Come visitare Jesi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

In provincia di Ancona nelle Marche si trova Jesi, comune che conta oltre quarantamila abitanti. L'etimologia del nome proviene dalla parola "aesis", ovvero "acqua" o "fonte", che era il nome della città in età romana. Un'altra tesi attribuisce il termine "Aesis" al nome di un condottiero greco che si insediò con le sue truppe nei territori piceni. Jesi ha quindi origini davvero molto antiche. Le testimonianze delle sue radici si ritrovano specialmente nel centro storico, racchiuso del tutto all'interno di mura quattrocentesche. Jesi è dunque una città ricca di tradizioni e di importanti monumenti. Una tappa da non trascurare, per i nostri viaggi. A tal fine, scopriremo qui di seguito come visitare al meglio Jesi.

28

Occorrente

  • Passione per i viaggi, per la storia e la cultura.
38

Jesi è celebre per la nascita dell'imperatore Federico II di Svevia, avvenuta nel 1194 all'interno di una tenda nella piazza centrale della città. Oggi, presso piazza Federico II, è possibile ammirare e visitare il Duomo. Questo luogo di culto venne costruito nel Medioevo e dedicato a San Settimio. La progettazione e la costruzione del campanile risalgono al diciottesimo secolo. La sua ispirazione volse verso quello vanvitelliano del Santuario della Santa Casa di Loreto, luogo d'interesse non troppo lontano da Jesi.

48

Altro monumento storico da visitare è il Teatro Pergolesi. Questo edificio venne costruito nel Settecento e la sua facciata si può ammirare in piazza della Repubblica. Anche attualmente è uno dei maggiori centri della vita culturale della città. Venne intitolato al celebre violinista e compositore Giovanni Battista Pergolesi, nato a Jesi e divenuto uno dei maggiori musicisti del barocco italiano. Oggi il monumento è sede di una delle stagioni teatrali più ricche delle Marche. Chi ha passione verso questo genere di musica, potrà presenziare ad uno dei tanti eventi in programma in questo teatro.

Continua la lettura
58

A coloro che amano le curiosità e/o le personalità legate al territorio, si ricorda che Jesi è famosa anche per la sua prestigiosa società sportiva di scherma. Presso di essa si sono infatti formate campionesse, quali Valentina Vezzali e Giovanna Trillini. Inoltre le zone sono note anche per aver dato i natali a due delle attrici più importanti della scena teatrale e cinematografica italiana: Virna Lisi, purtroppo scomparsa di recente e poi Valeria Moriconi. Infine, è bene ricordare uno dei prodotti enogastronomici che ha contribuito a rendere celebre la città. Ovvero il Verdicchio dei Castelli di Jesi, uno dei vini bianchi italiani più pregiati e noti, anche a livello internazionale.

68

Per visitare Jesi è utile sapere che essa è facilmente raggiungibile da tutte le maggiori vie di comunicazione. Dall'autostrada A14, si procederà verso l'uscita di Ancona nord. Poi si percorrerà la superstrada 76 in direzione di Roma e Fabriano, uscendo allo svincolo che consente di raggiungere il centro città. Jesi si può raggiungere comodamente anche in treno, in quanto possiede una stazione ferroviaria sulla linea che collega Roma a Falconara. https://it.wikivoyage.org/wiki/Jesi.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nella nostra visita a Jesi, gustiamo la tipica e saporita gastronomia di questa città.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come e cosa visitare nelle Marche

La regione delle Marche è delimitata ad ovest dalla catena montuosa appenninica con rinomate stazioni sciistiche e con affascinanti sentieri escursionistici. Tra l'Appennino e la costa adriatica è presente anche un paesaggio collinare, nel quale viene...
Italia

Osimo: la città dei senza testa

Osimo la città machigiana che si trova in provincia di Ancona è anche chiamata "La città dei senza testa" perché nell'atrio del Palazzo Comunale si trovano delle statue rappresentati eroi romani in toga che sono acefale, appunto senza teste. La leggenda...
Italia

Marche: come muoversi e cosa visitare

Le Marche è una regione dell'Italia centrale, spesso, sottovalutata come meta turistica. Questa terra, invece, è ricca di molti luoghi caratteristici ed offre la possibilità di praticare escursioni. In questa guida vi illustreremo come muoversi e cosa...
Italia

Le migliori sagre delle Marche

La Regione Marche è conosciuta come una delle regioni italiane con il maggior numero sagre. Ciò è dovuto sia all'enorme quantità di prodotti e piatti tipici, sia perché è una delle poche regioni che cerca di valorizzare degnamente i propri prodotti...
Europa

Come visitare Osimo

Piccola cittadina in provincia di Ancona, Osimo è il posto ideale dove trascorrere un pomeriggio, passeggiando tra le vie del suo centro storico, per ammirare la bellezza mozzafiato del panorama, delle sue chiese, dei palazzi storici e molto altro ancora....
Italia

7 cose da non perdere nelle Marche

Tra le più belle regioni d'Italia non possiamo non annoverare le Marche, terra ricca di storia, di paradisi naturali e soprattutto di mare. In questa regione vi sono infatti alcune tra le più belle spiagge d'Italia, nonché borghi e piazze incantevoli...
Consigli di Viaggio

Come arrivare agli scogli delle Due Sorelle ad Ancona

Nel mondo, e soprattutto in Italia, esistono luoghi meravigliosi da visitare almeno una volta nella vita. Il nostro Paese è infatti ricco di storia e tradizione. I bellissimi scogli delle "Due Sorelle", ad esempio, fanno parte del Parco del Conero, situato...
Europa

Come visitare Porto Recanati

Porto Recanati è una località balneare situata nelle Marche, in provincia di Macerata. È l'ultima cittadina di mare che si incontra lungo la Riviera del Conero, partendo da Ancona e procedendo verso sud. Spiagge ben attrezzate, discoteche e locali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.