Come visitare San Benedetto Po

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

San Benedetto Po è un piccolo comune della Lombardia, in provincia di Mantova. Il nome del paese è collegato a San Benedetto da Norcia. Oggi si presenta come un centro turistico importante non solo per la presenza di edifici di rilevante importanza ma è rinomato anche per la sua gastronomia. In questa guida vediamo come visitare San Benedetto Po.

24

Qui si può visitare l'antica abbazia di San Benedetto in Polirone, fondato nel 1007. Nel percorso di visita della struttura si possono visitare dei chiostri: il chiostro dei Secolari, tramita il quale si accede al Museo Civico Polironiano; il Chiostro di San Simeone, il cui aspetto attuale risale a dopo la metà del 1400, periodo al quale risalgono anche gli affreschi raffiguranti le storie di San Simone, da qui si accede alla sala del Capitolo, una sala molto importante all'interno del monastero al cui interno vi sono le tombe di abati del 500 e il chiostro di San Benedetto, quello più grande fra i tre. All'interno dell'abazia vi è anche il refettorio monastico, all'interno del quale i monaci consumavano i lori pasti. Sotto il refettorio vi sono le cantine cinquecentesche che ospitano la collezione archeologica del muse e gli antichi carri agricoli reggiano - modenesi. Inoltre, visitando questo complesso, si accede al Museo Civico Polironanio. Da ammirare anche la Chiesa Abbaziale, le cui navate e gli ingressi delle cappelle laterali sono ornate da statue di santi. Nella chiesa vi è la tomba della contessa Matilde di Canossa. In questa immensa struttura è presenta anche l'oratorio di Santa Maria.

34

A Gorgo, frazione di San Benedetto Po, vi è anche un bellissimo osservatorio astronomico, quindi i turisti appassionati e amanti del cielo possono fare, su richiesta, delle lezioni di astronomia oppure di sera possono ammirare il cielo stellato, la luna e i pianeti.

Continua la lettura
44

I turisti possono approfittare anche del buon cibo che caratterizza la zona! I prodotti tipici sono la zucca, il melone, la pera mantovana e il tartufo. Rinomato è anche il salame mantovano e i formaggi prodotti sul territorio. Non meno importanza è attribuita al vino tipo della zona: il Lambrusco Mantovano DOP. Le feste e le sagre del paese esaltano proprio la bontà e la tradizione tipica dei piatti antichi. Famosa è la Sagra dell'Asparago che, con cadenza annuale, si svolge il secondo weekend di maggio, e la Sagra del Nedar (anatra in dialetto mantovano) che si tiene il primo fine settimana di ottobre. Nel paese vi è la strada dei vini e dei sapori mantovani: le aziende che producono prodotti enogastronomici offrono punti vendita, visite guidate e degustazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare San Vito Lo Capo

Se trascorrerete le vostre vacanze in Sicilia per renderle indimenticabili raggiungete San Vito Lo Capo. È una bellissima cittadina della Sicilia Nord Occidentale. San Vito Lo Capo, con le sue spiagge costituite da chilometri di sabbia dorata e con i...
Europa

Come visitare San Pietroburgo in 3 giorni

Se decidiamo di fare un viaggio in un luogo ricco di storia e di musei, possiamo visitare San Pietroburgo denominata "la Venezia del nord". Per apprezzare tutte le sue meraviglie non basterebbero tre giorni, quindi se abbiamo poco tempo a disposizione,...
Europa

Come visitare San Giovanni Rotondo

L'Italia è un paese con una cultura davvero vasta, e dove si possono trovare luoghi il cui tempo sembra essersi fermato, forografando un'epoca storica ancora ben visibile. Tra i più bei bosti da visitare certamente San Giovanni Rotondo è uno di questi,...
Europa

Come Arrivare E Visitare San Daniele Del Friuli

San Daniele del Friuli si colloca nel cuore dei colli friulani, a circa 30 chilometri da Udine. È un piccolo borgo dall'atmosfera rilassante e dal nome stuzzicante. Infatti, è noto per la produzione del celebre prosciutto crudo DOP (Denominazione di...
Europa

Come visitare la statua di San Carlone ad Arona

Arona è un comune italiano appartenente alla provincia di Novara e situato sulle sponde del lago Maggiore. In questo paese è presente il colosso di San Carlo Borromeo, soprannominata il San Carlone, una enorme statua alta circa 36 metri. In questa guida...
Europa

Come visitare la Sardegna: San Teodoro

Prima di partire per una vacanza in questa meravigliosa isola, è bene sapere come visitare la Sardegna: San Teodoro è uno dei paesi più belli della zona orientale, tra la costa Smeralda e la parte più selvaggia ad est. Per andare a San Teodoro la...
Europa

Come E Perché Visitare La Cattedrale Di San Patrizio A Dublino

Dublino è una città pittoresca e vivace. È la capitale dell'Irlanda e ha origini antiche. Ma il suo aspetto prevalente è settecentesco. Bellissimi i palazzi che fiaccheggiano le sue strade principali e i grandi parchi. Oltre a questi essa vanta della...
Europa

Come visitare Sciacca e le Stufe di San Calogero

A chi non piace viaggiare, scoprire luoghi meravigliosi e conoscere gente nuova? Viaggiare è sicuramente qualcosa di meraviglioso, ma spesso può rivelarsi molto costoso. Ecco perché, se si desidera visitare nuovi posti, non bisogna scegliere sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.