Come visitare Latiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Situato al nord della penisola salentina in Puglia, Latiano è uno dei tanti numerosi paesi che compongono la provincia di Brindisi. Nonostante sia relativamente piccolo (l'ultimo censimento demografico conta poco più di 15.000 abitanti), è alquanto antico ed è per questo motivo che è ricco di storia. Come gran parte dei piccoli paesi, i maggiori monumenti sono costituiti dalle Chiese, in grado di catturare l'attenzione del visitatore e affascinarlo con la loro storia. In questa guida verrà spiegato come visitare questa meravigliosa cittadina.

29

Uno dei pochi edifici storici di natura laica è costituito dal Palazzo Imperiali, anche conosciuto come castello, in quanto in principio era circondato da un fossato e da delle possenti mura. Alcuni storici fanno risalire la costruzione di questo edificio al principio del 1300 e l'estetica è stata modificata nel corso del tempo; l'ultima modifica risale al 1724. L'edificio è stato storicamente importante nel 1943, in quanto da uno dei balconi si è affacciato Vittorio Emanuele III (che all'epoca era a Brindisi). Fu acquistato dal comune nel 1909 ed è stato sede degli uffici comunali fino al 1997, anno in cui fu convertito a Biblioteca comunale e "Museo del Sottosuolo", con importanti documenti.

39

Altro edificio storico laico, anche se probabilmente di poco interesse, è la torre del Solise. L'anno di costruzione è incerto, in quanto i documenti storici conservati riportano solo l'anno del primo restauro (1528); fu sede comunale prima del Palazzo Imperiali e rischiò di essere demolita dai proprietari nel 1979 a causa del pericolo di crollo. La demolizione non ebbe luogo per via di un decreto regionale e dopo il restauro l'edificio è diventato il centro di informazione turistica del paese. Interessanti risultano le decorazioni esterne, specialmente le cornici decorate.

Continua la lettura
49

Unica opera di interesse (che non sia un edificio) è "Terra risorta e le porte del cielo", situata nei pressi del cimitero. Quest'opera è alta circa 11 metri ed è un messaggio di speranza per chiunque la veda, dato che rappresenta il momento della resurrezione, quando le donne vanno a portare gli aromi per imbalsamarlo, ma trovano un angelo che informa loro che Gesù è risorto.

59

Come già detto, numerose sono le chiese che è possibile visitare. La prima da citare è la Chiesa Matrice Santa. L'origine della Chiesa è ignota: c'è chi ritiene che sia stata costruita sulle rovine di un'altra antica chiesa e chi la fa risalire al 1500. Il titolo "Della Neve" è fatto risalire alla famiglia Bianco, ovvero coloro che diedero il loro beneficio nel 1633. La chiesa risulta particolarmente interessante per via della sovrapposizione di stili, anche se risalta in maniera particolare quella settecentesca.

69

Altra chiesa importante è quella dell'Immacolata, vicina al Palazzo Imperiali sopra citato, con il quale era internamente collegato (ora, però, il collegamento è inaccessibile). È un edificio alquanto recente e risulta armonioso grazie alla presenza di un solo stile, ovvero quello del del 18° secolo.

79

Più grande delle chiese sopra citate è la chiesa di Sant'Antonio, risalente al 1400 e restaurata per l'ultima volta nel 1875. La pianta della chiesa è basilicale, con tre navate (ognuna delle quali ha le relative cappelle), ed è possibile ammirare dei magnifici dipinti risalenti ad epoche diverse.

89

La chiesa del Santissimo Rosario si presenta particolarmente importante per la sua storia. Di origini antichissime, era annessa al convento e devoluta a Santa Margherita. Il nome cambiò in seguito all'affido all'Arciconfraternita del Santissimo Rosario, che la restaurò a proprie spese. Come struttura presenta delle meravigliose cornici dipinte, che sono un vero spettacolo per gli occhi di chi ha la fortuna di ammirarla.

99

L'ultima Chiesa da vedere per è quella di Santa Maria di Cotrino, la cui origine risale almeno al 1377. Interessantissima è la leggenda dell'origine, secondo la quale fu in quella zona che una contadina che si era trasferita a Latiano per volere della Madonna, ne ritrovò un'immagine nel 1605. La cappella a lei devoluta fu poi eretta nel 1627; tutt'ora è gestita dai monaci Cistercensi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Come visitare i mercati di Traiano

I "Mercati di Traiano" in Roma costituiscono un interessantissimo esempio di architettura antica di Epoca Imperiale. Sorti contemporaneamente al Foro di Traiano, i Mercati sono attribuiti allo stesso architetto progettista del Foro, Apollodoro da Damasco....
Italia

Guida alle Chiese di Torino

Guida alle Chiese di Torino. Vedremo in questa sede di indicare ai turisti, ma anche ai residenti, quali sono le Chiese di Torino che davvero non si può fare a meno di conoscere.La città di Torino, un tempo Augusta Taurinorum, accoglie alcune delle...
Europa

Come visitare Scarlino e le sue costiere

Scarlino è un comune italiano situato in provincia di Grosseto, regione Toscana. Ha una popolazione di circa 4000 abitanti e si estende su una superficie di circa 90 metri quadri dalle pendici del massiccio collinare di di Poggio Ballone fino ad arrivare...
Africa

Marocco: come organizzare il tour delle Città Imperiali

Marocco, terra ricca di storia e di bellezze naturali. Le spiagge e le oasi sono tra le più belle al mondo ma le attrazioni principali restano le meravigliose città Imperiali. Poter visitare queste città richiede un periodo di almeno 7 giorni, ciò...
Italia

Ragusa: cosa visitare

Ragusa, con i suoi 73 mila abitanti, è da sempre considerata una delle città più suggestive della Sicilia. Lo stile Barocco domina la città e oggi, ciò che vediamo risale agli anni dopo il 1693, quando un violento terremoto rase al suolo la cittadina...
Europa

Come e cosa vedere lungo Via dei Fori Imperiali a Roma

Roma, si sa, è da sempre considerata la capitale dell'antichità e dell'arte classica. Si tratta infatti indubbiamente della città che racchiude al suo interno il maggior numero di reperti, siti archeologici e patrimonio storico che la rendono famosa...
Europa

Come visitare Mirandola

Mirandola è un comune italiano che conta circa 23 mila abitanti, situato in Emilia Romagna, nella provincia di Modena, da cui è distante circa 30 kilometri in direzione nord rispetto al capoluogo.Mirandola è inoltre il centro più importante dell'estrema...
Italia

Guida alle più belle chiese di Palermo

La città di Palermo gode di una posizione geografica invidiabile, adagiata fra il mare, il promontorio di Monte Pellegrino e gli agrumeti della Conca d'oro. Sole, mare e bellezze artistiche caratterizzano questo luogo affascinante e ricco di storia e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.