Come visitare Noto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

In questa semplice ed esauriente guida andremo a descrivere come si può visitare una delle splendide città che offre la bella terra della Sicilia. In modo particolare ci soffermeremo sulla descrizione di Noto, che si tratta di una bellissima località collocata in provincia di Siracusa, importante centro vincolo situato sul pendio del colle delle Meti, a sud dei monte Eblei. La magnifica cittadina gode di una rilevanza storica abbastanza importante, costruita nel diciottesimo secolo, dopo la distruzione di Noto antica provocata dal terremoto del 1693. Questa località è impostata secondo uno schema ortogonale regolarissimo. Si tratta di un asse portante su cui si aprono tre scenografiche piazze che, sfruttando il pendio naturale ed il colore della pietra locale, danno luogo a degli spazi del tutto particolari e suggestivi. A questo punto vi invitiamo nella lettura di questa guida, pertanto vi consigliamo di armarsi di carta e penna, prendendo appunti per organizzare un fantastico week end in Sicilia.

24

Sicuramente la prima cosa che sarà notata è quella di essere attirati dal maestoso ingresso al nucleo urbano più antico, rappresentato dall'ottocentesca Porta Nazionale. Il Duomo è collocato in Piazza Municipio, ed è preceduto da un'alta scalinata, la quale domina la piazza principale. Questo è il centro monumentale della città. Il Duomo di Noto è stato eretto nel corso del Settecento e presenta una ricca facciata sfarzosa, scandita da un doppio ordine di colonne e chiusa ai lati da due enormi campanili. Sicuramente questo è il primo dei tanti luoghi che meritano di essere visitati, in cui gli innumerevoli turisti saranno sbalorditi dalla storia e dalla ricchezza culturale di questo luogo.

34

A seguire, sempre a Piazza Municipio si trova il palazzo Ducezio, circondato da un elegantissimo portico, che rappresenta un'opera del diciottesimo secolo realizzata dall'architetto Vincenzo Sinatra. Tra le altre opere d'arte presenti, chiudono la piazza il Palazzo Vescovile ed il Palazzo Sant'Alfano che entrambi risalgono allo stesso periodo storico, ossia allo scorso secolo. Poi annoveriamo la Chiesa neoclassica del Santissimo Salvatore. Proseguendo nella propria visita turistica, è consigliabile proseguire fino a Piazza dell'Immacolata, la quale rappresenta un altro nodo scenografico. In questa piazza è presente la monumentale scalinata d'accesso, nonché la settecentesca Chiesa di San Francesco ed il convento del Santissimo Salvatore con la Torre monumentale.

Continua la lettura
44

La cittadella di Noto, seppure piccola ed accogliente, è tutta quanta da visitare. È realizzata in uno stile Barocco tutto da vedere. Non occorre, inoltre, tralasciare la cucina e le manifestazioni, come la famosa infiorata di Noto. A questo punto è doveroso parlare della cucina, dal momento che siamo in Sicilia, la terra dove le pietanze da ammirare sono svariate. Annoveriamo, ad esempio, i tanti dolci da assaggiare, come la rinomata cassata, i cannoli, i dolci di pasta di mandorle. Per concludere vi consigliamo di acquistare qualche bottiglia di vino come il famoso Moscato di Noto, ottimo per inzuppare i biscotti. Non ci resta che augurarvi una buona organizzazione ed un buon divertimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Frigintini

Nella nostra grande nazione, oltre alle vaste e popolate metropoli e ad altre città molto conosciute in tutto il mondo per l'arte e le bellezze naturalistiche, sono presenti anche delle piccole frazioni o modesti paesi che meritano di essere segnalati...
Europa

Come visitare Recanati

Recanati è una cittadina delle Marche che si trova in provincia di Macerata. Recanati è a 296 m s. L. M. e si colloca in una posizione strategica, al centro di due fiumi (Potenza e Musone) e a pari distanza dal mare Adriatico e dai Monti Sibillini....
Europa

Come visitare Pontedera

Pontedera è un comune pisano, a 22 km dal capoluogo toscano. Sorge nel Valdarno Inferiore, alla confluenza del fiume Era. È un piccolo centro dalle mille attività e si ricorda per i suoi motori ma anche per le sue opere d'arte. Il Museo della Piaggio...
Europa

Liechtenstein: cosa visitare

Il Liechtenstein è un piccolo stato al centro dell'Europa. Pur non essendo molto noto, è un luogo ricco di bellezza e di fascino. Tuttavia, negli ultimi periodi, molti turisti lo scelgono come meta delle loro vacanze. Se anche noi desideriamo intraprendere...
Europa

Come visitare Vicenza e le ville palladiane del Veneto

Se stai organizzando una vacanza in in Veneto, allora devi sicuramente visitare Vicenza e le ville palladiane disseminate in gran parte di questa regione. L'ideale di bellezza del periodo greco e romano ha influenzato notevolmente il grande architetto...
Europa

Come e perché visitare Delfi

La città di Delfi è una delle più importanti città dell'antica Grecia. Qui si trovava l'oracolo del dio Apollo, noto anche come "Oracolo di Delfi". Attualmente, Delfi è molto famosa perché si si considera "l'ombelico del mondo". Ogni turista che...
Europa

Come visitare Amsterdam in 5 giorni

Visitare Amsterdam ne vale veramente la pena, sia per la sua particolare bellezza architettonica che per l'atmosfera e i colori delle sue case tipiche che la rendono un vero e proprio gioiello d'Europa. Nei passi successivi di questa guida troverai...
Europa

Come visitare i luoghi dell'Alto Molise

L'Alto Molise è uno dei territori che meglio conservano il paesaggio rurale e la cultura contadina. Siamo nella provincia di Isernia, nella zona interna del Molise, in un territorio che si distende tra monti e praterie dove è ancora possibile sentire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.