete visitare i fondali marini, che sono le mete di tutti gli appassionati...
Italia

10 posti da visitare sul Gargano

Il Gargano è conosciuto anche come lo "Sperone d'Italia" ed è una zona che va a formare il cosiddetto "tacco" dello stivale italiano. Viene completamente circondato dal Mar Adriatico e si trova vicino alla provincia di Foggia. Il Gargano è il luogo...
Italia

Campania: come muoversi e cosa visitare

Se si vuole visitare una regione dell'Italia meridionale davvero affascinante questa è la Campania. È un territorio ricco di storia caratterizzato da continue colonizzazioni risalenti dagli antichi Greci e Fenici che si muovevano in queste acque per...
Italia

Marche: come muoversi e cosa visitare

Le Marche è una regione dell'Italia centrale, spesso, sottovalutata come meta turistica. Questa terra, invece, è ricca di molti luoghi caratteristici ed offre la possibilità di praticare escursioni. In questa guida vi illustreremo come muoversi e cosa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.