Come visitare il Planetario di Milano

Tramite: O2O 06/05/2017
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Per visitare il Planetario di Milano, collocato all'interno di una costruzione neoclassica avente un'enorme cupola e vicino al Museo Civico di Storia Naturale, è necessario recarsi nei giardini di Via Palestro in zona Porta Venezia: questo edificio venne progettato dall'architetto Piero Portaluppi su richiesta dell'editore svizzero Ulrico Hoepli (che lo regalò alla città di Milano nell'anno 1929) e fu inaugurato l'anno successivo (1930). Nella seguente semplice e pratica guida esplicata dettagliatamente nei passaggi susseguenti, vi spiegherò esaustivamente come bisogna visitare il Planetario di Milano!!!

26

Struttura

Il Planetario di Milano è a forma ottagonale e, al proprio interno, è presente la più estesa sala di proiezione: la sua cupola di riproduzione ha un diametro di circa "20 m", ricopre una superficie di "600 m^2" (metri quadrati) e dispone di 320 posti a sedere. Il suo obiettivo consiste nel far apprezzare l'astronomia e le proprie scienze agli studenti ed a tutti coloro che desiderano capire i misteri del cielo; durante l'anno, sono previsti degli incontri, delle conferenze e dei laboratori dove gli esperti d'astronomia: forniscono delle chiare e dettagliate informazioni sulle stelle, sui pianeti, sulle galassie e sulle costellazione; rispondono ad ogni tipologia di curiosità e domande dei visitatori.

36

Come raggiungerlo

Il Planetario di Milano può essere raggiunto con la metropolitana (utilizzando la linea rossa "1"), il treno (scendendo alla Stazione di Porta Venezia poco distante dal fabbricato, alla Stazione Centrale, alla Stazione di Piazzale Cadorna oppure alla Stazione di Porta Garibaldi, dove dovrete prendere prima la linea verde "2" della metropolitana fino a Loreto e poi la linea rossa "1" fino a Porta Venezia) o la vostra automobile (poiché nella zona è presente un parcheggio a pagamento).

Continua la lettura
46

Meteoriti

Appena entrerete nel Planetario di Milano, dovrete assolutamente: ammirare l'esposizione di meteoriti nell'atrio; scendere nella sala circolare coperta dalla cupola, dove vedrete lo strumento planetario (gigantesco proiettore di Zeiss Modello IV, istallato nel 1968), grazie a cui viene riprodotta la volta celeste, vengono proiettate le stelle ed i corpi celesti sopra uno schermo costituito da pannelli d'alluminio forato, e viene mostrato il cielo sotto differenti latitudini (consentendo cosi, ai visitatori, di osservare il sorgere ed il calare degli astri da ogni punto del pianeta e durante le varie stagioni).

56

Sistema multimediale

Il Planetario di Milano è dotato di un sistema multimediale davvero sofisticato (con tre videoproiettori aventi due laser comandati attraverso un computer), che è capace di creare e trasmettere delle fotografie, dei disegni, delle riprese e degli effetti speciali rendendo molto realistico l'immagine dell'intero universo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Come visitare i dintorni di Milano

Abbiamo deciso di proporvi questa guida, che vuole essere un aiuto concreto, per tutti coloro che amano viaggiare e vivere a contatto con le città che non si conoscono. Nello specifico vogliamo aiutare tutti costoro, a capire come poter visitare i dintorni...
Italia

5 buoni motivi per visitare l'Artigiano in fiera a Milano

Il 2 dicembre L'Artigiano in Fiera, la più grande fiera internazionale dell'artigianato, apre a Milano Rho la sua ventiduesima edizione. Sono oltre 100 i paesi rappresentati e gli stand da visitare. Il tema è "Artigiani creatori di bellezza e di bontà....
Italia

Luoghi romantici a Milano

Milano, capitale economica dell'Italia e città della moda e degli affari per eccellenza, è anche una meta ricca di luoghi romantici nei quali è possibile trascorrere le proprie vacanze o che semplicemente si possono visitare. Le coppie di innamorati...
Italia

Breve guida al centro di Milano

Se avete in mente di trascorrere qualche giornata a Milano e siete curiosi di ammirare le bellezze artistiche e culturali di questa città, continuate a leggere questa guida e scoprirete tutti i posti che potrete visitare al centro di Milano. Mettetevi...
Italia

Milano e dintorni in auto

La Milano da vedere deve essere anche vissuta: in tal caso o ne sarete attratti dalla sua pulsante vita o la odierete. La città meneghina dispone di un'efficiente rete di trasporti pubblici, ma per chi volesse visitare sia il centro città che i dintorni...
Italia

5 cose da vedere a Milano di sera

Milano è una delle città più eleganti e raffinate, ma anche la capitale europea della moda e di tantissimi altre eventi. Sicuramente questa città offre mille attrattive, e in particolar modo di sera sono tanti i luoghi di divertimento in cui si scatena...
Italia

Le montagne più vicine a Milano

Milano è una delle città più belle d'Italia, essa è il capoluogo della Lombardia e grazie al suo milione e mezzo di abitanti, è la seconda città più popolata dell'intera nazione dopo la capitale italiana, considerando invece le città d'Europa...
Italia

Come raggiungere il lago di Como da Milano

Se da Milano vuoi raggiungere il lago di Como alla ricerca di un po’ di relax in uno degli scenari più belli di Italia, o se invece devi raggiungere il lago per un qualsiasi altro motivo ma non sai come fare, in questa guida ti spiegherò tutti i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.