Come visitare Una Seima Della Befana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le Seime della befana sono un rituale tradizionale della zona di Gorizia. Il 5 gennaio vengono bruciati dei grandi falò costruiti a foggia di grande Befana, tutta la gente del paese partecipa al rito e a seconda della direzione della cenere e del fumo si propizierà l'andemento economico del nuovo anno, oltre a portarsi via tutte le feste. In questa guida vi spiegherò come visitare una seima della befana.

27

Occorrente

  • Tanta pazienza e voglia di viaggiare
37

Le Seime della befana si svolgono la sera del 5 gennaio in alcuni paesi della provincia di Gorizia come ad esempio Vermegliano e Pieris. Sono organizzate dalla gente del posto e aperte a tutti. Solitamente oltre al grande falò i visitatori possono apprezzare alcuni banchetti di cibo tipico preparati dagli abitanti o a volte da alcuni enti benefici, tutti possono mangiare e bere buon vino della zona, a patto che mettano un'offerta libera per la befana. La befana devolverà poi il ricavato in beneficenza.

47

Di solito il rito comincia verso le sei del pomeriggio, quando ormai la notte è già scesa in quel periodo dell'anno. Nella zona fa piuttosto freddo e soffia spesso un vento gelido chiamato Bora, è quindi molto confortevole ritrovarsi tutti attorno ad un enorme falò che scalda e ci fa sentire come dovevano sentirsi i nostri antichi antenati attorno al fuoco. Anche il paesaggio circostante è di solito molto suggestivo: campi, vigneti e colline carsiche.

Continua la lettura
57

Famosa è la Seima del Monte Sei Busi a Ronchi dei Legionari, in provincia di Gorizia. Si svolge appunto su questo piccolo monte, ultima propaggine del Carso Goriziano, ed è talmente grande da essere visibile a chilometri di distanza. Per raggiungerla bisogna camminare circa dieci minuti lungo un sentierino in salita, illuminato da lampadine e torce. Un po' faticoso, ma arrivati in cima lo spettacolo e l'atmosfera magica sono impareggiabili. Importante è poi ascoltare le opinioni dei vecchi del paese, che dalla direzione delle ceneri sapranno perdire l'andamento economico dell'anno a venire

67

Approfondimenti e curiosità:

La Befana, corruzione lessicale di Epifania attraverso bifanìa e befanìa, è una figura folkloristica legata alle festività natalizie, tipica di alcune regioni italiane e diffusasi poi in tutta la penisola italiana, meno conosciuta nel resto del mondo.
Secondo la tradizione, si tratta di una donna molto anziana che vola su una logora scopa, per fare visita ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio (la notte dell'Epifania) e riempire le calze lasciate da essi, appositamente appese sul camino o vicino a una finestra; generalmente, i bambini che durante l'anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca o piccoli giocattoli. Al contrario, coloro che si sono comportati male troveranno le calze riempite con del carbone.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Venendo in macchina si esce all'uscita Redipuglia della A4, in treno invece bisogna scendere a Monfalcone e raggiungere i paesini con il bus.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Tallin

La città di Tallinn, capitale dell'Estonia, è stata anche Capitale della Cultura per l'anno 2011. Il suo centro cittadino è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997. Tallin ha molti siti d'interesse da visitare e, partendo dall'Italia è...
Europa

Cosa visitare in Lussemburgo

Il mondo è caratterizzato da un'infinità di luoghi e paesaggi mozzafiato che vale la pena visitare almeno una volta nella propria vita. Molti di questi luoghi sono sconosciuti alla maggior parte delle persone mentre altri sono più conosciuti. Una delle...
Europa

Come visitare Lisbona

Con il periodo estivo che è alle porte le capitali europee sono ormai le mete più ambite da chi ha voglia di fare un viaggio. Una delle mete più belle che ci sono da visitare è proprio Lisbona, cioè la capitale portoghese. Lisbona è una città dalle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare Madrid in 3 giorni

Se si decide di visitare una capitale europea in un weekend lungo, cioè di tre giorni, ci affanniamo a vedere tutto quello che il limitato tempo disponibile ci concede. Madrid è certamente una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo, sia...
Europa

5 cose da visitare a Casablanca

Casablanca, con i suoi 3 milioni di abitanti, è la più grande città del Marocco e la più moderna. Verrete infatti affascinati dalle architetture moderne che più di ogni altra cosa la caratterizzano. Seguite questa guida prima di visitare Casablanca...
Europa

Come visitare Empoli

La regione Toscana, oltre alla rinomata Firenze, presenta tante altre città molto importanti, tra cui Pisa ed Empoli. Quest'ultima è riconosciuta per la presenza di industrie sia vetraie che tessili. A tal proposito, di seguito approfondiremo proprio...
Europa

Le migliori città europee da visitare

Partire per uno splendido viaggio assieme ai nostri amici od assieme ai nostri famigliari, è un qualcosa di molto divertente e di entusiasmante. Se abbiamo scelto come meta per il nostro viaggio l' Europa, nulla è meglio del visitare le migliori città...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.