Come visitare Scordia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Nel cuore della Sicilia e più precisamente in provincia di Catania, è situato un paese ricco di antiche tradizioni e di storia. Stiamo parlando di Scordia, un comune adagiato su di una collina a circa 150 metri di altitudine. Da questa posizione è possibile godere uno spettacolo davvero unico e nello stesso tempo molto variegato. Vediamo allora alcuni consigli su come visitare Scordia.

24

Scordia è un paese situato a metà strada tra Caltagirone e Catania. La sua posizione geografica ci permette di ammirare un panorama spettacolare fatto di distese di agrumeti, in lontananza il mare fino alle pendici dell'Etna. Arrivare a questa piccola perla fatta di arte, cultura e natura è molto semplice, e il percorso da effettuare deve essere scelto in base alla nostra città di partenza. Se siamo in prossimità di Catania dobbiamo imboccare la statale 385, al bivio Primosole seguire le indicazioni per Scordia. Se invece vogliamo utilizzare i mezzi pubblici, sempre partendo da Catania, dobbiamo utilizzare quelli che effettuano la fermata a Scordia. Per finire possiamo usufruire del treno, scendere alla stazione di Catania e da qui proseguire con i mezzi pubblici fino al paese.

34

Se invece la città di partenza è Caltagirone, in questo caso se vogliamo effettuare il viaggio a bordo della nostra auto, dobbiamo imboccare la statale 385 e seguire le indicazione per Scordia. Se invece il mezzo da noi scelto è il treno, in questo caso dobbiamo scendere alla stazione di Caltagirone e prendere poi uno degli autobus di collegamento con il paese. Ultima ipotesi è quella che il nostro punto di partenza sia Siracusa, se il percorso lo vogliamo effettuare in auto dobbiamo imboccare la statale 114 e uscire al Bivio di Primosole. Se invece vogliamo utilizzare il treno dobbiamo scendere alla stazione di Siracusa poi salire su di un autobus che collega la città a Scordia.

Continua la lettura
44

Una volta raggiunta la nostra meta possiamo finalmente dedicarci all'esplorazione del paese. Cominciamo il tour dal suo cuore, ovvero Piazza Umberto I. Oggi le dimensioni della piazza sono ben diverse da quelle al momento della sua progettazione e costruzione iniziata nell'anno 1628. Al centro della piazza troneggia la statua di San Rocco, scolpita nella pietra calcare del luogo. Posizionata su quattro gradoni in basalto lavico, la sua costruzione è attribuita all'artista palermitano Nicolò Bagnasco. Lasciamo la piazza e dirigiamoci verso quella che può essere considerata l'attrazione per eccellenza del paese, la Chiesa Madre di San Rocco. Al suo interno è possibile ammirare affreschi ancora in buono stato di conservazione e tele di notevole fattura. Vista da una certa angolazione, la piazza assomiglia ad un piccolo e grazioso salotto, oltre che essere il fulcro principale del paese, all'interno di essa si svolge anche una grande parte dell'attività economica importante per tutti i suoi abitanti,.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare Lisbona

Con il periodo estivo che è alle porte le capitali europee sono ormai le mete più ambite da chi ha voglia di fare un viaggio. Una delle mete più belle che ci sono da visitare è proprio Lisbona, cioè la capitale portoghese. Lisbona è una città dalle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare Madrid in 3 giorni

Se si decide di visitare una capitale europea in un weekend lungo, cioè di tre giorni, ci affanniamo a vedere tutto quello che il limitato tempo disponibile ci concede. Madrid è certamente una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo, sia...
Europa

5 cose da visitare a Casablanca

Casablanca, con i suoi 3 milioni di abitanti, è la più grande città del Marocco e la più moderna. Verrete infatti affascinati dalle architetture moderne che più di ogni altra cosa la caratterizzano. Seguite questa guida prima di visitare Casablanca...
Europa

Come visitare Empoli

La regione Toscana, oltre alla rinomata Firenze, presenta tante altre città molto importanti, tra cui Pisa ed Empoli. Quest'ultima è riconosciuta per la presenza di industrie sia vetraie che tessili. A tal proposito, di seguito approfondiremo proprio...
Europa

Le migliori città europee da visitare

Partire per uno splendido viaggio assieme ai nostri amici od assieme ai nostri famigliari, è un qualcosa di molto divertente e di entusiasmante. Se abbiamo scelto come meta per il nostro viaggio l' Europa, nulla è meglio del visitare le migliori città...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.