Come visitare la città di Barletta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Barletta è una nota città pugliese, se volete visitare un sito ricco di storia, siete nel posto giusto. Qui di seguito vedremo come fare proponendovi un interessante tour del sito, che vi consentirà di ammirare in un' unica giornata le bellezze architettoniche della città dalle Cento Chiese. Il periodo migliore è la primavera ma, nel caso in cui vorreste fare anche un salto al mare, allora sono perfetti anche i mesi estivi per unire un viaggio culturale ad relax godendo di tutti i benefici delle meravigliose spiagge pugliesi.

26

Per ammirare Barletta, si consiglia di visitarla a piedi iniziando il tour dal Castello di Federico II di Svevia in Piazza Castello. La struttura venne costruita come fortezza a scopo difensivo, tale architettura risulta essere un punto strategico a tutti gli effetti: con la Cattedrale di Santa Maria Maggiore, situata a pochi passi, costituisce il punto centrale della città, sede della vita cittadina.

36

Dopo aver visitato la cattedrale, non si può non visitare il simbolo della città: il Colosso di Barletta, meglio noto a livello locale come Eraclio. Essa è una statua di bronzo alta ben 4,50 metri, risalente al V secolo raffigurante l'imperatore Teodosio II. Il grande imperatore viene rappresentato avendo nella mano destra una croce e in quella sinistra un globo, a rappresentare con grande probabilità il potere terreno e il potere divino.

Continua la lettura
46

Alle spalle del colosso sorge una delle chiese più belle e antiche di Barletta: la Basilica del Santo Sepolcro, essa è strettamente collegata con la Terrasanta e il Sepolcro di Gesù Cristo; al suo interno è custodita un' importante reliquia per il mondo cristiano, un pezzo del legno della croce di Gesù Cristo. Ora non vi resta che proseguire per via Nazareth, una strada interessante sia da un punto di vista storico e architettonico che dal punto di vista della vita notturna della città.

56

Sulla sinistra potrete ammirare il Palazzo della Marra, uno dei più prestigiosi esempi di architettura rinascimentale di tutta la Puglia. Al secondo piano di tale edificio potrete ammirare la bellissima Pinacoteca di De Nittis, che accoglie le opere di Giuseppe De Nittis, onorato cittadino di Barletta. Se amate arte e cultura, tappa obbligata per voi in questa pinacoteca. Le opere sono state donate alla città natale dalla moglie dell'artista e rappresentano alcune tra le più belle opere italiane dell'800; tra queste figura l'opera più importante di De Nittis e orgoglio della città: "Colazione in giardino".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potrete tranquillamente continuare il tour della città di Barletta e visitare le antiche mura della città (Paraticchio) e la porta che delimitava l'ingresso alla città (Porta Marina). La bellezza della città di Barletta è che camminando si possono ritrovare davanti agli occhi opere spettacolari e chiese degne di merito

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come e perchè visitare la città di Aubagne in Francia

Aubagne è una cittadina posizionata nella Provenza meridionale, a pochi chilometri dalla metropoli di Marsiglia. Essa si affaccia sulla Costa Azzurra, su una magnifica conca naturale e su un meraviglioso mare trasparente. Aubagne non è proprio simile...
Europa

Come visitare la città di Heilbronn in Germania

Heilbronn è rappresenta una città extracircondariale delle Germania che si trova nel Land del Baden-Württemberg. Collocata sulle rive del fiume Neckar, questa è una località indipendente appartenente al distretto governativo di Stoccarda. HeilBronn...
Europa

Le migliori città europee da visitare

Partire per uno splendido viaggio assieme ai nostri amici od assieme ai nostri famigliari, è un qualcosa di molto divertente e di entusiasmante. Se abbiamo scelto come meta per il nostro viaggio l' Europa, nulla è meglio del visitare le migliori città...
Europa

Come e perchè visitare la città di Santander in Spagna

In questa guida vedremo come e perché visitare la città di Santander in Spagna. Santander si trova in Cantabria, nella costa nord della nazione. Città moderna ed elegante, si affaccia direttamente sull'Oceano Atlantico ed è una rinomata meta balneare...
Europa

Come visitare la città di Baia Mare in Romania

Il mondo moderno è ricco di paesaggi meravigliosi e luoghi mozzafiato che vale la pena di visitare almeno una volta nella propria vita. Esistono infatti numerosi posti, quasi sempre sconosciuti, che sono ricchi di bellezze, di cultura e di fascino. Uno...
Europa

Come visitare la città di Worgl in Austria

In Austria si possono visitare tantissime cittadine. Ovviamente, ognuna di queste offre caratteristiche e particolari diversi. Tra le più gettonate esiste Worgl, una piccola città che si trova nel Tirolo. Worgl è molto vicina ai monti austriaci ed...
Europa

Le 5 città più interessanti da visitare in Romania

La Romania è una regione situata nell'Europa centro-orientale bagnata dal Mar Nero, offre ai turisti delle località costiere tra le più belle da visitare e nelle sue zone montuose si può godere di magnifici paesaggi ricchi di grotte e pozzi. Molte...
Europa

Come E Perchè Visitare Le Città Di Komàrno E Komàrom

Tra Ungheria e Slovacchia ci sono due città che vale senz'altro la pena vedere e conoscere. Due città incantevoli, non tanto grandi, che vi stupiranno per la loro bellezza. Stiamo parlando delle città di Komàrom e Komàrno, che si trovano proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.