Come visitare il Santuario del Divino Amore a Roma

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il santuario della Madonna del Divino Amore è un santuario di Roma composto da due chiese: quella antica è del 1745, quella nuova è invece del 1999. È tuttora una meta di pellegrinaggio cara ai romani. Durante l'estate ogni sabato si tiene un pellegrinaggio notturno a piedi da Roma al santuario. Il santuario è sede della parrocchia di Santa Maria del Divino Amore a Castel di Leva, eretta, in forza della lettera apostolica di papa Pio X Quamdiu per agri romani del 24 maggio 1912, con il decreto del cardinale vicario Francesco Marchetti Selvaggiani Cum Summus Pontifex del 1º dicembre 1932. Ma come visitare questo magico Luogo?

26

Vi sono presenti anche Hotel posti solo per chi visita il santuario, e Le Comunità Alloggio sono dotate di stanze doppie arredate, con bagno interno, cucina centrale a disposizione degli ospiti, spazi comuni per le attività ricreative, di relax o di incontro. Si visita seguendo i vari cartelli posti, con le indicazioni, è un posto suggestivo che regala grandi emozioni.

36

A cominciare dalla chiesa più vecchia, risalente al 1975, L'Antico Santuario situato su una collinetta, che costituisce il cuore principale di tutto il complesso, La piccola chiesa fu realizzata nel 1744 su progetto dell’architetto napoletano Filippo Raguzzini. La miracolosa immagine della Madonna del Divino Amore vi fece il suo primo ingresso il lunedì di Pasqua del 1745, 19 aprile. Durante l’Anno Santo del 1750, il 31 maggio, il Cardinale Carlo Rezzonico – il futuro Clemente XIII – consacrò la chiesa e il suo altare maggiore al Divino Amore.
Il 13 maggio 1883 la Miracolosa Immagine della Madonna venne incoronata dal Capitolo Vaticano.
Attraverso una passeggiata a piedi si passa a visitare le varie zone tra cui; la Torre del primo miracolo, e davanti ad essa si trova la Grotta di Lourdes, luogo di devozione a ricordo del centenario delle apparizioni della Beata Vergine a Lourdes, e dove molte persone si fermano a pregare e chiedere "Grazie".

Continua la lettura
46

Si prosegue verso i luoghi di preghiera fino ad arrivare al Nuovo Santuario, un'enorme costruzione moderna inaugurata nel 1999, il cui interno è molto suggestivo e costituito da grandi vetrate colorate. Inoltre la progettazione del Nuovo Santuario, tuttavia, si rivelò di non facile attuazione per un suo armonioso inserimento nell’ambiente, nonostante fosse vivo il desiderio di esaudire il voto e si avvertisse la necessità di un tempio più rispondente alle esigenze pastorali.
All'esterno del nuovo santuario si trova un bellissimo laghetto nel cui centro spicca il monumento a Cristo, in bronzo vetro e marmo.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scarpe comode , e Tanta Voglia di Camminare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare il Santuario Maria Assunta a Varallo Sesia

Se ambirai a visitare questo bellissimo santuario, dovrai prepararti anche spiritualmente ad affrontare un percorso per giungere in cima. Esso è infatti situato sul Sacro Monte Varallo, che tra i Monti Sacri è il più antico e riveste un grande interesse...
Europa

Come visitare il Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio

In una stanza della casa del signor Salera c'era un'immagine sacra, dipinta da Busca di Clusone e raffigurante Gesù crocefisso con la Madonna e alcuni Santi a lato. Fu in questa stanza che il 23 giugno del 1607 che alle figlie di Salera apparve la Madonna...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere e visitare il santuario di Santa Rosalia a Palermo

In ogni città, paese, comune d'Italia, perfino in ogni piccola frazione vi è un Santo Patrono, a cui sono state dedicate le Chiese ed a cui si rivolgono i fedeli, soprattutto nei momenti più difficili della loro esistenza per aiuti e preghiere. Ogni...
Europa

Consigli per il pellegrinaggio a Lourdes

Da sempre Lourdes richiama annualmente pellegrini, tra credenti ed atei. Piccola cittadina francese di circa 16.000 abitanti, divenne nota a partire dal 1858, quando una giovane contadina assistette ad alcune apparizioni della Beata Vergine Maria. Da...
Europa

Come visitare Tarcento nel Friuli Venezia Giulia

In questa guida forniremo indicazioni su come visitare Tarcento nel Friuli Venezia Giulia, percorrendo un interessante itinerario che da Nimis, altra località di grande interesse storico e paesaggistico, ci porterà a Tarcento. Si tratta di una delle...
Consigli di Viaggio

Come visitare Dinnammare e il santuario degli innamorati

Il monte Dinnammare, si trova a sud di Messina, si chiama così perché si affaccia tra due mari: lo Jonio ed il Tirreno. Esso da anche il nome al santuario, nascosto sulla sua vetta e ribattezzato dagli abitanti “Santuario degli Innamorati”. Chi...
Europa

Come visitare Colbertaldo

Colbertaldo è situato in veneto, in provincia di Treviso ed è una piccola frazione di Vidor. Esso sorge ai piedi di alcuni rilievi collinari ed è attraversata dal fiume Rosper. Le origini di questa frazione sono molto antiche e il nome è legato alla...
Europa

Come visitare San Giovanni Rotondo

L'Italia è un paese con una cultura davvero vasta, e dove si possono trovare luoghi il cui tempo sembra essersi fermato, forografando un'epoca storica ancora ben visibile. Tra i più bei bosti da visitare certamente San Giovanni Rotondo è uno di questi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.