Come visitare Patrasso

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

È la città più grande e tra le più conosciute del Peloponneso e risulta terza in ordine di grandezza della Grecia, stiamo parlando di Patrasso di cui i turisti rimangono affascinati. Per visitare questa città, come prima meta prendiamo in considerazione il suo porto, che permette di inoltrarci verso altre zone. Secondo dopo il Pireo, collega l'Italia e le isole ioniche. Da Patrasso inoltre partono diverse linee ferroviarie, che ci possono portare ad Atene e servizi di autobus che hanno come meta altre fantastiche zone della Grecia.

27

Se decidiamo di pernottare a Patrasso, possiamo avvalerci di numerosi hotel e divertimenti di ogni tipo per trascorrere piacevolmente la nostra vacanza. Il centro della città si chiama Plateia Psila Alonia, dove ambulanti offrono caffè e dopo averci fatto sedere, improvvisano rappresentazioni inerenti alla vita quotidiana nelle strade del paese. Vicino al porto possiamo ammirare la maestosa chiesa moderna che è in stile bizantino di Agios Andreas (Sant'Andrea). Qui giungono molti pellegrini ortodossi, vicino troviamo il Faro che è una copia dell'originale, costruito più recentemente.

37

Patrasso è divisa in due parti, la più antica che sta in alto e quella nuova invece in basso. Nell'anno 2006 è stata nominata capitale della cultura europea, porta verso l'occidente come la consideravano i Greci e conosciuta in tutto il mediterraneo per il commercio e gli scambi all'epoca romana. Ancora oggi, anche se è rivolta al futuro, le sue origini storiche sopravvivono e caratterizzano ogni luogo. Esiste inoltre un'Università che è specializzata nelle disipline scientifiche e nella tecnologia.

Continua la lettura
47

Non si può dimenticare il ponte Rio-Anctirio, di carattere futuristico che collega Patrasso ad Antino. Nelle piazze di Psila Alonia e Georgiou da ammirare gli eleganti palazzi neo-classici ed il Teatro municipale di Apollon, uno dei primi in Europa. Molto conosciuti: l'Odeon e la Fortezza di Patrasso, che si dice custodisca il fantasma di Patrinella (Patrasso). All'Odeon ancora si ospitano spettacoli teatrali.

57

Da visitare la cantina di Acai Clauss, che produce il famoso vino Mavrodafni di Patrasso, che proviene da uva nera. Altra favolos costruzione, la Chiesa di Nikodimos, grandissima e molto decorata. Due importanti musei, uno archeologico ed uno folkloristico sono tra i più interessanti della regione.

67

La parte alta è la più attraente di tutta la città, lì si trova il Castello, di origine bizantina, ma con modifiche seguenti. Da lì si gode di una visuale stupenda: il Golfo di Corinto, Le montagne del Peloponneso, il mar Ionio e le isole di Zante e Cefalonia. Altri due musei, quello storico ed il giornalistico arricchiscono Patrasso con le loro testimonianze.

77

Assolutamente da vedere, se si organizza il viaggio da febbraio a Marzo l'anitico Carnevale di patrasso, che vive da oltre 160 ed è conosciuto in tutto il mondo, al pari del carnevale di Rio de Janeiro e quello di Venezia. Sfilate, parate e cortei, insieme a cacce al tesoro, sagre, balli, rappresentazioni teatrali, musica e tanta festa regalano in questi giorni divertimento ed allegria. In estate invece l'evento principale sono le rappresentazioni teatrali sia antiche che moderne e concerti di musica di alto livello.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Leeds Castle

Se soggiornerete in Inghilterra, potreste visitare Leeds Castle. Nel 1254, il re Edoardo I sposò Eleonora di Castiglia. L'amore immenso per la moglie lo indusse a costruire per lei una residenza da fiaba. Nacque così, Leeds Castle. È il castello più...
Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare Lisbona

Con il periodo estivo che è alle porte le capitali europee sono ormai le mete più ambite da chi ha voglia di fare un viaggio. Una delle mete più belle che ci sono da visitare è proprio Lisbona, cioè la capitale portoghese. Lisbona è una città dalle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare Madrid in 3 giorni

Se si decide di visitare una capitale europea in un weekend lungo, cioè di tre giorni, ci affanniamo a vedere tutto quello che il limitato tempo disponibile ci concede. Madrid è certamente una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo, sia...
Europa

5 cose da visitare a Casablanca

Casablanca, con i suoi 3 milioni di abitanti, è la più grande città del Marocco e la più moderna. Verrete infatti affascinati dalle architetture moderne che più di ogni altra cosa la caratterizzano. Seguite questa guida prima di visitare Casablanca...
Europa

Come visitare Empoli

La regione Toscana, oltre alla rinomata Firenze, presenta tante altre città molto importanti, tra cui Pisa ed Empoli. Quest'ultima è riconosciuta per la presenza di industrie sia vetraie che tessili. A tal proposito, di seguito approfondiremo proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.