Come visitare Montebello Ionico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Montebello Ionico si trova in Calabria, nella provincia di Reggio Calabria. La posizione del paese, che consente la visione di un eccellente panorama, ha fatto pensare che il nome derivi da Mons Bellus, "monte bello"; tuttavia, secondo un'altra interpretazione, l'etimologia corretta sarebbe quella derivata da Mons Belli, "monte di guerra", probabilmente perché vi furono edificate fortezze. Nel seguito sarà spiegato come visitare Montebello Ionico, seguendo un percorso che si sviluppa attraverso diversi luoghi di interesse storico-culturale-religioso.

25

All'ingresso del paese spicca il Palazzo Piromallo (chiamato 'a turri'), esteso circa 300 metri quadrati. La costruzione si affaccia da una parte verso il mare, dall'altra verso la parte bassa di Montebello Ionico; le due torri, esteticamente molto rilevanti, sono state aggiunte in un secondo tempo. Restaurato varie volte, oggi non è più abitato. Anticamente vi risiedevano saltuariamente i baroni Piromallo, che lo fecero innalzare in una posizione strategica che consentisse di controllare le loro proprietà.

35

Diverse sono le chiese che si possono visitare a Montebello Ionico. Tra esse, la chiesa del Buon Consiglio (18° secolo) è composta da una sola navata e contiene mosaici sulla parete absidale; la Parrocchia S. Maria della Presentazione, di tre navate, ricca di stucchi e smalti di diversi colori e con una statua di marmo raffigurante la Madonna che risale al 15° secolo.
C'è poi il monastero di S. Elia, a circa 20 km a sud di Reggio Calabria, che si pensa sia stato costruito nell'880 circa, secondo la tradizione da S. Elia dopo un lungo pellegrinaggio in Oriente.

Continua la lettura
45

Luogo di interesse è anche l'antico monastero di S. Anastasio, di cui restano importanti ruderi. Si tratta dei resti di una chiesetta che si stima sia stata eretta nel 9° secolo d. C. E che rappresenta la testimonianza di un'antica esistenza di Montebello Ionico. Tra i ruderi, all'interno di un uliveto, si è conservato un affresco del santo.

55

Grazie a un agevole sentiero che ne permette l'ingresso, a Montebello Ionico si possono visitare le grotte della Lamìa, formatesi nel corso di milioni di anni per erosione da parte dell'acqua e la cui apertura sembra una bocca. Chi vi entra si trova in un ambiente debolmente illuminato, che fa da passaggio ad altri ancora più scuri. Sulle pareti sono presenti grandi conchiglie fossili che si sono ben conservate. Si raccontano leggende che parlano della presenza nelle grotte di cunicoli molto lunghi, addirittura fino al mare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Copanello e Soverato

Nella regione della Calabria e precisamente nel Golfo di Squillace, ci sono due incantevoli località come Copanello e Soverato, comuni limitrofi e soprattutto noti per la loro bellezza. A tale proposito in questa guida daremo qualche utile consiglio,...
Europa

Come visitare Ginosa

Molto spesso quando decidiamo di organizzare una gita fuori porta, un week end o una semplicissima vacanza non teniamo in conto di visitare magari un piccolo centro ricco di storia. L'Italia è disseminata, da nord a sud, di queste piccole cittadine che...
Europa

Come visitare Brescia

All'interno della presente guida andremo a parlare di turismo. Nello specifico, come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo stesso della guida, ora andremo a spiegarvi Come visitare Brescia.Brescia è una splendida città situata tra le...
Europa

Come visitare la Sila

La Sila, situata nella zona centro settentrionale della Calabria, è sicuramente una bellezza indescrivibile, che offre ai visitatori scenari meravigliosi. È un altopiano che si estende per circa 1.700 chilometri nelle province di Cosenza, Catanzaro...
Europa

Come visitare Marradi

Marradi è un piccolo paesino della Toscana, in provincia di Firenze. Ricco di fascino, si trova tra il verde incontaminato dell'Appenino Tosco-Emiliano e le acque del fiume Lamone. Conta circa 3000 abitanti, tutti molto calorosi ed ospitali. Meta ideale...
Europa

Come visitare Orzinuovi

L'Italia è caratterizzata da tantissime località meravigliose che offrono uno spettacolo senza dubbio molto suggestivo e vale la pena vedere almeno una volta nella propria vita. È questo il caso di Orzinuovi,piccolo paesino poco conosciuto che si trova...
Europa

Come visitare Policoro

Policoro è una piccola città in provincia di Matera. Un tempo aveva il nome di Heraclea e prese attivamente parte agli scambi commerciali per la sua posizione strategica all'epoca della Magna Grecia. Si trova nella zona più a sud della Basilicata e...
Europa

Come visitare Leeds Castle

Se soggiornerete in Inghilterra, potreste visitare Leeds Castle. Nel 1254, il re Edoardo I sposò Eleonora di Castiglia. L'amore immenso per la moglie lo indusse a costruire per lei una residenza da fiaba. Nacque così, Leeds Castle. È il castello più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.