Come visitare l'isola Bella in Piemonte

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Sul Lago Maggiore, a 400 metri da Stresa, esposta ai quattro venti, è collocata l'Isola Bella. Il giardino all'italiana, fortemente voluto nel 1670 dal conte Vitaliano IV per incorniciare il sontuoso Palazzo Borromeo, occupa la costa nord-occidentale. L'Isola Bella è meta indiscussa di numerosi turisti che annualmente vengono rapiti dalla bellezza del parco, dalle numerose specie botaniche rare (come agrumi, azalee, rododendri, orchidee) e dai tesori culturali e storici. Rappresenta una tappa classica di letterati, scienziati e artisti a partire dal tardo Settecento, ma ancora oggi conserva ancora il suo fascino rinascimentale. Andiamo, dunque, a vedere insieme come visitare questa splendida e magica isola del Piemonte, così da poterne cogliere ogni aspetto artistico.

27

Occorrente

  • Scarpe comode
  • Abbigliamento comodo
  • Macchina fotografica
37

Stresa è un comodo punto d'accesso per visitare le Borromee. L'Isola Bella è facilmente raggiungibile utilizzando i battelli della Navigazione Lago Maggiore, oppure della Consorzio Motoscafisti delle Isole Borromee. Il periodo ideale per ammirare le meraviglie del Palazzo e del giardino è quello a cavallo tra la stagione primaverile e quella estiva. In inverno, invece, è bene sapere che le maggiori attrattive vengono chiuse al pubblico. Il biglietto per questa visita si aggira intorno ai 13 euro a persona, ma ne vale assolutamente la pena. È bene sapere che i mezzi di trasporto non possono accedere al territorio, per cui ci si sposta unicamente a piedi. Per quanto riguarda il vitto e l'alloggio bisognerà organizzarsi a Stresa.

47

La maggiore attrattiva dell'Isola Bella è il giardino che incornicia scenograficamente il Palazzo Borromeo. Voluto dal conte Vitaliano IV nel 1670, è in grado di affascinare per la ricchezza di varietà botaniche rare e di provenienza esotica, come rododendri, azalee, orchidee, piante carnivore, agrumi (arance amare e pompelmi), tra i quali zampettano felici i favolosi pavoni bianchi. L'impianto, che è ancora in stile tardo-rinascimentale, si articola su dodici terrazze, in prospettiva, ornate da nicchie decorate a mosaico, vasi, fontane, e numerose statue che rappresentano l'Arte e la Natura.

Continua la lettura
57

Il Palazzo è un luogo davvero molto prezioso per gli amanti dell'arte. Esso venne edificato nel 1632 per volere del conte Carlo III Borromeo, in omaggio alla moglie Isabella d'Adda. Si tratta di un luogo di delizie, un ricco susseguirsi di stanze arredate con mobili raffinati e di pregio, stucchi, marmi, arazzi del XV secolo. Sono presenti, inoltre, degli affreschi e quadri di artisti di rilievo, come Luca Giordano, Francesco Zuccarelli e Pieter Mulier. Come avrete capito, soprattutto se siete degli amanti dell'arte, vale davvero la pena visitare questo piccolo angolo di paradiso, del Piemonte.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' un luogo ideale da visitare durante la primavera e l'estate
  • Ricordatevi che non è possibile accedere in auto, per cui dovrete spostarvi a piedi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare l'isola dei Pescatori e l'isola Madre a Stresa

L'Isola Madre e l'Isola Pescatori fanno parte dell'arcipelago Borromeo, arcipelago che si trova nel golfo omonimo che il lago Maggiore forma proprio di fronte a Stresa. L'arcipelago porta questo nome perché faceva parte del territorio di proprietà dei...
Europa

Come visitare i luoghi con gli alberi più importanti del Piemonte

Il Piemonte è una delle regioni con la maggior concentrazione di diversità bioambientale del nostro paese: Alpi, colline, pianura, regioni lacustrim baragge e fiumi. Fare un viaggio attraverso questa ricca regione vuol dire adattarsi continuamente al...
Europa

Come visitare l'isola di Anafi

Anafi è una splendida isola che si trova a sud est dell'Arcipelago delle Cicladi, a una decina di chilometri dalla celebre e mondana isola di Santorini. Chi ha deciso di visitarla, saprà già come farlo al meglio, ma per chi volesse saperne di più,...
Europa

Come visitare il Monferrato settentrionale nel Piemonte

Il Monferrato è una regione storico-geografica del Piemonte. Il suo territorio è quasi totalmente di natura collinare ed è compreso all'interno delle province di Alessandria e Asti e si estende a sud partendo dalla destra idrografica del fiume Po,...
Europa

Come visitare L'Isola Di Pianosa

L'isola di Pianosa si trova nel mar Tirreno, come si nota dal nome stesso, è un'isola che fa parte del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, e in epoca passata aveva anche la funzione di penitenziario. Un'associazione ne tutela l'aspetto e la zona...
Europa

Come visitare l'Isola di S. Pietro

Vicino alla Sardegna che ricordo essere una delle zone più bella al mondo dell'italia e più precisamente sulla costa sud-occidentale, si trovano due particolari isolette e cioè:1) l'isola di S. Antioco2) l'isola di S. Pietro. La differenza in sostanza...
Europa

Porto Santo: come visitare l'isola di Porto Santo

Come visitare l'isola di Porto Santo? La splendida isola di Porto Santo si trova nell'Oceano Atlantico, precisamente a largo di Madeira (Portogallo) da cui dista circa 40 chilometri. L'isola offre spiagge lunghissime e paesaggi incantevoli. È il luogo...
Europa

Come visitare la Sardegna: carloforte nell'isola di S. Pietro

Carloforte si trova nell'isola di S. Pietro, che fa parte dell'arcipelago del Sulcis ed è raggiungibile dall'isola principale (da Calasetta o Portoscuso) in circa mezz'ora di traghetto. Carloforte è l'unico centro abitato dell'isola; questa ha origine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.