Come visitare Villadeati nel Monferrato settentrionale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questa guida vedremo come visitare Villadeati che si trova nel Monferrato settentrionale in provincia di Alessandria. Questa zona è davvero importante e sicuramente anche piena di abitati ed edifici di grande interesse che rappresentano una delle mete tra le più ambite dai turisti o visitatori che si recano in questa cittadina. Il territorio è quasi tutto collinare con una vegetazione varia che comprende oltre che i vigneti, i boschi e le infinite valli.

26

Oltre a visitare la cittadina o borgo, forse meglio definirlo così, del Monferrato settentrionale, con questo tudor, ti farò conoscere i luoghi più suggestivi da non perdere ed i monumenti degni di una tua visita. Ti ricordo, che non solo Villadeati ma anche tutti il territorio del Monferrato ha un fascino unico, paesaggi arricchiti da abbazie, cappelle, chiese e castelli attorniati da una ricca flora e fauna che potrai ammirare percorrendo gli innumerevoli sentieri che si snodato su tutto il territorio verdeggiante. Non dimenticarti che il territorio è famoso per l'artigianato, per i vini ed i piatti tipici del luogo. Non lasciare Villadeati senza aver gustato alcune specialità come il bagnet o salsa verde, la bagna cauda, la paniscia ed gli agnolotti conditi con funghi o tartufi. Se ami i dolci, ti suggerisco, le torte rustiche a base di frutta fresca.

36

Ti invoglio ad ammirare la ex chiesa di San Remigio che è stata trasformata in sacrario ai caduti. Nel 2012 l'interno della chiesa è stato rimesso a nuovo e tutta l'area del sagrato è stata piantumata con la realizzazione di aiuole. Non perditi il vecchio arco che sormonta la strada principale del borgo, un vero e proprio capolavoro risalente ai primi del '600.

Continua la lettura
46

Da vedere anche il castello che attualmente è di proprietà della famiglia Feltrinelli. L'edificio, tra il 1629 ed il 1630 durante la seconda guerra di successione del Monferrato, andò distrutto. Sulle sue rovine, tra la fine del '700 ed i primi anni dell'800, venne costuita una immensa villa in stile juvaresco con l'aggiunta di una serie di terrazzi e gallerie.

56

Ti consiglio di ammirare la parrocchiale di Sant'Antonio abate che si trova nei pressi di Villadeati, precisamente a Murisengo, un'altra bellissima cittadina poco distante. Presenta una sobria facciata ricostruita nel 1865. L'interno della parrocchiale, a croce greca, costituisce uno dei più affascinanti esempi del rococò piemontese, con le sue forme movimentate. Non tralasciare il castello di cui è rimasta la torre. Sappi, inoltre, che in questo castello Silvio Pellico realizzò la tragedia dal titolo Francesca da Rimini.

66

Dovresti anche recarti nella frazione di Zanco per vedere la chiesa di San Giorgio fatta costruire nel 1299 e diventata parrocchia solo nel 1584. Merita una tua visita anche il Castello di San Giorgio, costruzione risalente al X secolo, ubicata nell'omonimo comune poco distante da Villadeati. Questo castello venne occupato prima dai soldati francese, quindi da quelli spagnoli. Attualmente l'edificio è di proprietà della famiglia Crotti. Ti raccomando di non perdere, al suo interno, sia la galleria d'arte che quella di antiquariato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare le cattedrali gotiche della Francia settentrionale

Se vi trovate a fare un viaggio nella Francia settentrionale, una tappa obbligatoria sarà sicuramente quella delle cattedrali gotiche. A partire dalla seconda metà del XII secolo, in tutta la Francia sorsero decine e decine di edifici religiosi, costruiti...
Europa

Come visitare alcuni luoghi meno noti del Portogallo Settentrionale

Selvaggio ma intensamente coltivato, completamente arido ma fertile e lussureggiante, profondamente tradizionale ma condito da accenti moderni: il Nord del Portogallo incarna molte contraddizioni nel suo territorio di modesta grandezza ma ricco di montagne....
Europa

Come visitare il borgo di Viarigi

Come visitare Viarigi: è un borgo della regione del Piemonte, precisamente si tratta di un comune di meno di 1000 abitanti della provincia di Asti. Il paese sorge nel cuore delle colline di Monferrato, tant'è che le sue strade e le sue costruzioni si...
Europa

Porto Santo: come visitare l'isola di Porto Santo

Come visitare l'isola di Porto Santo? La splendida isola di Porto Santo si trova nell'Oceano Atlantico, precisamente a largo di Madeira (Portogallo) da cui dista circa 40 chilometri. L'isola offre spiagge lunghissime e paesaggi incantevoli. È il luogo...
Europa

Come visitare Eger in Ungheria

L'Ungheria possiede molti posti davvero suggestivi e che senza dubbio meritano di essere visitati. Uno tra questi è Eger, un borgo molto caratteristico. Questo si trova in una valle percorsa da un fiume, l'Eger, da cui prende il nome la cittadina. Questa...
Europa

Come visitare Novi Ligure

Novi Ligure è una splendida cittadina che sorge tra le verdeggianti campagne del Piemonte meridionale e, precisamente, in provincia di Alessandria. Deve il suo nome all'estrema vicinanza con la Liguria. Infatti Novi nasce sotto l'influenza milanese per...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Come visitare la Lapponia in Svezia

La Lapponia è un luogo magico che possiede paesaggi meravigliosi, ma un clima altrettanto duro e difficile da affrontare. Nel caso in cui voleste visitare la Lapponia dovreste considerare che, lungo un percorso di 200 km nella parte settentrionale della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.