Come visitare Le Dolomiti, Il Sentiero Delle Odle

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'Italia, oltre allo straordinario paesaggio marino, presenta anche un ricco scenario montuoso; il nostro paese, infatti, è attraversato dagli Appennini e delle Alpi che ricoprono la maggior parte del territorio montuoso. Tra le Alpi più importanti ci sono sicuramente le Dolomiti che fanno parte del settentrione d'Italia. Le Dolomiti sono delle montagne altissime con delle vette aguzze perennemente innevate, nonchè dei luoghi in cui i turisti affollano soprattutto d'inverno soprattutto per la presenza di numerosi impianti sciistici. Attraverso i passi della seguente guida scopriremo come visitare il sentiero delle Odle.

25

Partendo da Santa Maddalena di Funes, si segue una strada che si eleva sui prati a monte del paese, e che conduce anche nella valle del Rio di Funes. Vi è la possibilità poi di parcheggiare alla fine dell'asfalto per poi seguire una strada forestale (segnavia 33) che porta ad un vallone circondato dal bosco. Mantenendosi a destra del bivio, si sale in un bel terrazzo erboso dove sorge il Rifugio Malga Glatsch, dal quale le Odle e la Furchetta compaiono in tutta la loro bellezza.

35

Una volta raggiunta la Forcella del Pradel, si lascia a destra il sentiero per le vicine malghe Gschnagenhardt e si scende per delle ghiaie situate accanto al confine del Parco Naturale di Puez-Odle. Una volta rientrati nel bosco, si tocca la Fontana Bianca e si lascia a sinistra il sentiero per Forcella di Mesdì; si traversano due valloni e si lascia a sinistra anche un sentiero che consente di arrivare a Forcella Pana.

Continua la lettura
45

Più avanti si giunge sul sentiero, indicato dai segnavia 28, che sale da Rannui a Malga Brogles. Lo si segue ancora a mezza costa, si raggiunge e si risale il vallone del Kliefer Bach, poi si supera un ultimo pendio con dei radi larici e si raggiungono i bellissimi prati dove si trova il Rifugio Malga Brogles, situato sempre sulla catena delle Odle.

55

Recandosi per la stessa via alla Forcella del Pradel, si prosegue verso sinistra in direzione del pianoro, dove sorgono la vecchia e la nuova Malga Gschnagenhardt. Entrambe le strutture offrono ai suoi visitatori un delizioso e particolare servizio di bar e ristorante. Alle spalle di queste strutture è possibile imboccare una stradina sterrata, la quale rientra in discesa nel bosco e si abbassa in particolari tornanti. Si lascia a destra la Malga Düssler, si sbuca su una strada sterrata a mezza costa e la si segue a destra fino a ritornare a Malga Zannes.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare le Dolomiti, da passo Nigra a Malga Hanicker

Meta ideale d'inverno come d'estate, le Dolomiti offrono scorci, paesaggi e cime di straordinaria bellezza, tutte da visitare. Le Torri del Vajolet, sei imponenti guglie calcaree si stagliano nel bel mezzo del gruppo del Catinaccio. I loro versanti si...
Europa

Come visitare le Dolomiti, sulla cima della Plose

Ogni paesaggio montano ha la sua particolarità e la sua bellezza, ma le Dolomiti hanno qualcosa in più, che le rende magnifiche in ogni stagione. Ogni vallata è differente dall’altra e ogni cima offre prospettive diverse, di luce e di colore. L’intera...
Europa

Come visitare Le Dolomiti, Dall'Alpe Di Siusi Al Rifugio Bolzano E Al Monte Pez

Una delle montagne maggiormente famose ed apprezzate delle Dolomiti altoatesine si affaccia sull'Alpe di Siusi e sulla valle dell'lsarco, la quale chiude a nord lo splendido e particolare panorama da Bolzano. Continuate, quindi, a leggere questa interessante...
Europa

Come visitare Le Dolomiti, Dal Lago Di Tovel A Malga Flavona

L'Italia èun paese ricco di bellezze naturali, dai vulcani alle montagne, dai mari ai laghi, dalle pianure alle alpi. Con questa guida vi mostrerò come visitare le Dolomiti, passando dal lago di Tovel a al Malga Flavona. Prima però facciamo una breve...
Europa

Come visitare Le Dolomiti, Dal Grostè Ai Rifugi Tuckett E Sella

I posti per la vacanza possono essere davvero tanti, indipendentemente se ci si ritrova da soli o in compagnia, un luogo che merita di essere visitato sono sicuramente le Dolomiti, in esso ci sono tanti posti che una volta visti si rimarrà a bocca aperta....
Europa

Come visitare le Dolomiti, dall'Alpe di Siusi all'Alpe di Tires

Le Dolomiti sono un gruppo montuoso delle Alpi Orientali italiane comprese tra le province di Bolzano, Belluno, Trento e Pordenone. Denominate anche Monti Pallidi da un'antica leggenda, sono fortemente caratterizzate da uno specifico paesaggio "dolomitico"...
Europa

Come fare un'escursione alle Cinque Torri nelle Dolomiti venete

Se soggiornate nelle Dolomiti venete, potrete fare un'escursione alle Cinque Torri. Renderete così il vostro viaggio indimenticabile! Fare un'escursione alle Cinque Torri nelle Dolomiti venete vi farà conoscere lo splendido ambiente dolomitico. Per...
Europa

Come e perché visitare la Marmolada

La Marmolada, nota anche come "la regina delle Dolomiti", è un gruppo montuoso delle Alpi e si trova tra il Veneto nella provincia di Belluno e il Trentino Alto Adige nella provincia di Trento. Esso è il gruppo più alto delle Dolomiti. Nella seguente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.