Come visitare il sito archeologico di Nora

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La sardegna è una delle isole più bella è affascinanti della nostra amata Italia. La fondazione e la vita della città di Nora inizia nell'VIII secolo a. C. Ma si sviluppa soprattutto nel periodo punico, trasformandosi in centro amministrativo e religioso oltre che commerciale. In questa guida vedremo come visitare il sito archeologico di Nora.

24

L'antica città di Nora è collocata su un promontorio, il capo di Pula, separato dalla terraferma da un istmo che si estende in due punte: fu tra i primi stanziamenti fenici della Sardegna e fu fondata, secondo le testimonianze letterarie e secondo la leggenda, da un eroe di provenienza iberica chiamato Norace. Ben conservati anche i resti delle Terme a mare, con due porticati da cui si accedeva all'interno. Altro monumento importante è il complesso di Esculapio, con una grande terrazza mosaicata, databile al secolo IV A. C. Oltre alle piccole terme e a quelle centrali, da segnalare quanto rimane del cosiddetto tempio di Tanit, punico, da dove la vista spazia sull'aggregato urbano. Tra le abitazioni signorili, la meglio conservata è la casa dell'atrio tetrastilo, con mosaici pavimentali, preziosa testimonianza del tipo di abitazione patrizia separata dal centro urbano. Nelle giornate di mare calmo, parte della città traspare dalle acque che l'hanno sommersa. Altri resti punici, tra cui un'iscrizione dove per la prima volta è documentato il nome Sardegna, sono in esposizione nel Museo archeologico di Cagliari. La maggior parte degli altri elementi risale al periodo romano.

34

Per arrivare agli scavi di Nora, da Cagliari, si percorre la strada statale 195 sino al Km 27: qui si svolta a sinistra per Pula (si possono trovare cartelli turistici), dove si trova la Via Nora, che porta al mare, e la si percorre per 3 Km. Arrivati all'ingresso, si paga il biglietto di 5,50 euro che comprende anche la visita al museo di Pula.

Continua la lettura
44

Lasciati a sinistra dell'entrata alcuni ruderi di un edificio termale, si incontra la grande piazza del Foro, pavimentata in andesite come tutta la rete viaria; sulla destra, un tempio con un pronao di sei colonne e un altare. Continuando il tracciato viario, si trova uno degli edifici meglio conservati, il Teatro, dell'epoca fra Traiano e Adriano. Gli archi e le mura in rovina danno un'idea delle dimensioni degli edifici originari di Nora. Particolarmente scarse sono le testimonianze della dominazione cartaginese, nonostante l'intensa attività commerciale che si deduce dalle fondamenta di magazzini e dal contenuto delle tombe, oggetto di scavi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Come visitare il sud Sardegna: Pula, Tharros e Chia

Tra le tante terre meravigliose presenti in Italia, la Sardegna è sicuramente una di quelle più degne di nota e che non si può non vedere almeno una volta nella vita. Se il Nord dell'isola, con la celebre Costa Smeralda, è abbastanza famoso, il Sud...
Italia

Cosa vedere nel Cagliaritano

In questa bella guida turistica che abbiamo deciso di proporre, vogliamo parlarvi di cosa poter vedere nel cagliaritano, un paese davvero unico e speciale, per ciò che riesce ad offrire ai propri turisti, che decidono di andare a visitarlo e conoscerlo...
Europa

Come E dove fare le immersioni in Sardegna

Se siete amanti del mare e delle immersioni allora sentite sicuramente il bisgono di tuffarvi in acque cristalline per ammirare fondali colorati e vitali. Ma ciò non vuol dire, come molti sostengono, che bisogna viaggiare molto e andare lontano. Infatti...
Consigli di Viaggio

Le migliori strade panoramiche italiane

Se si decide di fare un viaggio in Italia spostandosi con la propria auto, l'opportunità da non perdere è quella di percorrere almeno una (ma se riuscite anche qualcuna di più) delle migliori strade panoramiche italiane. Ce ne sono parecchie sparse...
Europa

5 cose da non perdere a Galway

Se si ama l'ambiente bucolico e al confine tra il mondo reale e l'immaginario creato da Tolkien, non si può non visitare Galway, località irlandese intrisa di cultura e leggende celtiche, nonché meta giovanile sempre più ricercata. In questa breve...
Europa

Come visitare Il Museo Archeologico E Grotta Di San Michele Ad Ozieri

La Sardegna è una meta conosciuta e rinomata per il turismo, anche se viene vista principalmente come località balneare, tralasciando purtroppo le molteplici bellezze naturali, storiche ed architettoniche che l'isola offre. Un esempio di ciò è la...
Europa

Come e cosa visitare in Sardegna: Villanovaforru, complesso Nuragico di Genna Maria

Nella zona della Marmilla in Sardegna, la pianura del Campidano cede il passo alle colline verdeggianti. Questo luogo è ricco di zone storiche ed archeologiche di grande interesse per gli amanti del genere. In questa guida vedremo come e cosa visitare...
Europa

Come visitare la Sardegna: Carbonia e dintorni

La Sardegna è un'isola italiana, situata al centro del mare Mediterraneo. Essa è molto rinomata dal punto di vista turistico e attira innumerevoli persone provenienti da diverse regioni italiane e non solo. In quest'isola, nella zona meridionale, sorge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.