Come visitare Timor Est

Tramite: O2O 13/05/2017
Difficoltà: media
14

Introduzione

Timor Est, Stato situato nel sud est asiatico, è uno dei Paesi più poveri al mondo e vive grazie ad aiuti internazionali. L'economia si basa sulla vendita di caffè e legnami ma non crea un reddito sufficiente a soddisfare le necessità della popolazione. Il clima è di tipo equatoriale e si caratterizza per le precipitazioni più o meno abbondanti a seconda delle zone. A causa dell'instabilità politica si sconsiglia di recarsi in questo Paese. Per chi volesse comunque arrivare a Timor per lavoro o per turismo, in questa guida troverà informazioni utili su come visitare Timor est.







è insufficiente.

24

Compagnie aeree che offrono voli low cost

Dall'Italia ci sono tantissime compagnie aeree che offrono voli low cost per questa destinazione: la cosa migliore è quella di partire con un pacchetto che includa sia la pensione completa che le eventuali escursioni. Qui troverete bellissime spiagge, una natura incontaminata, città in stile coloniale come Dili, la capitale. È un Paese che si sta lentamente riprendendo dai vari scontri per cui le strutture a disposizione per i turisti non sono tante: qualche hotel di lusso, alcuni resort e un ostello per chi necessita di una sistemazione più economica.

34

Autobus, minivan e taxi

In questa terra lontana, a tre ore di volo dall'Australia, non esistono per gli spostamenti voli interni o una ferrovia, ma avrete a disposizione una modesta scelta tra autobus, minivan e taxi, i quali rappresentano la soluzione migliore e accessibile come costi per le vostre escursioni. Gli autobus purtroppo non sono molto sicuri e sono anche abbastanza datati. Se volete noleggiare un minivan ricordate che serve la patente internazionale. Nelle città più grandi potete noleggiare anche biciclette e moto di piccola cilindrata. In ogni caso, nei quartieri cittadini, potete tranquillamente girare a piedi (oltre a non inquinare fate un bene al vostro organismo)!

Continua la lettura
44

Passaporto in corso di validità e vaccinazioni

Per entrare in questa Nazione non serve un visto ma basta il passaporto in corso di validità e sono richieste diverse vaccinazioni: epatite virale di tipo A e B, tetano, difterite, rabbia e febbre tifoide. È alto, tutto l'anno, il rischio di prendere la malaria, per cui rivolgetevi alle ASL almeno 15 giorni prima di partire per un eventuale profilassi. Si consiglia di bere acqua da bottiglie sigillate o bevande calde e nel dubbio basta far bollire l'acqua del rubinetto per almeno 15 minuti. Se seguirete questi consigli siamo sicuri che riuscirete a trascorrere una vacanza o un soggiorno per motivi di lavoro tranquilli. Per una sicurezza ulteriore seguite i consigli delle autorità cittadine.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

I 5 paradisi del Sud-Est asiatico

In Asia, e in particolare nel Sud-Est Asiatico, ci sono diversi paradisi naturali ed economici, luoghi dove poter iniziare da capo una nuova vita, sicuramente più semplice e più agiata di quanto non si sia fatto precedentemente. In questa guida elencheremo...
Asia

Thailandia: cosa visitare

La Thailandia è una meta davvero imperdibile. Posta nel Sud-Est asiatico, ha paesaggi indimenticabili e città completamente del tutto diverse da quelle europee. Sappiate, quindi che il turista, avventurandosi in tale parte del mondo, non ne rimarrà...
Asia

Come visitare il Vietnam in moto

Avete voglia di visitare un bel paese del sud-est asiatico in un modo un po' diverso dal solito? Che ne dite del Vietnam, magari in sella della vostra moto? Questo paese, grazie ai tantissimi chilometri di costa, si presta perfettamente a una bellissima...
Asia

Come visitare il meglio di Georgetown in Malesia in un giorno

Georgetown è un'interessante e bellissima città nell'isola di Penang, una delle mete turistiche più gettonate dell'intera Malesia. Non a caso è la città più importante sotto ogni punto di vista della suddetta isola. La parte vecchia del complesso...
Asia

Taiwan: cosa visitare

L'Isola di Taiwan, ad est dell'Asia, è molto accogliente e sorprendentemente bella. La sua cultura infatti, è unica e varia nel suo genere, in quanto per molto tempo l'isola è stata crocevia di numerose culture e tradizioni. Da un punto di vista prettamente...
Asia

Come visitare l'isola di Giava in Indonesia

TRa i viaggi maggiormente richiesti negli ultimi anni, l'Indonesia rappresenta un arcipelago ricco di territori diversi, ecosistemi arcaici e ancora incontaminati, animali presenti solo in quelle aree, fauna e flora invidiabile in tutto il mondo, un arcipelago...
Asia

Come visitare la Bolaven Plateau in Laos

Sono tantissime le bellezze da vedere nel mondo, ma il Laos ne riserva una che è veramente unica. Si tratta delle cascate del Bolaven Plateau, una meraviglia immersa nella natura, una vera perla che affascina chiunque la visiti. Collocate nel Sud-Est...
Asia

Come visitare la Thailandia in bicicletta

Viaggiare è la passione di moltissime persone, forse della stragrande maggioranza della gente che popola il nostro pianeta. Ogni giorni milioni di persone si spostano da una parte all'altra del globo terrestre per visitare nuovi luoghi, o posti ormai...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.