Come visitare le Ilhas Berlengas

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'arcipelago della Ilhas Berlengas rappresenta una riserva marina unica nel suo genere, ancora selvaggia ed incontaminata. Si compone di tre gruppi di isolotti: Estelas, Farihoes e Berlenga e conserva una vegetazione ricca di specie autoctone uniche nel loro genere. Da Peniche, sulla costa portoghese, il viaggio dura circa quaranta minuti e la traversata è a dir poco spettacolare; appositi motoscafi assicurano il trasporto dei visitatori durante tutto il periodo dell'anno. Vediamo dunque, nella guida che segue, qualche consiglio utile su come visitare le Ilhas Berlengas.

26

Occorrente

  • Spirito di avventura e di esplorazione
  • Amore per la natura
36

Le formazioni granitiche rosso-ocra delle isole Ilhas Berlengas risalgono a circa 280 milioni di anni fa. Le tante grotte marine dalle forme più disparate e le innumerevoli insenature rendono semplicemente splendida un'escursione in questi luoghi; gli amanti del nuoto, delle immersioni e dello snorkeling si sentiranno in un vero e proprio paradiso. L'isola più grande è Berlenga Grande ed è l'unica dell'arcipelago ad essere abitata durante tutto l'anno, ma soltanto per una questione di importanza "logistica" per assicurare basilari servizi di vigilanza sulla riserva naturale e di supervisione del Faro.

46

Berlenga, con una capienza massima di circa 350 persone, è l'ideale per tutti coloro i quali sono alla ricerca di pura tranquillità a contatto con la natura. In loco potrete ammirare un forte del diciassettesimo secolo, ormai in rovina, che sorge in fondo ad una stradina rialzata. Per quanto riguarda i pernottamenti, sono presenti piccole strutture, "essenziali" e rustiche oppure, in alternativa, un campeggio attrezzato; un caratteristico ristorantino, poi, allieterà le vostre serate con piatti a base di pesce. Al termine della cena potrete percorrere il bel sentiero che traccia il perimetro dell'isola; imperdibile al tramonto!

Continua la lettura
56

Da qui, durante il giorno, avrete la possibilità di scorgere panorami marini di straordinaria bellezza e ammirare tantissime varietà di uccelli, difficilmente reperibili altrove. I gabbiani sono presenti in modo massiccio, ma è possibile avvistare anche specie a rischio di estinzione come l'uria, simile ad un pinguino di dimensioni ridotte, divenuto simbolo della riserva. Le Berlengas sono uno dei più importanti territori di accoppiamento degli uccelli marini della Penisola Iberica. Per esplorare anche le grotte più nascoste il consiglio è quello di noleggiare una barca a remi; vivrete un'esperienza fantastica!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per esplorare anche le grotte più nascoste il consiglio è quello di noleggiare una barca a remi; vivrete un'esperienza fantastica!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare Lisbona

Con il periodo estivo che è alle porte le capitali europee sono ormai le mete più ambite da chi ha voglia di fare un viaggio. Una delle mete più belle che ci sono da visitare è proprio Lisbona, cioè la capitale portoghese. Lisbona è una città dalle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare Madrid in 3 giorni

Se si decide di visitare una capitale europea in un weekend lungo, cioè di tre giorni, ci affanniamo a vedere tutto quello che il limitato tempo disponibile ci concede. Madrid è certamente una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo, sia...
Europa

5 cose da visitare a Casablanca

Casablanca, con i suoi 3 milioni di abitanti, è la più grande città del Marocco e la più moderna. Verrete infatti affascinati dalle architetture moderne che più di ogni altra cosa la caratterizzano. Seguite questa guida prima di visitare Casablanca...
Europa

Come visitare Empoli

La regione Toscana, oltre alla rinomata Firenze, presenta tante altre città molto importanti, tra cui Pisa ed Empoli. Quest'ultima è riconosciuta per la presenza di industrie sia vetraie che tessili. A tal proposito, di seguito approfondiremo proprio...
Europa

Le migliori città europee da visitare

Partire per uno splendido viaggio assieme ai nostri amici od assieme ai nostri famigliari, è un qualcosa di molto divertente e di entusiasmante. Se abbiamo scelto come meta per il nostro viaggio l' Europa, nulla è meglio del visitare le migliori città...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.