Come visitare l'area archeologica di Brescia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il 25 giugno 2011 l'area archeologica monumentale di Brescia diventa ufficialmente Patrimonio Mondiale dell'Unesco. Il Complesso Monastico di San Salvatore-Santa Giulia, che contiene 11000 opere d'arte e comprende: la Basilica di San Salvatore, la Chiesa di Santa Maria in Solario, il Coro delle monache e la Chiesa di Santa Giulia. Appartengono ancora all'UNESCO le Domus dell'Ortaglia, il Palazzo Maggi Gambara, la Casa Pallaveri e una porzione del Decumano massimo. Vediamo come visitare l'area archeologica monumentale di Brescia.

26

Occorrente

  • macchina fotografica
  • abbigliamento comodo
36

Il percorso progettato dalla Soprintendenza, si snoda attraverso le varie epoche vissute dalla città di Brescia. L'itinerario museale parte dalla preistoria fino all'alto medioevo. Nel cuore storico della cittadina è possibile ammirare consistenti resti degli edifici più antichi e significativi dell'epoca romana. Nella lista dei beni, sono presenti l'area del Foro formata dal Santuario Repubblicano, il Capitolinum ed il Teatro Romano. Il Tempio Capitolino di Brescia rappresenta una testimonianza rilevante nello studio archeologico della civiltà romana e la sua espansione nell'antichità. Il Foro Romano di Brescia, visibile nella locale Piazza del Foro, rappresenta la nascita di Brixia, città romana voluta dall'imperatore Vespasiano nel 89 a. C. Da cui deriva il nome attuale.

46

È possibile visitare resti di edifici signorili dell'età romana ed augustea e la statua simbolo di Brescia "La Vittoria Alata", un bronzo rinvenuto nel 1826 sotto la scalinata del Capitolium. Vanno segnalati i reperti archeologici e le 11000 opere d'arte del Complesso Monastico di San Salvatore-Santa Giulia. La Basilica di San Salvatore è un esempio di architettura altomedievale. La Chiesa di Santa Maria in Solarino contiene pregevoli affreschi di Floriano Ferramola e due fra i più importanti pezzi del tesoro dell'antico monastero: la Croce di Desiderio e la Lipsanoteca di Brescia. Nel 1989, venne rinvenuta una vasta area d'età preistorica-medievale, la Via dei Musei. In un solo luogo si concentrano circa 3000 anni di storia. Il percorso messo a punto dagli esperti si snoda dall'antico Decumano Massimo, percorrendo i resti risalenti all'età del ferro, con sentieri di ciottoli e capanne di canneti. Si possono ammirare interessanti reperti come pesi per telai, amuleti, urne cinerarie e diversi frammenti di oggetti in ceramica.

Continua la lettura
56

Il Teatro Romano ha la classica forma ad emiciclo, con mirabili affreschi di enorme valore storico-artistico. Anticamente collegato al Foro, venne danneggiato dall'incendio ad opera dei barbari nel corso del Medioevo. Le gradinate sono ancora accessibili, ma gli archi murari vennero distrutti dal terremoto del V secolo d. C. Venne eretto seguendo lo stile del teatro Pompeo di Roma. È l'edificio più grande dopo quello di Verona (vero centro sociale e culturale dell'epoca) e poteva ospitare sino a 15000 persone.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Contattate la Soprintendenza di Brescia per maggiori informazioni e per poter prenotare un tour completo dell'area archeologica monumentale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Il Sito Archeologico Di Pantalica

Pantalica è una località naturalistico-archeologica della provincia di Siracusa, situata tra Ferla e Sortino. Dal 2005, assieme al centro storico di Siracusa ha avuto il riconoscimento di Patrimonio dell'UNESCO. Il sito si trova su di un altopiano isolato...
Europa

Come visitare Le Incisioni Rupestri Della Valcamonica

La guida che segue suggerisce dei consigli per capire come visitare le incisioni rupestri della Valcamonica, situate a Capo di Ponte in provincia di Brescia. Per chi proviene dal nord con il treno si prende la linea per Edolo, con la fermata a Capo di...
Europa

Come visitare I Siti Archeologici Di Megara Hyblaea E Thapsos

Sono numerosi i siti archeologici degni di nota, tra questi non si può non citare Thapsos e Megara Hyblaea. Quest'ultima si trova in provincia di Augusta ed è la più antica colonia dorica della Sicilia orientale, fondata nel 729 a. C. Sul sito dell'insediamento...
Europa

Come visitare Segesta

Segesta è un'antica cittadina in provincia di Trapani, importante in Italia e nel mondo soprattutto per la sua storia legata ai cartaginesi. La città è molto visitata dai turisti che sono attratti dal suo maestoso e stupendo Tempio dorico, e dal suo...
Europa

Come visitare l'antica Pozzuoli

Pozzuoli in origine rappresentava lo scalo commerciale di Cuma. Venne fondata nel 528 a. C. Da un gruppo di esuli Sarni e venne soprannominata "Dicerachia" anche se, nel 421 a. C., venne ribattezzata "Sannita". Nel 228 a. C. Fu conquistata dai Romani...
Europa

Come visitare le cinque valli dell'Appennino bolognese

Le cinque valli dell'Appennino bolognese sono stati una comunità montana di specifico interesse, oggi disciolta per essere riorganizzata territorialmente. Visitare le cinque valli è tuttora molto importante per riscoprire le arcaiche radici di un popolo...
Europa

Come visitare La Tomba Dei Giganti Di Lu Brandali

Da sempre le popolazioni hanno avuto bisogno di erigere monumenti funebri ai propri morti, soprattutto se per persone di una certa importanza a livello sociale. Fra i complessi tombali più misteriosi da visitare vi è La tomba dei Giganti di Lu Brandali....
Europa

Come visitare Le Valli Bresciane

Esistono moltissimi luoghi nel nostro paese che vale la pena visitare, molti sono famosi, altri completamente sconosciuti e noti a poche persone, ma che meritano almeno una volta nella vita di essere visitati. L'Italia è uno tra i più bei paesi, se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.