Come visitare Nuoro in un giorno

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Chi decide di visitare la Sardegna, un'isola stupenda nel cuore del Mar Mediterraneo, probabilmente lo fa perché affascinato dai paesaggi da sogno che si vedono nelle cartoline: spiagge bianche e mare cristallino, oppure scogliere sormontate dalla fitta macchia mediterranea a strapiombo sul mare dalle mille tonalità di azzurro. Non tutti sanno che anche l'entroterra è ricco di luoghi che vale la pena visitare, soprattutto per quanto riguarda la storia, la cultura e la cucina sarda. Tra le varie mete che potete visitare per una tappa lontana dal mare, c'è sicuramente Nuoro. È uno dei capoluoghi di provincia più elevati d’Italia, situato su un altopiano granitico ai piedi del monte Ortobene nel cuore della Sardegna. Fu insediamento nuragico e successivamente cadde sotto il dominio romano, che ne condizionò fortemente la parlata. Con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente passò sotto il controllo dei Vandali e dei Bizantini, per poi finire nelle mani degli spagnoli. Nel secolo scorso, dopo la rivolta contro la legge delle Chiudende, che aboliva i pascoli comunali e demaniali gratuiti, divenne capoluogo sotto i Piemontesi. Non mancano gli elementi per un ricco tour, ma se non avete molto tempo a disposizione, potete comunque riuscire ad apprezzare il meglio di questa città in un solo giorno! Vediamo come.

27

Occorrente

  • Una giornata del vostro tempo
  • La curiosità di conoscere storia e cultura del posto
37

Raggiungere la città

Per iniziare il vostro tour dovete ovviamente raggiungere la città. Il mezzo più veloce ed economico per arrivare in Sardegna è sicuramente l’aereo, anche grazie alla presenza di diverse compagnie low cost che fanno scalo sull'isola. L’aeroporto più vicino alla vostra meta è quello di Olbia, situato a 1 ora e 40 minuti di macchina dal centro di Nuoro. Una volta atterrati sarà sufficiente prendere uno dei tanti taxi davanti all’aeroporto se volete viaggiare in tranquillità; se invece preferite risparmiare qualcosa, la fermata degli autobus dista solo 50 metri dall’area arrivi. Se avete intenzione di muovermi in autonomia, magari per girare il più possibile tra spiagge e calette negli altri giorni, l'alternativa migliore è quella di noleggiare un'auto.

47

La mattinata

Finalmente siete arrivati a Nuoro! L'ospitalità degli abitanti del posto è proverbiale, non stupitevi se molti si offriranno di darvi una mano quando chiederete informazioni, oppure se molti insisteranno per offrirvi qualcosa da bere o da mangiare. Potete iniziare la vostra visita della città dalla piazza dedicata al poeta nuorese Sebastiano Satta, nella quale si trovano alcune rocce erose con riproduzioni dei tipici bronzetti nuragici raffiguranti il poeta e lo scultore nuorese Francesco Ciusa. Proseguite poi il vostro tour visitando la casa-museo della scrittrice premio Premio Nobel per la letteratura nel 1926, Grazia Deledda. Si tratta di un tipico esempio di abitazione nuorese del ceto benestante, risalente alla seconda metà dell’Ottocento.

Continua la lettura
57

Il pranzo

La cucina sarda, in questo caso quella nuorese in particolare, fa parte delle attrazioni che questa splendida terra offre. Per questo motivo, la sua degustazione merita di essere inserita tra le tappe fondamentali per una visita che si rispetti. Tutto quello che deciderete di assaggiare sarà estremamente gustoso; tra gli antipasti, oltre ai classici salumi e formaggi, spiccano ricotta e "purpuzza". I primi più particolari sono il "pane frattau" ed i "maccarrones de busa". Il tradizionale maialetto arrosto è il secondo più famoso, così come le "sebadas" tra i dolci. Il tutto accompagnato da "pane carasau" ed ottimi vini, senza dimenticare il liquore di mirto come digestivo. Dopo una scorpacciata del genere, non vi resta che proseguire la visita della città.

67

Pomeriggio e sera

Dirigetevi ora in Piazza S. Maria della Neve, dove si erge il Duomo. La costruzione neoclassica ottocentesca è arricchita all'interno da un dipinto del 1600 attribuito ad Alessandro Tiarini, raffigurante il Cristo Morto. Non lontano dal Duomo si trova il Museo Civico Speleo-Archeologico, che raccoglie materiali recuperati dal Gruppo Grotte Nuorese nel corso di diversi decenni. Completate la visita di questa splendida città con il Museo della Vita e delle Tradizioni Popolari Sarde, dove sono raccolti gli abiti tradizionali dei maggiori centri della Sardegna, manufatti tessili, gioielli, oggetti di arredo ed utensili tradizionali.
Come avete visto, è possibile visitare Nuoro anche avendo poco tempo a disposizione, arricchendo le vostre conoscenze su questa bellissima città e sulla meravigliosa isola che la ospita. In più, scoprirete gusti e sapori tradizionali che vi faranno amare la Sardegna ancora di più; vi renderete conto che il mare è l'aspetto più famoso di queste zone, ma non è l'unico motivo per cui vale la pena visitare questo paradiso.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Indossate scarpe comode e camminate il più possibile, per apprezzare la città vivendola come un abitante del posto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare le spiagge Dei Dintorni Di Orosei

Orosei è un comune della provincia di Nuoro, con una lunga e ampia costa ricca di tantissime e splendide spiagge, tutte caratterizzate da sabbia bianca e acque trasparenti e cristalline. Anche i dintorni di Orosei offrono fantastici paesaggi naturalistici...
Europa

Come visitare con i mezzi pubblici la Sardegna

La Sardegna è una delle isole più grandi del mediterraneo. È conosciuta soprattutto per le sue coste bellissime ma anche l'interno è tutto da scoprire, potete visitare parchi naturali, villaggi archelogici, borghi bellissimi. Attraverso questa guida...
Europa

Come visitare le spiagge di Dorgali in Sardegna

Quando volete organizzare la prossima vacanza estiva e non avete la ben che minima idea, di dove andare, siete capitati nella guida più adatta a voi, e alle vostre esigenze. Infatti durante i passaggi di questa guida, vi spiegheremo passo passo, quale...
Europa

Come visitare le spiagge Della Marina Di Orosei in Sardegna

L'arenile della Marina di Orosei fa parte della costa centro orientale sarda e si colloca nell'enorme Golfo di Orosei. In questa splendida zona della Sardegna, si trovano diverse spiagge dal panorama davvero suggestivo. Per coloro che intendono programmare...
Europa

Come visitare Leeds Castle

Se soggiornerete in Inghilterra, potreste visitare Leeds Castle. Nel 1254, il re Edoardo I sposò Eleonora di Castiglia. L'amore immenso per la moglie lo indusse a costruire per lei una residenza da fiaba. Nacque così, Leeds Castle. È il castello più...
Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.