Come visitare la diga del Vajont

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La diga del Vajont fu lo scenario del disastro accaduto nel 1963, quando la frana del Monte Toc creò un'inondazione senza pari nella storia. Visitare un luogo con questo carattere di profonda identità culturale significa avere a che fare con sensibilità e memoria, due caratteristiche che nelle dolomiti si respirano fin da subito.

26

Occorrente

  • Auto, moto o camper
  • Documentazione storica
  • Visita alla Pro Loco di Longarone
  • Abbigliamento da trekking
36

Prima di tutto occorre avere adeguate informazioni sui luoghi da vedere e immortalare nella memoria, perché l'inondazione travolse anche le vallate prospicienti di Longarone e nella zona della Val Zoldana, vicino a Erto dove risiedono attualmente le rovine del tempo, messe comunque in sicurezza dagli archeologi. In questi posti vivono ancora alcuni valligiani, potrebbe essere interessante una volta in loco chiedere loro qualche informazione su eventuali scorci "segreti", quelli che ogni Paese racchiude e poche guide turistiche sanno riportare.

46

Per arrivare nella zona della diga del Vajont è sufficiente prendere l'autostrada per Vittorio Veneto e proseguire sulla Statale Alemagna fino a Longarone. Le indicazioni situate alla destra della zona di arrivo conducono verso Erto e la Diga. Chiunque abbia intenzione di intraprendere un viaggio col camper, deve prestare molta attenzione guidando con prudenza, in quanto la strada è molto ripida e ci sono numerosi tornanti con gallerie strette. Una volta intrapreso il percorso, il parcheggio non è un problema, in quanto c'è molta disponibilità di posteggio e non ci sono molti "turisti" da quelle parti, in quanto sono davvero pochi coloro che vogliono arricchirsi di un pezzo di storia italiana che, per quanto elemento fondante della collettività, rimane comunque il riflesso di un luogo in cui occorre comportarsi con rispetto.

Continua la lettura
56

Per visitare la diga del Vajont è sufficiente partire dalla Chiesa principale sita in piazza. Alle spalle della struttura è possibile ammirare il Monte Toc inserito in quello che una volta era un lago. Lungo la strada che scende a Pordenone, si trova invece un sentiero che permette di addentrarsi e risalire il Monte Toc, entrando nel cuore del territorio. Sempre avendo come punto di riferimento la Chiesa, scendendo verso Longarone, nella roccia è possibile visionare i nomi dei caduti del Vajont. Il giorno più indicato per visitare questi posti rimane comunque un feriale, in quanto nei festivi ci sono famiglie e curiosi che non mancano di prendere parte a visite accurate, con relativi pellegrinaggi nei luoghi di interesse.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare l'abbigliamento elegante, preferire assolutamente quello sportivo
  • Lo zaino è il più comodo e indicato come contenitore

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare il Deutsches Museum di Munchen

Se trascorrerete le vostre prossime vacanze a Munchen, allora meta imperdibile è il Deutsches Museum. È il più grande museo al mondo di scienza e tecnologia. Ogni anno attira milioni di visitatori. Infatti ha ben 28 .000 oggetti riguardanti la tecnologia...
Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare Foligno

Foligno è la terza città umbra, tra Perugia ed Assisi. Industriosa e moderna, conta circa 57.000 abitanti. Prevalentemente in pianura, si può visitare sia a piedi che in bicicletta. Come e perché trascorrere le vacanze a Foligno? Perché è il più...
Consigli di Viaggio

Texas: le migliori città da visitare

Quando si pensa al Texas ci vengono in mente subito due immagini: la prima è senz'altro Clint Eastwood da giovane, bellissimo, quando recitava nei famosissimi film appartenenti al genere spaghetti - western. La seconda è la Route 66 la lunghissima strada...
Consigli di Viaggio

Arizona: le migliori città da visitare

L' Arizona è uno degli stati tra i più importanti degli Stati Uniti d'America e inoltre fa parte anche degli stati sud-occidentali. Sono numerose le città che fanno parte di questo stato, tra le migliori possiamo trovare le città di Phoenix, Tucson...
Consigli di Viaggio

Come visitare Venezia in un giorno

Venezia è una delle più belle città del mondo, città d'arte di grande valore culturale dal fascino impareggiabile. Venezia richiama il ricordo della mitica città di Atlantide sommersa. Con la differenza che Venezia è la città che affiora dalle...
Consigli di Viaggio

Come visitare i monumenti più importanti di Modena

Modena è una città molto sviluppata che si trova nella regione dell'Emilia Romagna. È una città dove è possibile visitare molti monumenti importanti, in quanto si trovano molti edifici ricchi di storia. Tra l'altro questa fantastica città gode di...
Consigli di Viaggio

Come visitare L'Andalusia In Una Settimana

L'Andalusia si trova al sud della Spagna ed è una zona colma di turisti per motivi ben precisi: innanzitutto, essa è la culla del flamenco, delle feste e delle grandi culture. Questa regione è un enorme museo di patrimoni culturali, infatti, in essa...
Consigli di Viaggio

10 buoni motivi per visitare un orto botanico

I luoghi da visitare quando si ha del tempo libero a disposizione possono essere davvero tanti, ognuno ha quindi l'imbarazzo della scelta. Quello che però vogliamo offrire in tale guida, è un elenco di 10 buoni motivi per visitare un orto botanico....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.