Come visitare pian del crep a Zoldo Alto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se siete appassionata di trekking o semplicemente ambite a godervi un panorama meraviglioso, il posto che fa per poi è Cime del gruppo del Civetta, e più precisamente la località Pian del Crep, dove si trova anche il rifugio omonimo, posto a 1650 metri. Esso è raggiungibile sia in Ovovia sia camminando in mezzo al bosco. L'importante è che non vi spaventiate camminare, che voi non siate dei pigroni di città insomma, ma dei tipi avventurosi. Per voi che siete appassionati delle gite in alta montagna e amate il Trekking unito alla fotografia, sarà davvero il massimo, il Paradiso sulla terra, fidatevi e vedrete. Di seguito vi sarà spiegato come raggiungere e visitare Zoldo Alto. Intanto dovete sapere che vi trovate in provincia di Belluno, in Veneto, sulle Dolomiti. Il monte Civetta, con i suoi oltre 3200 metri è la vetta più alta.

26

Occorrente

  • Calzature e attrezzatura da Trekking
  • Allenamento in montagna su percorsi di 2 ore
  • Binocolo e camera digitale.
36

Parliamo innanzitutto delle indicazioni pratiche, cioè alla strada che dovrete fare per arrivare a Pian del Crep. Raggiungetela passando per Longarone, a sinistra per la Val Zoldana e poi su fino alla località di Pecol. Qui seguite con attenzione le indicazioni per la Ovovia e arriverete infine in un ampio piazzale con annesso un campeggio e un albergo. Niente paura, non vi perderete! Adesso è il momento di indossare la vostra l'attrezzatura da Trekking.

46

Vi si offre una scelta tra due diverse possibilità, che daranno senz'altro una piega diversa alla vostra gita. La prima è quella di salire fino al Rifugio con l'Ovovia. Una volta in cima, eccovi al Rifugio, da dove potrete camminare per una strada bianca posta a 1650 metri che vi farà attraversare boschi rigogliosi e prati verdeggianti, conducendovi al sentiero CAI 586. Continuate tranquillamente per la Forcella della Grava a 1784 metri; prendendo per il sentiero CAI 558 giungerete senza problemi al Rifugio Sun Paradis ed eccovi arrivati a destinazione.

Continua la lettura
56

Un secondo percorso prevede invece che si inizi costeggiando a monte il campeggio nell'abitato di Pecol, per imboccare poi una carrozzabile situata in mezzo al bosco. Procedendo a passo costante salirete per circa un'ora e mezza. La strada presenta tratti molto ripidi, perciò fate molta attenzione. Dopo circa dieci minuti di camminata potrete trovare sulla destra una zona attrezzata per la sosta pranzo o merenda, di cui è consigliabile approfittare per rifocillarvi. Gli ultimi tenta minuti di percorrenza si presentano in costante salita fino al Rifugio Pian del Crep, quindi armatevi di determinazione e via!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il percorso ad anello sui sentieri CAI 586 e 558 prevedono un dislivello di 117 metri con un tempo di percorrenza attorno alle 2 ore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Migliori percorsi per fare trekking sulle Alpi

L'attività motoria chiamata anche "trekking", altro non è che un semplice ed appassionante escursionismo. Si tratta di camminare, ma su tragitti particolari. I percorsi attraversati facendo trekking si costituiscono prevalentemente da sentieri di montagna....
Europa

Come visitare la Val d'Otro

La Val d'Otro (Oltertol in lingua walser), è raggiungibile da Alagna Valsesia in un'ora di facile cammino. Comprende sei frazioni a 1700 metri di altitudine, (Felleretsch, Follu, Tschukke, Dorf, Scarpia e Weng) in un bellissimo complesso paesaggistico...
Italia

5 idee per un trekking nelle Dolomiti

Stanchi? Stressati da un inverno freddo e molto pesante a livello familiare/lavorativo? Il caldo si fa sentire e non vedete l'ora di godervi le vostre ambite e meritate ferie!! Il pensiero del mare però non soddisfa l'idea di vacanza a cui agognate e...
Italia

Parco del Gran Paradiso: escursione di due giorni

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è un'area protetta, istituita dallo Stato nel 1922, con lo scopo di conservare e tutelare gli ambienti e gli animali delle valli che circondano il massiccio del Gran Paradiso 4061m. Una di queste valli è la Valsavaranche,...
Italia

Alto Adige: escursioni sul Rosengarten

Il Rosengarten o Catinaccio è un gruppo montuoso delle Dolomiti che si trova tra la Val d'Ega, la Val di Fassa e la Val di Tires: dal classico colore bianco della roccia dolomia si estende in lunghezza per molti chilometri, offrendo ai turisti numerosissime...
Consigli di Viaggio

Svizzera: i migliori percorsi per il trekking

Con le sue splendide montagne, alcune delle quali svettano oltre i 4.000 metri come il Monte Rosa e il Cervino, con i suoi 1.500 laghi naturali frutto delle glaciazioni e i numerosi corsi d'acqua, con le vallate da sogno che coprono circa il 60 per cento...
Italia

Alto Adige: escursioni sul Latemar

L'Italia è ricca di posti naturali tutti da visitare. Tuttavia, quando pensiamo alle bellezze del nostro paese ci risaltano subito alla mente i posti di mare, con le spiagge il mare pulito; ma oltre a tutto ciò, in Italia ci sono dei luoghi di montagna...
Europa

Come visitare Le Dolomiti, Dall'Alpe Di Siusi Al Rifugio Bolzano E Al Monte Pez

Una delle montagne maggiormente famose ed apprezzate delle Dolomiti altoatesine si affaccia sull'Alpe di Siusi e sulla valle dell'lsarco, la quale chiude a nord lo splendido e particolare panorama da Bolzano. Continuate, quindi, a leggere questa interessante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.