Come visitare L'Albertina Di Vienna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'Albertina è un celebre museo nel centro storico di Vienna. Questa pinacoteca fu costruita da Louis Montoyer tra il 1801 e il 1804 per ospitare la grandiosa raccolta di dipinti, incisioni e opere d'arte messa insieme dal duca Alberto di Sachsen-Teschen. In questa guida vedremo come fare per riuscire a visitare il museo dell'Albertina della città di Vienna.

26

Occorrente

  • Biglietto
36

Per prima cosa per iniziare la nostra visita al museo, dovremo raggiungere la città di Vienna e per farlo potremo utilizzare l’aereo, il mezzo più veloce ed in alcuni casi anche il più economico di viaggiare. In questo caso l'aeroporto di riferimento è l'aeroporto internazionale di Vienna-Schwechat, situato a soli 12 chilometri dal centro della città e perfettamente servito sia dalle compagnie aeree di bandiera che da quelle low cost. Una volta atterrati potremo raggiungere Vienna utilizzando o un apposito autobus, oppure un taxi, entrambi situati all'esterno dell'aeroporto. Una volta raggiunta la città potremo arrivare al museo utilizzando i mezzi pubblici viennesi.

46

L'Albertina di Vienna, con più di un milione di opere, è la maggiore raccolta di arti grafiche al mondo. I celebri dipinti e le acqueforti sono conservati in ambienti appositi, in condizioni controllate, e sono esposti solo di rado, perché la luce li danneggerebbe. Ma grazie alla vastità della raccolta, gli originali possono essere esposti in particolari occasioni, nell'ambito di mostre tematiche.

Continua la lettura
56

Qui sono conservati 500 anni di storia dell'arte, da opere precedenti a Leonardo da Vinci a lavori successivi ad Andy Warhol. Una mostra di riproduzioni consente di farsi un'idea dei tesori conservati. Dal 2007 sono all'Albertina, in prestito permanente, le collezioni Batliner e Forberg, che costituiscono una panoramica di eccellente qualità sull'arte del Novecento. Sono visibili in una mostra permanente dall'aprile 2008.

66

L'Albertina costituisce l'ala sudorientale del complesso dell'Hofburg. Il grandioso scalone e le sale di rappresentanza (oggi perfettamente restaurate) furono costruite per il duca Alberto di Sachsen-Teschen e per il suo successore, l'arciduca Carlo. Il palazzo, che in origine ospitava gli appartamenti privati di Alberto e della moglie Maria Cristina, è uno splendido e raro esempio di stile Impero a Vienna. Al piano terra si trova l'Österreichische Film Museum. Quindi seguendo le poche e semplici indicazioni riportate all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a raggiungere e visitare il museo Albertina di Vienna. A questo punto non ci resta che prenotare il volo, preparare i bagagli e partire verso questa caratteristica meta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Vienna: come muoversi e cosa visitare

Vienna è una delle città più belle al mondo. Capitale della della magnifica Austria è anche sede di numerose organizzazione di importanza internazionale come ad esempio l'ONU.Se siete alla ricerca di una meta incantata e ricca di storia allora Vienna...
Europa

5 monumenti da visitare a Vienna

Vienna, la magica e romantica capitale dell'Austria, adagiata sulle rive del Danubio vanta un patrimonio artistico e culturale che si è formato negli anni grazie all'influenza di personalità, anzi veri e proprio geni, come Mozart, Beethoven e Sigmunt...
Europa

Come visitare Vienna in un week-end

Vienna: da splendida capitale dell'impero Asburgico a città cosmopolita. Definita da tutti la "città dei musicisti" e soprattutto "dei sogni", è meta ogni anno di milioni di turisti. Se non sapete come districarvi tra le tante offerte riuscendo a...
Europa

Come visitare il quartiere ebraico di Vienna

Il quartiere ebraico di Vienna è un vero e proprio fiore all'occhiello per la capitale austriaca nonché antica capitale imperiale del Sacro Romano Impero Germanico e in seguito dell'Impero Asburgico, perché la storia ebraica si intrinseca perfettamente...
Europa

Come e cosa visitare nella Vienna medievale

Se siete amanti della capitali europee non potete non visitare Vienna, città ricca di storia e cultura, capitale dell'Austria e in passato del Sacro Romano Impero Germanico, nonché città della famosa principessa e poi imperatrice Sissy, che tutti noi...
Europa

Come visitare Il Prater Di Vienna

In questo articolo vedremo come visitare il Prater di Vienna. Esso ha un'espansione di 6.000 metri quadri circa. Esso inoltre non è soltanto un parco divertimenti, però è un polmone enorme verde, pieno di ristoranti, attrazioni, piscine, bar, aree...
Europa

Come visitare il parco archeologico Carnuntum di Vienna

Circa duemila anni fa sorse una delle metropoli più importanti dell'impero romano, nell'attuale territorio Viennese. Nel 6 dopo Cristo fu l'imperatore Tiberio che la eresse nella zona di Carnuntum un accampamento invernale fortificato per le sue legioni....
Europa

Le 10 cose più importanti da vedere a Vienna

Ogni tanto si sente la necessità di staccare la spina e fuggire, anche se per un periodo di tempo limitato, dalla vita di tutti i giorni. Se non desiderato altro che allontanarvi dallo stress del lavoro una delle mete che vi consigliamo è Vienna. È...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.