Come visitare Palazzo Reale Di Torino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando divenne capitale del restaurato ducato sabaudo, sotto Emanuele Filiberto, Torino era una piccola città che conservava ancora, sotto la sua veste medievale, l'impianto della città romana. Il palazzo che doveva diventare per tre secoli la residenza principale della dinastia fu il perno intorno a cui si organizzarono i successivi ampliamenti della città. Vediamo quindi insieme come visitare il palazzo reale di Torino.

26

Occorrente

  • Tanta pazienza e voglia di conoscere
36

Per visitare il Palazzo Reale di Torino dovete recarvi nell'omonima città, situata nella regione italiana del Piemonte. Potete raggiungere il palazzo comodamente a bordo della vostra auto; lo troverete nel centro storico di Torino, vicino alla riva del fiume Po e ad altri importanti monumenti come Palazzo Madama e la Mole Antonelliana. All'interno del palazzo noterete che esso è stato trasformato in un importante centro museale, sede di collezioni di grandissimo interesse. Visitando la camera da letto e le stanze private della famiglia reale, vedrete che sono un tripudio di ori, cristalli, mobili pregiati e artistici rivestimenti ai soffitti.

46

Potete visitare diverse sale del complesso, una più lussuosa dell'altra, e tuttavia mai eccessive, in linea con la regola di una dinastia piuttosto austera. Da ammirare assolutamente sono la cupola della cappella della Santa Sindone, dove vedrete sei archi sovrapposti culminanti nel traforo a stella. Da visitare c'è anche la sala del Trono, sontuosamente arredata, con le preziose decorazioni barocche in legno intagliato e dorato. È necessario ricordare che il lunedì è chiuso, invece da martedì a sabato ore 8.30-19.30; ultimo ingresso alle ore: 18.00. Domenica ore 8.30-19.30; ultimo ingresso alle ore: 18.00. Dal 1 giugno 2013 il biglietto permette di visitare liberamente l'Appartamento di Rappresentanza del primo piano nobile, l'Armeria Reale ed il Museo Archeologico.

Continua la lettura
56

La Galleria Sabauda sarà chiusa dal 5 maggio al 4 dicembre 2014 per permettere il completamento dei lavori di restauro della Manica Nuova di Palazzo Reale ed il successivo allestimento delle opere della Galleria Sabauda. Non sono previste riduzioni o particolari incentivi per gli over 65 anni. Il prezzo intero è di 10,00 euro salvo variazioni, prezzo ridotto 5,00 euro. Dal 3 aprile al 14 settembre 2014 Palazzo Reale ospita una retrospettiva monografica dedicata ad uno dei più leggendari fotoreporter del ventesimo secolo, ovvero David Saymour, a un prezzo di 8 euro e un ridotto di 5 euro. Non vi resta quindi che preparare le valigie e partire alla volta di Torino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Da visitare c'è anche la sala del Trono, sontuosamente arredata, con le preziose decorazioni barocche in legno intagliato e dorato.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Il Palazzo Di Ulisse A Itaca.

All'interno della presente guida, come avrete già notato attraverso la lettura del titolo della guida, andremo a spiegarvi Come visitare Il Palazzo Di Ulisse A Itaca.La descrizione che aveva fatto Omero del palazzo reale del re degli Achei ha trovato...
Europa

Come visitare Il Palazzo Di Topkapi A Istanbul

Cuore dell'Impero ottomano per quasi 400 anni, il palazzo di Topkapi (Topkapi Sarayi) oggi ospita un museo con vaste collezioni di porcellana imperiale, gioielli, costumi e armi. Per capire come visitare il Palazzo di Topkaki a Istanbul si può partire...
Europa

Come visitare il palazzo di Sanssouci a Potsdam

Potsdam sta a Berlino come Versailles sta a Parigi: si tratta di un distretto reale, in una zona salubre a ovest della città, con palazzi, giardini e parchi. Proprio come il Castello di Versailles è indissolubilmente legato alla figura del Re Sole,...
Europa

Come visitare il Palazzo dei Papi ad Avignone

La residenza dei papi ad Avignone è un luogo che per molti secoli ha ospitato appunto, la residenza dei papi; diventato luogo di interesse storico e culturale per l' importanza delle persone che ci hanno alloggiato nel corso dei secoli, attrae milioni...
Europa

Come visitare Palazzo Pitti a Firenze

Visitare i musei è il modo migliore per accrescere la propria cultura, per ampliare la mente e capire qualcosa in più sui nostri antenati. Nel mondo esistono moltissimi musei, e sono presenti in ogni città, ma ce ne sono alcuni che andrebbero visitati...
Europa

Come visitare il Palazzo regio di Cagliari

La Sardegna è una delle isole più grandi e più belle del Mediterraneo e per questo motivo ogni anno viene visitata da migliaia di turisti, soprattutto durante il periodo estivo. Per scoprire le sue bellezze naturali, bisogna girarla tutta in quanto...
Europa

Come visitare il palazzo del Quirinale

Il Palazzo del Quirinale, che sorge sull'omonimo colle di Roma, fu costruito a partire dal 1583 con progetti - in più fasi - degli architetti Ottaviano Mascherino, Gian Lorenzo Bernini, Ferdinando Fuga, Domenico Fontana. Fu residenza stabile dei papi...
Europa

Come visitare il palazzo nazionale della cultura a Sofia

La Bulgaria è un paese non molto conosciuto, lontano dalle tradizionali mete turistiche, ma che può donare emozioni e sensazioni uniche al turista che decide di visitarla. I luoghi maggiormente visitati in Bulgaria sono le spiagge del Mar Nero o le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.