Come visitare Subiaco

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Sono molte le splendide cittadine che costellano la regione Lazio; una tra queste è senza dubbio Subiaco, un incantevole centro abitato che dista soltanto 70 km da Roma. Subiaco è attraversata dal fiume Aniene, che la caratterizza, ed è sovrastata dai Monti Simbruini, noti a molti per la famosa località sciistica di Monte Livata. Questa guida può essere utile a tutti coloro che hanno bisogno di consigli su come visitare questo borgo immerso nel verde.

25

Ciò che colpisce subito, appena si arriva a Subiaco, è la tranquilla bellezza del centro storico, con i suoi vicoli e le sue case in pietra. La tradizione che accompagna questa splendida cittadina fa perno sulla religione. Sono infatti presenti l'abbazia di San Benedetto, eretta in parte nella roccia, che in antichità ospitava i discepoli benedettini della nobiltà romana, e il monastero di Santa Scolastica, che fu per due volte devastato dai saraceni, per poi tornare a risplendere di fascino e mistero. Sono inoltre molte le chiese presenti nel centro storico, come la Chiesa Madonna della Croce, risalente al 1095. Molto pittoresco è poi il borgo medievale degli Opifici, dove fino a qualche anno fa, avevano sede le botteghe degli artigiani.

35

Anche dal punto di vista naturalistico, come già accennato in precedenza, Subiaco gode di bellissimi panorami e vedute. Ed è proprio il nome di questa città, che deriva appunto da una sua caratteristica naturalistica: i Simbruina Stagna, dei laghi che Nerone creò nel I secolo d. C. Sbarrando il fiume proprio ai piedi dei monti. Molte infatti sono anche le tracce storiche lasciate dai vari personaggi nel corso della storia. Proprio Nerone lasciò uno dei segni più tangibili: la Villa Imperiale, che testimonia come la zona fosse molto apprezzata già in epoca romana. Dal punto di vista naturalistico Subiaco offre vasti querceti e faggeti, che regalano all'osservatore panorami mozzafiato. Un luogo in cui si assiste ad un profondo legame tra natura e spiritualità è poi il laghetto di S. Benedetto, nei pressi del monastero: un favoloso specchio d'acqua immerso totalmente nel verde.

Continua la lettura
45

La posizione strategica di questa cittadina, consente numerose passeggiate di diversa difficoltà, che permettono ai turisti di immergersi in luoghi tanto lontani quanto incantevoli. Forse il sentiero più interessante è quello di S. Benedetto, un cammino religioso-naturalistico di circa 300 km, che ha lo scopo di riunire i tre luoghi di culto, di matrice benedettina, per eccellenza: Norcia, luogo in cui nacque S. Benedetto, Subiaco, dove visse per più di trent'anni e fondò ben tredici monasteri, e Montecassino, dove trascorse gli ultimi anni della sua vita. Insomma, un percorso alla ricerca di una fede che oggi sembra assopirsi sempre di più.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare San Benedetto Po

San Benedetto Po è un piccolo comune della Lombardia, in provincia di Mantova. Il nome del paese è collegato a San Benedetto da Norcia. Oggi si presenta come un centro turistico importante non solo per la presenza di edifici di rilevante importanza...
Consigli di Viaggio

Come visitare acquaviva picena in un giorno

In questa guida vi faremo alcune informazioni su come arrivare e trascorrere una bellissima giornata nel borgo di Acquaviva Picena. Il borgo è stato costruito attorno alla sua poderosa rocca realizzata verso la fine del 1400 e ancora oggi ne è la principale...
Europa

Come Arrivare E Visitare Norcia

Secondo alcuni storici Norcia, anticamente Nursia, fu fondata dai Sabini nel 1300 a. C. La cittadina fu completamente distrutta dai Goti e nel 480 d. C. Fu conquistata dai Lombardi. Norcia divenne Comune intorno all'anno mille e dal XII secolo iniziò...
Europa

Come visitare la Riviera delle Palme adriatica

Se stiamo pensando di organizzare un breve gita fuori porta, per riuscire a svagarci e a staccare la spina dalla vita di tutti i giorni, potremo utilizzare internet per riuscire a trovare la destinazione migliore per la nostra uscita. Sfruttando il web...
Consigli di Viaggio

Come visitare il monastero di Santa Chiara di Napoli

Nel territorio italiano sono moltissime le attrazioni che affascinano i turisti di tutto il mondo. Essi scelgono l'Italia perché comprendono il valore dell'arte. Il monastero di Santa Chiara, ad esempio, è un complesso di edifici costituto dalla stupenda...
Europa

Come E Cosa Visitare A Teano

Teano è situata ai bordi sudorientali del massiccio vulcanico del Roccamonfina. Per la sua posizione tra la metà del sesto e del quinto secolo a. C. La città e coinvolta negli intensi traffici che si svolgono tra l'Etruria e le colonie greche della...
Consigli di Viaggio

Come visitare Norcia

Se stiamo pensando di organizzare un visita in un altro paese, alla scoperta delle tradizioni e delle bellezze presenti su tutto il territorio italiano, per prima cosa dovremo decidere la città che abbiamo intenzione di vistare e successivamente dovremo...
Europa

Come e cosa visitare a Cassino

Cassino è la seconda città della provincia di Frosinone per numero di abitanti. Un centro in piena Ciociaria dal grande fascino, sia storico e che religioso. La cittadina è infatti considerata da secoli come la terra di San Benedetto ed è assurta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.