Come visitare Visso

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Visso è un piccolo comune posto sui Monti Sibillini nelle Marche che vale la pena visitare. È importante come centro culturale grazie ai numerosi monumenti di carattere religioso e reperti risalenti addirittura all'epoca romana. Dopo la proclamazione del Regno d'Italia venne accorpata alla provincia di Macerata, passando successivamente nel 1985 dall'arcidiocesi di Spoleto a quella di Camerino.

28

Occorrente

  • Un itinerario e una macchina fotografica
38

Merita sicuramente di essere visto il più antico reperto, ovvero un'epigrafe funeraria risalente addirittura all'epoca romana, più precisamente tra il I secolo a. C e il II secolo d. C. In essa viene narrato di uno schiavo appartenente alla tribù Horatia, allora stanziata nel territorio di Spoleto.

48

Un'altro monumento che merita attenzione e vale la pena visitare, è la Collegiata di Santa Maria ultimata nel 1256. Ha forme e caratteristiche gotiche di influsso umbro. Venne arricchita ulteriormente al suo interno nel 1517, e venne nominata Chiesa collegiata. Secondo ciò che viene narrato nelle leggende, all'interno della sacrestia si troverebbe uno dei trenta denari di Giuda.

Continua la lettura
58

Il Santuario del Macereto è un complesso religioso che sorge su un altopiano occidentale dei Monti Sibillini distante pochi chilometri da Visso. Il Santuario si presenta a pianta ottagonale con tre avancorpi su cui si aprono altrettanti portali, impreziositi da bellissimi bassorilievi e colonnine con capitelli corinzi. La facciata principale presenta una finestra tonda con una cornice dentellata ed un portale a strombo con bassorilievi. L'interno è a croce greca, con i quattro bracci che terminano in quattro absidi con nicchi, mentre le arcate che sostengono la cupola poggiano su dei pilastri corinzi. Al centro della chiesa è possibile ammirare un'antica cappella. Del complesso fanno parte anche la casa dei Pellegrini, il Palazzo delle Guaite e la Casa del Corpo di Guardia.

68

In Piazza dei Martiri Vissani sorge la Chiesa in stile gotico di Sant'Agostino che venne edificata nel XIV secolo; presenta una facciata con un portale ogivale a triplo ordine di colonnine, ed in alto al centro un raffinato rosone. Ad oggi la Chiesa è sconsacrata, e il suo interno si presenta con un'unica navata. Dal 1972 al suo interno vi è stato collocato il museo-pinacoteca civico e diocesano in cui è possibile ammirare dipinti, arredi, parti di affreschi e sculture. Qui è possibile anche ammirare il Museo dei manoscritti Leopardiani, una raccolta di 27 manoscritti che recano la firma di Giacomo Leopardi.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Come e perchè visitare Spoleto

Spoleto è un'incantevole cittadina che sorge sul colle Sant'Elia, nei pressi della Valle Umbra. Una romantica perla incastonata nel verde puro della natura. Qui il tempo sembra essersi fermato ai tempi dell'Alto Medioevo. Ma vi sono anche testimonianze...
Italia

10 località da non perdere in Umbria

L'Umbria è una delle più belle regioni italiane, posta nel centro Italia offre numerosi luoghi dalla bellezza straordinaria e numerose località di interesse archeologico, artistico e storico. Tuttavia, in Umbria si scoprono anche silenziose oasi di...
Italia

I migliori posti dove raccogliere le castagne nel Centro Italia

Quali sono i migliori posti dove raccogliere le castagne nel Centro Italia? Lo scopriamo nei seguenti passi che presentano una selezione delle zone di Lazio, Umbria, Marche e Toscana, maggiormente rinomate per la presenza del frutto d'autunno per eccellenza....
Europa

Come visitare Cascia in Umbria

Nel sud del territorio della provincia di Perugia, in Umbria, si trova il paesino di Cascia. Noto per aver dato i natali a Santa Rita, è un paesino di poco più di tremila abitanti. Ogni anno è meta di pellegrinaggio di numerosi fedeli. Nel verde dell'Umbria...
Consigli di Viaggio

Come E Dove Fare Un Weekend In Umbria

L'Umbria è una regione piccola, ma che ha tanto da offrire per una breve vacanza: dalla gastronomia alla natura, dall'arte agli eventi musicali. Organizzare un week end in Umbria non è semplice, questa piccola regione dell'Italia centrale infatti, è...
Consigli di Viaggio

I migliori sentieri escursionistici in montagna

Sempre più persone, sia per passione sai per sfuggire alla frenesia della città, sentono la necessità di abbassare i propri ritmi e di entrare in contatto con la natura, per questo si avvicinano al mondo dell'escursionismo.Se avete questa passione...
Consigli di Viaggio

Come visitare il Lago di Piediluco e la Cascata delle Marmore

L'Umbria è una piccola regione dell'Italia che ha tantissimi "gioielli" da visitare. In questa regione oltre alle città d'arte che sono famose in tutto il mondo: Assisi, Perugia, Orvieto, Todi, Gubbio e Spoleto si trovano piccoli angoli di paradiso...
Europa

Come visitare Recanati

Recanati è una cittadina delle Marche che si trova in provincia di Macerata. Recanati è a 296 m s. L. M. e si colloca in una posizione strategica, al centro di due fiumi (Potenza e Musone) e a pari distanza dal mare Adriatico e dai Monti Sibillini....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.