Come visitare Scarlino e le sue costiere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Scarlino è un comune italiano situato in provincia di Grosseto, regione Toscana. Ha una popolazione di circa 4000 abitanti e si estende su una superficie di circa 90 metri quadri dalle pendici del massiccio collinare di di Poggio Ballone fino ad arrivare alla fascia costiera del promontorio delle Bandite di Scarlino. Qui è presente un’area protetta dove possiamo trovare le incantevoli Cala Violina e Cala Martina. A nord del promontorio, si trova il Porto del Puntone, nel centro dell'omonima frazione. La zona comunale confina a con il comune di Follonica, con il comune di Massa Marittima, con il comune di Gavorrano, con il comune di Castiglione della Pescaia, a ovest è bagnato dal Mar Tirreno. Il clima è di tipo mediterraneo, quindi inverni abbastanza miti ed estati torride e calde. Dal punto di vista storico a Scarlino abbiamo resti umani che si possono far risalire alla preistoria, mentre la prima citazione del paese appare in un documento del 973. Nel medioevo faceva parte del Granducato di toscana, e in anni recenti è diventato comune nel 1960.

25

All’interno del paese sono presenti alcuni monumenti e luoghi di interesse. Iniziamo parlando delle chiese parrocchiali, la più antica è quella di San Donato (anno 1188) ed è anche la principale parrocchia. Tra le altre chiese minori abbiamo la chiesa di San Martino, la chiesa della Madonna delle Grazie, l’oratorio di santa croce, l’oratorio della Madonna di Piè poggio, l’oratorio della madonna del Soccorso, la Chiesa di sant’Andrea, La chiesa della Madonna del Rosario, e la cappella del puntone. Menzione a parte per la chiesa pieve di Santa Maria, la più antica del paese in quanto risale al nono secolo. Abbiamo anche altri edifici religiosi che val la pensa visitare: Il convento della Madonna degli Angeli, la Canonica di San Michele, Il Monastero di Santa Maria di monte di Muro, e Romitorio della Crocina.

35

Anche tra le architetture civile, il comune ci offre una vasta lista di luoghi da visitare, a partire dal palazzo comunale, le cui origini risalgono al tredicesimo secolo. Abbiamo poi il Palazzo del Conte, dimora nel 1300 di Ildebrandino XII Aldobrandeschi. Abbiamo poi Casa dei tinacci, il Palazzo della contessa Gualdrada, Palazzo Barberini, Palazzo Mariotti, Palazzo Lapini, Palazzo della croce rossa, palazzo Guelfi, l’imponente caserma dei carabinieri del 1900, l’ospedale della confraternita di Santa Maria, e la salnitreria di Scarlino.
Degne di nota anche alcune architetture militari, come i resti della cinta muraria risalente al 1200, e la rocca pisana, costruita dagli Aldobrandi nel decimo secolo e poi ceduta ai pisani da cui prende il nome.

Continua la lettura
45

Parliamo ora delle zone di costiere del paese, che sono delle aree protette e in parte rientrano nella riserva naturale di Tomboli e Follonica. Si presentano come dei terreni in parte paludosi, mitigati dalla vicinanza del mare. Qui troviamo una fauna e aviofauna molto interessante, abbiamo infatti il falco di palude, il cinghiale, l’istrice, il tasso. Per quanto riguarda la flora, degna di nota è la presenza della rara Artemisia coerulescens.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

10 cose da fare in Puglia in inverno

Finalmente anche in Italia ci stiamo convertendo alla “destagionalizzazione”, neologismo che identifica l'impegno che molti enti del turismo ed operatori turistici mettono nel promuovere le vacanze in localitá marinare, anche al di fuori del canonico...
Europa

Come visitare Paola

Paola è una cittadina in provincia di Cosenza visitata tutto l'anno da migliaia e più di turisti che vanno in visita soprattutto al Santuario di S. Francesco di Paola. La cittadina, distesa su una terrazza naturale alle pendici della catena costiera,...
Italia

I 10 migliori borghi medievali dell'Abruzzo

L'Abruzzo, recentemente colpita dai tragici terremoti che hanno intaccato parte delle bellezze storiche di cui è ricco, è una regione italiana del centro-sud, che si estende dall'Appennino al mare Adriatico, con un territorio prevalentemente montuoso.Sono...
Italia

Le più belle località costiere della Calabria

La Calabria è una regione del sud Italia e si trova nell'estremo lembo sud della penisola ed è bagnata dal Mar Ionio a est e dal Mar Tirreno a ovest.Questa regione offre delle diverse tipologie di coste e delle numerose belle località costiere che...
Italia

Le 10 strade più suggestive d'Italia

L'Italia è una penisola ricca di bellezze naturali, paesaggi mozzafiato, monumenti pregni di storia e opere d'arte che hanno incantato il mondo. Inutile che vi spieghi, quindi, perché la nostra Italia ogni anno è meta di milioni di turisti. Essi scelgono...
Europa

Come visitare l'Argentario

L'Argentario è un territorio molto affascinante ed esclusivo. Non pochi sono, infatti, i personaggi famosi che vi soggiornano. Prende il nome dal promontorio, il Monte Argentario appunto, che si affaccia nel Mar tirreno in corrispondenza delle isole...
Consigli di Viaggio

10 ragioni per visitare l'Italia

Tra le 10 ragioni per visitare l'Italia, il filo conduttore è che si presenta come un paese eclettico, in cui confluiscono una molteplicità di elementi che la rendono suggestiva. A partire dalla cultura secolare, che si rispecchia in qualsiasi città...
Europa

Come visitare Il Borgo Di Garbagna

Uno dei Borghi più belli borghi d'Italia è Garbagna, in provincia di Alessandria, conosciuta sia per l'artigianato dei mobili antichi sia per la coltivazione delle prestigiose " Ciliegie di Garbagna". Parte del fascino di questo comune è racchiuso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.