Come visitare Scopje

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per le vostre ferie avete deciso di fare un viaggio davvero speciale, ma soprattutto diverso dalle classiche destinazioni turistiche?
Se la risposta è si, allora prenotate il biglietto di viaggio per Scopje, la capitale della Repubblica di Macedonia. In questa guida vi spiegherò alcune cose che dovete sapere prima di partire sulla città, ma soprattutto come visitare Scopje.

25

Scopje è la capitale della Repubblica di Macedonia, piccolo paese balcanico che fino a poco tempo fa, cioè fino al 1991 faceva parte della ex Jugoslavia.
Si trova precisamente a nord della Grecia, ha un territorio in prevalenza montuoso, con dei laghi e delle valli spettacolari e patria di Alessandro Magno.
Per apprezzare meglio e capire l'architettura e la disposizione della città di Scopje, si deve fare un passo indietro nella storia.
La Macedonia ha avuto una storia molto complicata, nata durante l'impero del famosissimo Alessandro Magno detto il Grande, ancora oggi ritenuto un grandissimo eroe, che vide alla fine del suo impero l'arrivo degli ottomani.
Con l'entrata degli ottomani la Macedonia fu governata per tanti secoli dagli arabi, causando un cambiamento nella mentalità, nella cultura e nelle usanze locali, che ancora fino esistono.
Nei giorni nostri lo Stato Macedone fu diviso e dato alle nazioni limitrofe come la Bulgaria, la Grecia, la Jugoslavia e l'Albania, per poi in seguito quando la Jugoslavia si separò definitivamente, la macedonia divenne Repubblica di Macedonia.
Da ricordare anche che nel 1963 ci fu un terremoto che distrusse quasi tutta la città, provocando migliaia di vittime. Per la ricostruzione della città ben 78 nazioni contribuirono al progetto realizzato dalle Nazioni Unite, ridando di nuovo vitta alla città di Scopje.

35

Fatta questa premessa su Scopje vediamo insieme cosa dovete andare a visitare obbligatoriamente.
La città è divisa in due dal fiume Vardar, a sud si trova la città nuova e a nord si trova la città vecchia (Carsija), dove si trovano gli edifici più antichi che hanno resistito al terribile terremoto.
Per esplorare bene la città dovete abbandonare qualsiasi mezzo e fare affidamento alle vostre gambe.
La piazza principale, quindi il centro della città, è Plostad Makedonjia, zona pedonale che arriva fino alla città vecchia ed al vecchio bazar di Carsija.
La prima cosa che vi colpirà camminando è la quantità impressionante di statue, nella piazza principale al centro troverete quella di Alessandro Magno che è veramente enorme.
Prima di dirigervi sul ponte dovete fare una piccola deviazione a destra, per potere ammirare il bellissimo Museo civico, anch'esso circondato da tantissime statue.
Visitato il Museo civico, proseguite verso la città vecchia dove si trova il più grande bazar dei Balcani.
Camminando nel bazar troverete tantissimi negozi di oreficeria e di vestiti, negozi dove vendono stoffe fatte a mano davvero belle e negozi di souvenir, la fine del bazar termina con negozi di frutta e verdura.
Finito di girare il bazar potete riposarvi provando la cucina locale. Qui nella Carsija potete mangiare il miglior Kebap dei Balcani, che viene servito su un piatto accompagnato da peperoncini piccanti da mangiare crudi, cipolle pane ed insalate, da bere da ordinare assolutamente la birra locale Skopsko.

Continua la lettura
45

Adesso per smaltire il pranzo fate una passeggiata fino alla Fortezza di Kale, che si trova nella parte più alta e antica. La fortezza si affaccia sul fiume Vardar e la sua prima costruzione risale al VI secolo dai Bizantini, fatta con blocchi di pietra e marmo. A causa della sua posizione strategica, la fortezza fu costruita e distrutta più volte dai diversi conquistatori. Oggi la Fortezza di Kale è uno dei luoghi turistici più belli da visitare, in estate inoltre vengono fatti all'aperto spettacoli teatrali.
Dirigendovi dietro alla fortezza troverete la Moschea di Mustafa Pasha costruita nel 1492 dal visir del sultano Selim I, (Mustafa Pasha). L'interno è tutto un decoro ed ha anche una bella torre del minareto.
Da visitare per la sua architettura anche la Chiesa ortodossa di San Clemente, chiamata anche Soborna Crkva. La sua struttura è davvero particolare anche se è recente, nel 1972.
Altra chiesa è la Chiesa di San Pantaleinom a Nerezi, risalente al 1164. L'esterno è in stile bizantino e l'interno è decorato con vari affreschi di epoche diverse.
Da vedere anche la Torre dell'Orologio, la torre più alta della Macedonia. Alta 39,8 metri, è stata costruita nel 1566 e in origine la parte alta era in legno, ma nel 1689 bruciò a causa di un incendio e quindi ricostruita nel 1904.

55

Da visitare la Galleria Nazionale dell'Arte (Daut Pasin Amam), che si trova in un edificio risalente al XV secolo dove si nota la cultura e l'architettura islamica di quel tempo, infatti in passato era un bagno turco. Dal 2001 questo edificio ospita una mostra permanente sull'arte macedone dal XIV al XX secolo.
Se volete vedere la croce più grande del mondo dovete andare sul monte Vodno, dove nel 2002 fu costruita la Croce del Millennio alta 77 metri, appunto la più grande del mondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come E Cosa Visitare A Izmir

Izmir è il nome turco della città di Smirne, di antichissime origini. I primi insediamenti umani sull'area risalgono al 3000 a. C. E per questo la città è un centro di grande valore culturale e storico. A Izmir sono inoltre presenti costruzioni ed...
Europa

Come e perchè visitare Prilep in Macedonia

Nella guida che seguirà ci occuperemo di turismo, spostandoci a est e arrivando fino alla Macedonia, a Prilep. Infatti, andremo a spiegarvi Come e perché visitare Prilep in Macedonia. Prilep è una città macedone, tra le più avanzate della repubblica,...
Europa

Come e perchè visitare la città di Ohrid In Macedonia

Ohrid (in italiano Ocrida) rappresenta una piccola cittadina situata al confine tra l'Albania e la Macedonia. Questa località prende il nome dall'antico lago che confina con il paese di Pogradec. Ohrid si tratta di una località turistica molto rinomata...
Europa

Come visitare Argirocastro

Una delle città più interessanti dell'Albania è Argirocastro (in albanese Gjirokastër), a sud del paese. La parte storica della città, come poche altre città hanno avuto l'onore, è stata inclusa nel 2005 tra i Patrimoni dell'Umanità. La città...
Asia

Come visitare Lahore In Pakistan

La cittadina di Lahore è situata in Pakistan, nella provincia del Punjab e sul fiume Ravi. Secondo una leggenda, essa venne fondata dal figlio del dio Rāma, ovvero Loh. Storicamente, le prime notizie su questa città pakistana si hanno intorno al 700...
Europa

5 consigli per organizzare un viaggio a Kavala

Viaggiare è una delle attività più piacevoli per chi ha fame di nuove scoperte e nuove culture. Visitare paesi ancora sconosciuti ci permette di immergerci in realtà differenti. Viaggiare apre la mente e amplia gli orizzonti. Ed è per questo che...
Europa

Cosa vedere a Belgrado

La Serbia è una nazione che ha avuto un recente passato molto problematico, che ha visto la guerra civile dopo la divisione della Jugoslavia. Ma oggi la Serbia è in forte crescita, anche dal punto di vista turistico. Infatti le mete da visitare sono...
Europa

Come visitare Il Bazar Delle Spezie A Istanbul

Siete finalmente in vacanza. Come vostra meta per passare le vacanze avete scelto Istanbul, ottima scelta devo dire. Ora però vorreste visitare alcuni luoghi caratteristici di questa stupenda città. Il problema è che non sapete da cosa iniziare. Io...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.