Come visitare le spiagge di San Teodoro in Sardegna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

San Teodoro è una località molto rinomata e turistica situata al nord della Sardegna: si tratta di un'area ricca di splendide spiagge, tutte caratterizzate dalla presenza di un mare trasparente e cristallino. San Teodoro rappresenta una meta ideale per le vacanze estive e per tutti coloro che amano la natura e il divertimento. Trascorrere le proprie vacanze estive in questa località non significa solo relax, perché chi lo desidera può anche usufruire di una intensa vita mondana: a San Teodoro, infatti, si trovano tantissimi locali notturni e discoteche rinomate. Attraverso i passi seguenti cercheremo di capire, però, come visitare al meglio tutte le spiagge che si trovano in questa località, così da poterne apprezzare l'aspetto naturalistico.

28

Occorrente

  • Voglia di rilassarsi
  • Voglia di divertirsi
38

Cominciamo da La Cinta, che è sicuramente una delle spiagge più famose di San Teodoro: questa spiaggia è caratterizzata dalla presenza di una splendida sabbia bianca e da acque trasparenti e cristalline. Rappresenta la meta ideale per le famiglie con bambini e per tutti coloro che sono in cerca di divertimento e comodità. La Cinta, tuttavia, è sempre iper affollata, pertanto sarà necessario assicurasi di arrivare presto per trovare il posto migliore. Per raggiungere la Cinta basterà percorrere la statale 125 e, una volta arrivati allo stagno di San Teodoro, bisognerà svoltare su Via del Tirreno, che vi porterà direttamente al lato sud della spiaggia.

48

Un'altra bella e imperdibile spiaggia di San Teodoro è Cala d'Ambra: questa è estremamente comoda da raggiungere perché è situata molto vicino al centro abitato. Questa splendida spiaggia è caratterizzata da sabbia bianca e acque turchesi e trasparenti ed è l'ideale per trascorrere delle tranquille e rilassanti giornate di mare.

Continua la lettura
58

Infine, la Spiaggia Isuledda è una meta imperdibile di ogni vacanza a San Teodoro. Questa bella spiaggia di sabbia bianca finissima è caratterizzata dalla presenza di fondali trasparenti, ideali per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling. Raggiungere questa spiaggia è semplicissimo: basterà, infatti, prendere la provinciale verso Ottiolu fino al grande parcheggio; oppure, se ci si trova a San Teodoro, sarà sufficiente attraversare Viale Cala d'Ambra.

68

Per concludere, vediamo alcuni approfondimenti e curiosità che riguardano questa meravigliosa località turistica. Innanzitutto il nome deriva dalla presenza dell'attuale chiesa parrocchiale dedicata a San Teodoro di Amasea, che fu soldato romano d'oriente, diventato martire del IV secolo d. C. Anche se le prime tracce chiaramente documentate della chiesa risalgono solo al XVII secolo, il territorio risultava abitato già da secoli: sono numerosi i ritrovamenti di resti preistorici e nuragici che lo comprovano. Il caso più evidente è quello del nuraghe (in gallurese naracu) della borgata Naracheddu, del quale ci restano solo alcuni filari di pietre. L'Itinerarium Antoninianum, documento del III secolo d. C., attesta l'esistenza di un centro abitato all'epoca della dominazione romana. La località, denominata Coclearia, potrebbe con buona probabilità essere localizzata in corrispondenza dell'attuale centro abitato principale di San Teodoro: anche in questo caso, sono diversi i ritrovamenti archeologici, esposti presso il museo locale, che rafforzano tale ipotesi. Dalla fine dell'età classica e per l'intero periodo alto-medievale, le vicende del territorio teodorino risultano pressoché totalmente avvolte nell'oscurità, sebbene il nome della parrocchia, chiaramente riferito ai culti della chiesa cristiana d'oriente, potrebbe autorizzare l'ipotesi della presenza di strutture di culto cristiano all'epoca del dominio bizantino in Sardegna. Alcune documentazioni certe sulla vita nel territorio dell'attuale San Teodoro risalgono al tardo periodo giudicale, a partire dal XIII secolo d. C. Il territorio teodorino era allora noto come Offolle e faceva parte del Giudicato di Gallura, che durante la fase finale della sua storia passò in possesso del comune di Pisa.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare le spiagge di Porto San Paolo in Sardegna

Porto San Paolo rappresenta una splendida località situata nella provincia di Olbia, la quale risulta essere famosa soprattutto grazie alle sue meravigliose e rinomate spiagge. Questo bel comune sardo offre una costa ricca di piccole cale tutte incorniciate...
Europa

Come visitare le spiagge di Budoni in Sardegna

Budoni rappresenta un comune della provincia di Olbia-Tempio, situato nella parte nord-orientale della Sardegna. È particolarmente ricco di splendide e di famose spiagge, circondate da acque cristalline e trasparenti. Budoni è la meta ideale per effettuare...
Europa

Come visitare le spiagge di Cagliari in Sardegna

All'interno della presente guida, andremo a parlarvi di turismo, arrivando in Sardegna. Nello specifico, come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come visitare le spiagge di Cagliari...
Europa

Come visitare le spiagge del sud dell'isola di San Pietro

Ci troviamo nella parte sud occidentale della Sardegna, precisamente nell’Arcipelago di Sulcis. Due sono le isole principali che troneggiano su questo meraviglioso scenario: L’Isola di Sant’Antioco e l’Isola di San Pietro. In questa guida, impareremo...
Europa

Come visitare la Sardegna: Porto San Paolo e Isola di Tavolara

Quest'oggi, nei successivi passi di questa guida, vi spiegherò come visitare la Sardegna, o almeno una parte ben precisa di essa. La vivace costa a sud di Olbia è disseminata di località balneari che, durante la stagione estiva, sono in pieno fermento,...
Europa

Come visitare le spiagge del Golfo degli Aranci in Sardegna

Golfo degli Aranci è una zona turistica della Sardegna situata nella parte nord-orientale dell'isola, più precisamente nella provincia di Olbia-Tempio. Trovandosi in Costa Smeralda, la zona è caratterizzata da spiagge di sabbia bianca e mare cristallino;...
Europa

Come visitare le spiagge di Cannigione in Sardegna

Se pianificate una vacanza a Cannigione, questa guida vi darà alcuni consigli su come visitare le spiagge più belle della zona. Cannigione è una località balneare del comune di Arzachena, che si trova nella parte nord-orientale della Sardegna. Questo...
Europa

Come visitare le spiagge della Costa Corallina in Sardegna

La Baia della Costa Corallina è una stupenda località del comune di Olbia, nella parte settentrionale della Sardegna; famosa per le sue splendide spiagge e per la bellezza della rigogliosa vegetazione della macchia mediterranea che la circonda, la Costa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.