Come visitare Reykjavik in un week-end

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Reykjavik è la capitale d'Islanda, un tempo poco nota e poco visitata ora è diventata una delle maggiori città più visitate al mondo. La sua posizione la rende la capitale più a Nord del mondo. La sua fondazione risale all'anno 870 ad opera di Ingolfur Arnarson e il suo nome può essere tradotto in baia fumosa, questo perché la zona su cui sorge è piena di sorgenti geotermali. Reykjavik è oramai una capitale raggiungibile quotidianamente con diverse linee aeree. In un solo fine settimana potrete apprezzare sia il fascino di questa città come pregustarne le bellezze circostanti (vi verrà certamente voglia di tornarci). Vi propongo quindi un piccolo tour, niente di stressante anzi, all'insegna del relax: se volete saperne di piú proseguite nella lettura. In questa guida vi fornirò utili consigli su come visitare Reykjavik in un week-end. Partiamo quindi alla volta di questa città.

26

Diverse sono le possibilitá si alloggiare a Reykjavik: potete scegliere tra hotel, guesthouse, agriturismi, campeggi persino prenotare un miniappartamento on line.
Consiglio di raggiungere la cittá venerdi sera, per lasciarvi avvolgere dal fascino delle sue luci malinconiche, dei suoi teatri, delle sue gallerie d'arte.
Inizieremo l'esplorazione il sabato mattina con un piccolo tour, il cosiddetto "cerchio d'oro", che comprende il sito di Thingvellir, le cascate di Gulfoss e Geysir. La linea di autobus Bilar og fólk linea 2 parte dalla stazione di Reykjavík via Selfoss, oppure da Reykjavík a Akureyri via Geysir e Gullfoss. In aternativa potete affittare un'auto presso l'officina posta giusto di fronte alla stazione degli autobus.

36

Gullfoss (cascata d'oro) è un'imponente cascata di 32 metri che cade su 2 creste e si tuffa in un canyon stretto e profondo. Alimentata dal fiume Hvitá, le sue acque hanno un caratteristico colore biancastro a causa del limo artico, un organismo che ne ricopre il fondale.
La circostante zona termale, Geysir, nome da cui deriva il noto fenomeno naturale, vi soprenderá con lo spettacolo dello "Strokkur", il geiser più ammirato, che ogni 5 minuti erutta una colonna di vapore bollente alta oltre 20 metri.
Nelle vicinanze potrete anche vedere i tipici pony islandesi: una razza rimasta virtualmente intatta dai tempi dei Vichinghi, giunta fin qui nel nono secolo prima di Cristo.
Il tour prosegue con il Parco Nazionale Pingvellir, a 45 km a nord-est di Reykjavik, un luogo geologicamente unico al mondo, dove le placche tettoniche Americana ed Eurasiatica si incontrano in un campo di lava. Proprio in questo luogo nel 930 dopo Cristo fu fondato il parlamento islandese "Alþingi", il più antico del mondo.
Infine soffermatevi ad apprezzare il panorama sul lago Thingvallavatn (il più grande dell'Islanda).

Continua la lettura
46

Potremmo quindi rientrare, ma prima suggerisco di prevedere un po' di relax nella Laguna Blu: una spa geotermale davvero unica situata su un campo di lava a 30 minuti a sud di Reykjavík. Potreste semplicemente optare per una passeggiata nei dintorni della laguna o farvi un bel bagno rilassante nelle acque lattiginose azzurro-verdi della laguna.
Domenica: iniziamo la mattinata con una gita divertente ed interessante visitando la cittadina nella lava, Hafnarfjörður, a 10 km. A sud di Reykjavík: oltre ad avere un centro storico molto carino e ben conservato possiede persino un condominio di gnomi con relative storie e leggende su elfi, gnomi ed esseri invisibili.

56

Il resto della gionata sará dedicato alla capitale. Reykjavik è una bella cittá moderna, molto pulita e tranquilla dove, in poche ore, potremo visitare l'antico centro di Reykjavík, dove vale la pena vedere la piazza Ingolfstorg, circondata da alcune delle case più antiche della città, il parlamento Alpingi, il municipio Radhus e la limitrofa bianca Chiesa di Hallgrímskirkja, dalla forma imponente e slanciata e sulla cui torre è permesso salire per godere la vista della città affacciata sulla baia. Consiglio anche di entrare per ammirare il Klais Organ, il più grande organo a canne d'Islanda, alto 15 metri ed composto da oltre 5.000 canne.

66

Non fatevi mancare il porto, da dove potrete godere di un bel panorama, intravedendo il Monte Esja e le vecchie baleniere. Per pranzo provate i famosi hot dog islandesi, magari in uno dei tipici chioschi. E se desiderate acquistare un souvenir originale passate per il mercatino delle pulci vicino al porto.
N. B. Alcune case dispongono di jacuzzi in giardino, provviste ovviamente di acqua calda proveniente da sorgenti sulfuree e proprio per questo dal tipico odore di uova marce. Ma nonostante ciò davvero molto piacevoli. Come possiamo notare Reykjavik è una città che offre molte possibilità di svago, anche se non è la più grande città d'Europa, offre comunque delle attrattive degne di nota, e splendidi paesaggi da ammirare e vivere in tutto relax e spensieratezza. Quindi se non ci si ha ancora pensato, sarebbe il caso di organizzare un viaggio in Islanda per poterla visitare. Sicuramente non ce ne pentiremo. Non mi resta che augurare buon viaggio e buon divertimento. Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Vienna in un week-end

Vienna: da splendida capitale dell'impero Asburgico a città cosmopolita. Definita da tutti la "città dei musicisti" e soprattutto "dei sogni", è meta ogni anno di milioni di turisti. Se non sapete come districarvi tra le tante offerte riuscendo a...
Europa

5 capitali europee per un week end

In Europa ci sono diverse capitali che si possono visitare per passare giorni rilassanti e divertenti nelle località che hanno fatto un tempo la storia di un territorio e che oggi sono punti nevralgici del divertimento. In questa breve guida elencheremo...
Europa

Come visitare Bruxelles in un week-end

Bruxelles è la capitale del Belgio nonché la città più grande del paese e la più visitata, ogni anno vi giungono circa 6 milioni di turisti. Nonostante non sia classificata tra le capitali europee più accattivanti a livello turistico, molto gradevole...
Europa

Come Trascorrere Un Week End A Faenza

Faenza è una ridente cittadina dell'Emilia Romagna, che si trova in provincia di Ravenna. In assoluto è nota a livello internazionale per la grande produzione di ceramica, ma è anche una città dalle 1000 ricchezze, per cui vale la pena visitarla....
Europa

Come trascorrere un week-end romantico a Budapest

Se si ha in mente di trascorrere il vostro week-end a Budapest, sono molti i luoghi e le attrazioni assolutamente da non perdere: il Parlamento, maestoso edificio costituito da 690 sale minuziosamente decorate, ed una facciata esterna a dir poco particolare....
Europa

Come organizzare un week-end in Costa Azzurra

La Costa Azzurra è sicuramente annoverata tra i posti più belli e chic d'Europa. Nell'immaginario collettivo è un posto ricco di grandissime e costose ville e di locali aventi prezzi decisamente fuori portata ma non è solo questo. In realtà la Costa...
Europa

Come trascorrere un week end a Levico Terme

Levico terme è un comune di circa ottomila abitanti, della provincia di Trento.Luogo ricco di storia, fascino e cultura. Molti sono i monumenti e le attrazioni turistiche presenti in questo posto, se state cercando pace e relax, la cosa di cui avete...
Europa

Week end romantico in Europa: 5 mete da non perdere

Oggigiorno il nostro modo di vivere, lavorare, trascorrere i momenti più intimi e felici è sempre più influenzato dall' evoluzione dei mezzi di comunicazione, di ricerca e di viaggio. Fin prima di entrare nel XXI secolo le vacanze e i momenti liberi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.