Come visitare la Vucciria a Palermo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Chiunque vada a Palermo non può fare a meno di fare una lunga passeggiata alla "Vucciria", il mercato storico della città insieme al "Capo" e a "Ballarò". Senza dubbio è un luogo pieno di magia, colori, profumi e tante voci dei commercianti che tra i mille banchi vendono di tutto, dalla carne al pesce, dalle verdure alla frutta! In questa guida vi saremo qualche piccolo consiglio su come e cosa visitare della famosissima Vucciria a Palermo.

24

La Vucciria è davvero un luogo incantevole, ricorda vagamente i mercati arabi e per chi ci fosse andato particolarmente il grande Bazar del Cairo, accedervi è semplice, se vi trovate su Via Roma alla prima e destra troverete una scala piccola scendete e siete già nella piazza della Vucciria. Se vi trovate invece su Corso Vittorio Emanuele qualsiasi vicolo alla vostra sinistra vi porterà dritto dritto al mercato. Si consiglia però l'accesso da Via Roma perché così farete tutta una unica passeggiata senza fare prima una parte e poi dover fare tutto il percorso inverso.

34

Il nome Vucciria che dà proprio il nome al mercato, non significa "CHIASSO-CONFUSIONE" come adesso si dice in siciliano, ma deriva dal francese boucherie che significa macelleria, perché una volta si vendeva soprattutto carne a buon prezzo. Adesso il termine vucciria in siciliano ha cambiato connotazione perché le forti e potenti urla dei mercanti creano appunto quel fantastico calore del mercato. Se all'ingresso scendete la scala, siete già nella piazzetta con al centro una fontana: potrete cominciare la vostra escursione intorno alla fontana e ai vari banchi. Notate tutto quello che vi circonda, dalla gente gentile, alle case diroccate alle mille luci sul pesce.

Continua la lettura
44

Adesso il mercato si espande in diverse vie dai nomi memori di un passato storico artigianale che ricorda appunto gli antichi mestieri "via dei Frangiai", "via Argenteria" che poi diventa "via dei Cassari" nella zona della Cala, "Discesa dei Maccherronai". Scegliete una di queste vie e proseguite dritto in direzione del mare, perché tutte fanno lo stesso percorso verso nord dove una volta vicino il porto in passato scaricavano le merci. Durante la passeggiata approfittate del cibo di strada come "il panino ca meusa" (con la milza) "u sfinciuni" (una sorta di pizza molto morbida). Se siete turisti ed amanti delle specialità tradizionali del luogo, non potrete far a meno di acquistare qualche prodotto da portare a casa. Il rapporto qualità-prezzo dei banchi del mercato è veramente altissimo perché si trovano tantissimi prodotti freschi e prodotti dalle famiglie ad un prezzo bassissimo. Insomma, per tutti coloro che sono a Palermo una visita alla Vucciria è vivamente consigliata!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come e cosa visitare a Palermo

Palermo potrebbe essere definita anche la città dei primati. Il lampadario di Murano custodito nella sala da ballo del Palazzo Pietretagliata, è uno degli esemplari più grandi al mondo; come pure la collezione di Arte Etrusca del Museo Salinas, è...
Consigli di Viaggio

Come visitare Palermo

Palermo è una delle città più ambite in Italia durante l'estate e sicuramente questa estate come le altre non sarà da meno... Il cibo non finisce mai di stupirci tra arancini (per chi ama il salato) e cannoli e cassate (per chi ama il dolce)... Inoltre...
Consigli di Viaggio

Come visitare il santuario di Santa Rosalia a Palermo

Il Santuario di Santa Rosalia si trova sul monte Pellegrino, nella città di Palermo, ed è tutt’uno con la grotta, la stessa in cui il 15 luglio 1624 fu trovato il corpo della santa e nella quale lei si rifugiò fino alla morte. La sua struttura è...
Consigli di Viaggio

Come vestirsi per visitare palermo d'estate

Palermo. Città di divertimento, di mare, di cultura, nonché meta di turisti da ogni parte del mondo. Specialmente in estate.Sono sempre più numerose, infatti, le attrattive che lo splendido capoluogo della Sicilia può permettersi di vantare. Dall'atmosfera...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere e visitare il santuario di Santa Rosalia a Palermo

In ogni città, paese, comune d'Italia, perfino in ogni piccola frazione vi è un Santo Patrono, a cui sono state dedicate le Chiese ed a cui si rivolgono i fedeli, soprattutto nei momenti più difficili della loro esistenza per aiuti e preghiere. Ogni...
Consigli di Viaggio

I 10 migliori monumenti di Palermo

Palermo è sicuramente una delle città più belle d’Italia e può vantare un patrimonio storico e culturale veramente invidiabile. La ricchezza artistica della città è tale da rendere spesso ardua una scelta concreta sui monumenti da visitare. Tenendo...
Consigli di Viaggio

Come raggiungere lo stadio Renzo Barbera di Palermo

Lo stadio "Renzo Barbera" di Palermo è situato nella zona a nord della città, nei pressi del parco della Favorita. L'impianto è situato in Viale del Fante, con una capienza di circa 36.349 posti a sedere, dei quali circa 2.233 riservati alle tifoserie...
Consigli di Viaggio

Come visitare Cefalù

Per gli amanti dei viaggi nelle isole italiane la Sicilia è sicuramente una regione affascinante e bellissima da visitare. La Sicilia è ricca di storia, di storia dell'arte, di paesaggi e di cultura, e consiglio vivamente di fare un viaggio in questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.