Come visitare Salsomaggiore Terme In Emilia Romagna

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Siete finalmente in vacanza. Ora dovete soltanto trovare la meta per le vostre vacanze. Magari un bel posticino tranquillo, dove si mangia bene e ci si può divertire ad ogni ora del giorno. Avete scelto come vostra destinazione Salsomaggiore Terme, ottima scelta. In questa guida vedremo come visitare Salsomaggiore Terme che si trova nei pressi del Parco regionale dei Boschi di Carrega e quindi si trova nella regione dell'Emilia Romagna. Regione famosa in tutto il mondo per la buona cucina, la musica e i paesaggi fantastici. Sicuramente anche questa cittadina è molto importante e famosa dal punto di vista turistico.

24

Ora possiamo proseguire con la cittadina di Salsomaggiore Terme. Questa cittadina è adagiata tra i primi rilievi collinari a pochi chilometri da Fidenza, Salsomaggiore Terme che comprende ben 19350 abitanti è il terzo centro urbano del parmense. Presenta una struttura socio- economica e urbanistico-architettonica. Avete la possibilità di fare delle scampagnate sulle colline adiacenti alla città oppure potreste andare in giro per le stradine della città ad ammirare i vari palazzi con delle facciate veramente stupende e rare da trovare da altre parti. Insomma è la località perfetta per le vostre vacanze. E, ovviamente dovete fare un salto anche alle famose terme che danno il nome caratteristico a Salsomaggiore.

34

Una delle attrazioni maggiormente visitate dai turisti, in questo piccolo paesino è, per l'appunto, il Parco regionale dei Boschi di Carrega. E allora mi sembra giusto iniziare da qui. Ora vi spiego come visitare alcune caratteristiche e particolarità interessanti di questo parco, poco conosciuto ma veramente emozionante. Prima di tutto bisogna dire che nelle vicinanze si trova la villa del Ferlaro, eretta su incarico di Maria Luigia da Paolo Gazola in stile tardo impero. Una villa ricca di classe, da visitare assolutamente. Dalla villa potrete assaporare un panorama unico, da non perdere.

Continua la lettura
44

Dal parco regionale dei Boschi di Carrega si può raggiungere dopo circa 3 chilometri la pieve di San Biagio di Talignano. Sorta intorno al 1200 e restaurata nel 1930-40, presenta il suo originario aspetto romanico; nella lunetta del portale, San Michele pesa le anime insidiato dal demonio, una delle rarissime psicostasi romaniche esistenti in Italia. Se siete appassionati o meno di questo genere di cose, è indifferente. Infatti questo posto va aggiunto di diritto nella lista dei luoghi da vedere a Salsomaggiore Terme. Grazie per aver letto questa guida e buon viaggio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Castell'Arquato a Salsomaggiore Terme

Se decidiamo di fare un viaggio in Emilia Romagna, oltre alla bellezza delle sue numerose spiagge, non bisogna dimenticarsi di vedere anche Salsomaggiore Terme, località molto conosciuta per le numerose trasmissioni televisive. In questa guida ci soffermeremo...
Europa

Come visitare il castello di Torrechiara Nell'Emilia Romagna

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di turismo. Nello specifico, come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come visitare il castello di Torrechiara Nell'Emilia Romagna.Il...
Europa

Come visitare Mamiano in Emilia Romagna

Mamiano in Emilia Romagna è una frazione di Traversetolo e si trova in provincia di Parma. In questa guida vedremo come visitare i luoghi più belli di questo paesino. Potrete andare in famiglia o con amici per godervi in tutta serenità la pace di...
Europa

Come visitare il castello di Compiano In Emilia Romagna

In questa guida vedremo come visitare lo splendido Castello di Compiano, ubicato nella regione dell'Emilia Romagna. Il castello ha un aspetto molto particolare; inoltre, trovandosi nelle vicinanze del castello di Torrechiara, altro edificio molto conosciuto,...
Europa

Come e cosa visitare nella valle del Reno in Emilia Romagna

All'interno di questa guida ci soffermeremo sulla spiegazione di alcuni utili accorgimenti da potere utilizzare durante l'organizzazione di una fantastica visita in alcune delle più belle e storiche località emiliane. Descriveremo come e cosa c'è da...
Europa

Come visitare Il Basso Ferrarese In Emilia Romagna

Se avete deciso di fare un bel viaggetto nel centro Italia ed in particolare nel Basso Ferrarese, la scelta è sicuramente ottima poiché si tratta di una località famosa in tutto il mondo per alcune sue peculiarità come la natura, la presenza del...
Europa

Come visitare Comacchio in Emilia Romagna

Comacchio è un comune di 22.377 abitanti, in provincia di Ferrara. Sotto l'aspetto paesaggistico e storico, è uno dei maggiori centri del Delta del Po. Sorto sull'unione di tredici piccole isole (cordoni dunosi litoranei) formatisi dall'intercalarsi...
Europa

Come visitare Sala Baganza Nell'Emilia Romagna

L'Italia è senza ombra di dubbio uno dei Paesi più belli del mondo. In una penisola in cui mare e montagna si intrecciano alle grandi metropoli vi sono però dei paesi che, nel loro piccolo, sono dei veri e propri gioielli. Uno di questi è Sala Baganza,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.