Come visitare la riserva naturale di Punta Penna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Sulla costa abruzzese sorge una riserva naturale marina chiamata Punta Penna o Punta Aderci; è stata istituita ufficialmente nel febbraio del 1998 ed è situata nella zona meridionale della regione, precisamente a Vasto in provincia di Chieti. I mesi estivi sono il periodo ideale per staccare la spina dalla solita routine e trascorrere una giornata di relax, immersi nel verde, in questa splendida area. Proseguite nella lettura di questa guida per sapere come visitare Punta Penna ed avere maggiori informazioni sulla riserva.

28

Occorrente

  • teli mare
  • ombrellone
  • pranzo al sacco
  • macchina fotografica
38

Partiamo dalle indicazioni stradali per raggiungere la riserva in auto, il mezzo più pratico per spostarsi in libertà e senza problemi di orario. Se venite da sud dovete prendere l'autostrada A14 in direzione di Bologna, se invece arrivate da nord prendete l'A14 in direzione di Foggia. Se arrivate da Roma, dovete imboccare la strada dei parchi A24 fino allo svincolo di Torano, proseguire poi sulla A25 in direzione di Pescara fino allo svincolo con la A14, a questo punto dovete immettervi sulla A14 in direzione di Foggia. Da qualunque direzione veniate comunque l'uscita del casello è Casalbordino-Vasto nord.

48

Una volta usciti dal casello, girate a destra in direzione della Strada Statale 16 (SS16). Tenete sempre la destra e a 100 metri girate ancora a destra (il cartello indica Vasto/Foggia/ SS16 sud), in modo da imboccare una stradina che vi immetterà direttamente sulla SS16 sud. Proseguite sempre dritto per 5 km circa, arriverete così a una grande rotatoria; qui dovete prendere la seconda a destra, in direzione di Vasto/Foggia. Proseguite dritto per circa 1 km e, all'altezza di un grande capannone alla vostra sinistra, girate a sinistra in direzione del porto. Proseguite dritto fino alla rotatoria, prendete ancora la seconda a destra eppoi dritto fino allo stop. Bene, siete arrivati a destinazione! Allo stop potete scegliere se andare a sinistra per l'entrata di Punta Aderci o a destra per l'entrata di Punta Penna. Ora non vi resta che parcheggiare e godervi la riserva in tutta tranquillità.

Continua la lettura
58

Per quanto riguarda il parcheggio, non temete: troverete posto facilmente, qui lo spazio non manca. Nella riserva non troverete stabilimenti balneari, quindi prima della gita procuratevi tutto l'occorrente: teli mare, ombrelloni, bibite, panini ecc. Ci sono però dei bagni pubblici a disposizione dei bagnanti, gestiti direttamente dalla riserva e anche un chiosco per i gelati. Prima di abbandonare la macchina ricordatevi di prendere tutto ciò che vi occorre e scendete giù verso la spiaggia, attraverso una scalinata ricavata nella scogliera. Dal promontorio di Punta Aderci potete godere del panorama a tutto tondo sulla riserva: mozzafiato. Durante la giornata potrete passeggiare sulla spiaggia, sul pontile, visitare la riserva o fare il bagno nell'acqua limpida e cristallina.

68

La riserva si estende per quasi 300 ettari: dalla spiaggia di Punta Penna fino alla foce del fiume Sinello, fra oliveti, vigneti, pinete e coltivazioni. Aperta tutto l'anno, l'accesso è libero e si possono organizzare visite guidate, anche per scolaresche. Per chi preferisce organizzarsi in autonomia, consiglio di fare riferimento alla carta dei sentieri, fornita dalla riserva stessa sul suo sito, che raccomando di visitare perché ben fatto e completo. Fra dune, falesie e cavitá non avrete che l'imbarazzo della scelta. Dalla spiaggia dei Libertini a quella ciottolata di Mottagrossa, costeggiando il Sinello, magari in mountain bike, per arrivare fino alla sua foce.

78

Questa riserva è anche l'habitat del "fratino", un uccellino che depone qui le uova: per non disturbare questa specie protetta, in alcune zone è infatti vietato l'accesso ai bagnanti. Una volta sul posto vi renderete conto che è un bellissimo luogo, che merita certo una visita e lo consiglierete a tutti i vostri amici! Non dimenticate la macchina fotografica: oltre che per immortalare e conservare un bel ricordo, potete inviare i migliori scatti all'ente del parco, sul sito c'è uno spazio dedicato alle foto dei visitatori.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rispettate il decalogo del visitatore. Lo trovate sul sito e anche all'ingresso della riserva.
  • Se proprio non potete fare a meno di fumare, usate gli appositi “cenerini da spiaggia”.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare la riserva naturale Valle Canal Novo a Marano Lagunare

Gli amanti della natura e del birdwatching hanno una metà in più da raggiungere: la riserva "Valle Canal Novo" a Marano Lagunare, in provincia di Udine. La riserva occupa una superficie di 121 ettari ed è il luogo ideale per adulti e bambini desiderosi...
Europa

Come visitare la Riserva dello Zingaro

Con l'arrivo dell'estate arriva anche il rinnovo per la passione della natura. Parliamo di mare, più precisamente in Sicilia, La Riserva Dello Zingaro. È tra le poche coste a non essere state contaminate dalla presenza di una strada asfaltata. Ecco...
Europa

Come e perchè visitare la riserva delle saline di Trapani

La Sicilia è una regione italiana caratterizzata da numerosi paesaggi mozzafiato e città incantevoli. Uno tra i tanti luoghi che sicuramente vale la pena visitare almeno una volta nella vita è la Riserva delle Saline a Trapani. Si tratta essenzialmente...
Europa

Come visitare la riserva marina di Isola Capo Rizzuto e dintorni

La Riserva Marina di Isola di Capo Rizzuto è situata nella provincia di Crotone e sembra proteggere la costa che si affaccia a sud della città. Tale riserva è stata riconosciuta nel 1991 e la gestione è affidata a Crotone. Grazie ai suoi 15.000 ettari,...
Europa

Come e perchè visitare la punta sudorientale della Sicilia

Se stiamo pensando di organizzare un bellissimo viaggio, per prima cosa dovremo necessariamente decidere quale sarà la nostra meta.Per riuscire a scegliere la città da visitare, potremo cercare su internet moltissime guide che ci mostreranno tutte le...
Europa

Come visitare le spiagge di Punta Mangiabarche in Sardegna

Punta Mangiabarche è una località turistica dell'Isola di Sant'Antioco in Sardegna, ed è caratterizzata da splendide e incantevoli spiagge e da acque limpidissime che le bagnano. La località è una delle mete ideali per una vacanza con tanto sole,...
Europa

Come visitare il Museo Nazionale di Storia Naturale di Sofia

Se ti trovi in visita a Sofia in Bulgaria, il Museo Nazionale di Storia Naturale è sicuramente una tappa da non perdere, essendo il più grande dei Balcani nonchè il primo ad essere costruito in tutta la zona. Il museo è molto ricco e interessante...
Europa

Come visitare il Parco naturale Alta Valsesia nella regione piemontese

Il Piemonte è una delle regioni dell'Italia del Nord che conta più turisti provenienti da tutto il mondo. Questi ultimi, che accorrono soprattutto durante i mesi invernali sono attratti perlopiù dai paesaggi montani mozzafiato, dalla bellezza delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.