Come visitare la Valle Quarazza e il lago delle Fate

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La Valle Quarazza è una vallata del Piemonte, posta lateralmente alla Valle Anzasca. È nota essenzialmente per l'incantevole "Lago delle Fate", caratterizzato dalle sue acque blu e verde scintillante. Il lago fu costruito dall'uomo, attraverso lo sbarramento del torrente Quarazza, e fu usato dalle imprese minerarie della zona per produrre energia elettrica. Se volete sapere come visitare la Valle Quarazza e il Lago delle Fate, continuate a leggere la seguente guida.

25

Prima di intraprendere la passeggiata in montagna munitevi di scarpe da trekking, di un bastone, di una macchina fotografica e del pranzo "a sacco". Inoltre cercate di indossare abiti comodi e possibilmente a strati! Il tragitto per raggiungere la vallata inizia a Borca di Macugnaga, comune della provincia di Verbano Cusio Ossola. Partendo dal sopraindicato comune, non perdetevi una visita alla miniera d'oro della Guia. Quest'ultima è una delle poche miniere in Europa a poter essere visitata dal pubblico. Sappiate che il periodo migliore per avventurarvi in tale località è quello estivo, che vi farà godere dell'ottima temperatura e dei meravigliosi colori della natura.

35

Esplorato il giacimento, proseguendo in località Fornelli, troverete un sentiero a gradoni che vi condurrà nel bosco! Percorrendolo in breve tempo arriverete allo splendido lago. Dopo l'inevitabile sosta per scattare le foto, costeggiando la larga mulattiera, collocata alla sua destra, vi inoltrerete all'interno della vallata. Facendo questo itinerario incontrerete mucche libere al pascolo e potrete cogliere e gustare, dai numerosi cespugli, i dolci lamponi! All'imbocco della vallata effettuate un giro dell'area di "Crocette" o anche nota come "La città morta". È ciò che rimane di un vecchio villaggio di minatori ed è oggi un paese fantasma!

Continua la lettura
45

Dopo aver esplorato tale zona, nel caso in cui amate particolarmente la natura e non vi sentite eccessivamente stanchi, potreste certamente avventurarvi lungo i diversi sentieri. In particolar modo avete la possibilità di scoprire quello posto a destra, che si inerpica fra i boschi di larici e fra i cespugli di mirtilli. Dopo averlo percorso, guadando un piccolo torrente, che scende dalla montagna, tra pozze e cascatelle, giungerete all'Alpe La Pissa. Qui potrete ammirare la cascata a strapiombo de La Pissa. La cascata, di grande impatto scenico, può essere facilmente raggiunta in modo tale da immortalare la vostra vacanza con meravigliosi scatti! Non mi resta che augurarvi buon viaggio!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare la Valle dei Templi ad Agrigento

L'Italia rappresenta un paese ricco di storia, di arte e di cultura. È per questo motivo che turisti da tutto il mondo vi giungono per ammirarne le infinite bellezze. Tra queste non bisogna assolutamente sottovalutare la Valle dei Templi situata ad Agrigento,storico...
Consigli di Viaggio

I Comuni più belli sul Lago di Como

Se vi trovate a visitare la Lombardia non potrete assolutamente non visitare il Lago di Como. Il territorio lombardo offre ampie località turistiche che, agli occhi del turista, appaiono vere e proprie delizie per gli occhi: proprio così, non solo...
Consigli di Viaggio

Valle d'Aosta: guida ai laghi più belli

La Valle d'Aosta è una piccola perla della penisola Italiana incastonata tra le Alpi dove gli sciatori in inverno trovano il loro paradiso ma dove anche in estate escursionisti e scalatori, appassionati di trekking e della natura si appagano pienamente...
Consigli di Viaggio

Come arrivare al lago Trasimeno

L'Italia propone moltissime mete interessanti, posti naturali e bellissimi panorami. Il lago Trasimeno, è uno di questi posti sparsi per la penisola, si trova in Umbria ed è il quarto lago in ordine di grandezza. Una delle sue particolari caratteristiche...
Consigli di Viaggio

Consigli per una crociera sul lago di Como

Finalmente arrivano le belle giornate che ricordano la primavera o addirittura l'estate e vorremmo staccare un po' la spina dalla routine e vivere esperienze fuori dall'ordinario almeno per un fine settimana se non è possibile per più tempo. L'importante...
Consigli di Viaggio

Come arrivare alla Valle dei Templi di Agrigento

La Valle dei Templi di Agrigento rappresenta uno dei siti più interessanti d'Italia ed è stato proclamato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'Unesco. La stessa conserva una delle testimonianze più antiche della Magna Grecia, non solo in Sicilia,...
Consigli di Viaggio

Le migliori località per la settimana bianca in Valle d'Aosta

Quando si parla di organizzare la settimana bianca, non si può davvero fare a meno di pensare alla regione più piccola e caratteristica d'Italia. La Valle d'Aosta si posiziona al primo posto per quanto riguarda le diverse proposte di divertimenti sulla...
Consigli di Viaggio

Consigli per una crociera sul Lago di Garda

Il lago di Garda, situato a cavallo di tre regioni (Veneto, Lombardia e Trentino-Alto Adige), è il lago più esteso di Italia, e per questo è un ottimo luogo nel quale effettuare una crociera. Gli innumerevoli paesi molto caratteristici e le Alpi formano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.