Come visitare Palazzo Vecchio a Firenze

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

E’ senza dubbio uno degli edifici più visitati del nostro Belpaese: stiamo parlando di Palazzo Vecchio a Firenze, un luogo magico, dov’è possibile viaggiare nel tempo e toccare con mano la magnificenza di secoli di storia, di arte e di cultura fiorentina. Un mix di opere tutte da ammirare, quelle presenti all’interno del maestoso edificio: per non perderne nemmeno una, vista la loro numerosità, è bene arrivare in visita al Palazzo con le idee ben chiare, studiando un percorso preciso per non farsele sfuggire. Seguiteci e scoprirete insieme a noi come visitare Palazzo Vecchio a Firenze senza lasciare nulla al caso, in un tour di emozioni che non dimenticherete mai.

25

Varcare la soglia di Palazzo Vecchio rappresenta, già di per sé, una sensazione indescrivibile. Il mix artistico delle tre epoche storiche racchiuse all’interno dell’edificio vi daranno il primo saluto di benvenuto: potrete scorgere, nel giro di qualche decina di metri, le affascinanti rovine romane, quindi le solide fondamenta della fortezza medievale che lasciano poi spazio alle imperdibili stanze rinascimentali, affrescate con estrema cura dai più grandi artisti dell’epoca vissuti nel capoluogo toscano. Il piccolo microcosmo di Palazzo Vecchio, che vive da secoli in equilibrio tra storia ed arte, sta iniziando a mostrarsi ai vostri occhi in tutto il suo splendore. E siamo solo all’inizio.

35

Palazzo Vecchio ha rappresentato per anni il simbolo politico della città di Firenze: un luogo così importante, quindi, non poteva non essere dotato di meravigliose sale in grado di ospitare gli esponenti di spicco della vita internazionale dell’epoca. Come Il Salone dei Cinquecento, tra le aree più affascinanti di tutto l’edificio, di sicuro la più maestosa, posta al primo piano. Una volta entrati all’interno di questa area non riuscirete più ad uscirne: il valore storico ed artistico delle opere contenute nel Salone è assolutamente inestimabile. Michelangelo, Leonardo, Bandinelli, Vasari e Stadano sono solo alcuni degli artisti che hanno messo il loro talento al servizio dei dipinti e delle sculture presenti in questo luogo dal fascino infinito.

Continua la lettura
45

E’ tempo di salire al piano superiore, il secondo: qui le stanze da non perdere sono la Sala dei Gigli e la Sala delle Mappe Geografiche, ovvero il luogo in cui venivano conservati i documenti più preziosi e le carte geografiche dell’epoca. Qui la vostra attenzione sarà catturata dalla grande sfera Mappa Mundi, la celebre opera del Bonsignori che, fino a fine Cinquecento, rappresentava il più grande mappamondo mai realizzato. Prima di terminare il tour all’interno di Palazzo Vecchio, non potete perdervi la maestosità della Torre di Arnolfo che si erge, sulla sommità dell’edificio, fino a 95 metri di altezza. Se avete ancora una buona lena, potrete percorrere gli oltre 400 scalini necessari per arrivare al camminamento di ronda e godere di un panorama mozzafiato su tutta la città.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non perdetevi la vista di Firenze dalla Torre di Arnolfo: i 400 scalini da percorrere sono molti, ma fare questo sforzo sarà ripagato dallo spettacolo che vi attende all'arrivo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come organizzare una breve visita a Firenze

Firenze è una delle città più visitate d'Italia e d'Europa. Ciò che attrae maggiormente i turisti è l'immenso patrimonio storico, artistico e culturale che il capoluogo toscano custodisce all'interno dei suoi antichissimi palazzi. Basti pensare ai...
Italia

Come girare la Toscana in auto

La Toscana è una regione italiana molto interessante e ricca di attrazioni davvero uniche e spettacolari. Questa meravigliosa regione è una delle più amate dai turisti sia italiani che stranieri. Un giro in macchina lungo la regione serve infatti per...
Italia

I 10 più bei borghi medievali in Toscana

La Toscana è uno dei luoghi più affascinanti d'Italia per l'arte che la circonda. Arte che non è solo chiusa nei musei e nei castelli, ma esposta praticamente a cielo aperto con tutte le sue testimonianze di borghi medievali tutt'oggi abitati e amministrati...
Italia

Guida ai più importanti musei di Firenze

Firenze, considerata da tutti la Capitale mondiale dell'arte, questo per via sia delle numerose opere d'arte che adornano la città, sia per la grande presenza di Musei su questo territorio. Se ne possono contare ben 70, dislocati in vari punti della...
Italia

Firenze: come visitare Firenze

Il capoluogo toscano è una città intrigante per chi la visita la prima volta, ed è meravigliosa per chi ci prende un po' di confidenza. Firenze viene considerata la Culla del Rinascimento e con i suoi musei, palazzi e chiese rappresenta un vero e...
Consigli di Viaggio

Come visitare i monumenti di Firenze in pochi giorni

Firenze è un comune italiano, capoluogo della regione Toscana. Una città tutta da scoprire, antica, cuore dell'età rinascimentale, ricca di monumenti storici. Visitare tutta Firenze in pochi giorni è praticamente impossibile, perché sono numerosissime...
Europa

Come organizzare un viaggio a Firenze

Firenze è il capoluogo della regione Toscana, terra di antiche civiltà. La città di Dante Alighieri e di tanti altri grandissimi personaggi storici, giace sulle sponde dell'Arno, coronata di colli, tra i quali quello su cui sorge Fiesole. Le impronte...
Italia

Firenze: 5 ristoranti da non perdere

Firenze: capitale d'Italia solo dal 1865 al 1871, ma capitale indiscussa della bistecca alla fiorentina. Tuttavia, in questa bellissima città italiana non si vive di sola carne e anzi l'offerta gastronomica è vasta e varia. In questa breve panoramica,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.