Come visitare Vitoria Nei Paesi Baschi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Vitoria rappresenta il capoluogo dei Paesi Baschi spagnoli. Si tratta di una città dinamica, piena di vita e di movimento, formata da un centro antico, che ruota attorno ad un promontorio sulla cui cima si trova la cattedrale, che dall'alto osserva l'intera città. Vitoria è ormai rinomata per la questione separatista che caratterizza la volontà di staccarsi dalla Spagna per formare uno stato indipendente. La città è molto piccola e per visitarla non occorre molto tempo. In questa semplice ed esauriente guida verrà vi spiegheremo, in pochi passi, come visitare Vitoria nei Paesi Baschi e le modalità per cogliere le bellezze di questa località.

25

Per raggiungere la città di Vitoria con i mezzi pubblici è preferibile utilizzare gli autobus, dal momento che sono più veloci rispetto a quelli ferroviari la cui lentezza è determinata dalla montuosità del territorio. La stazione degli autobus dovrebbe essere ristrutturata nel giro dei prossimi anni. Quindi al momento è ancora presente la vecchia stazione, che consiste in un edificio cadente in calle de Los Herran. Da qua, a seguire, si può facilmente raggiungere il centro della città a piedi in una decina di minuti circa, camminando verso ovest. La piazza centrale, come in molte città della Spagna, ha la caratteristica di essere quadrata e circondata da un porticato nel quale si trova la sede del municipio.

35

Ad ovest della piazza si arriva facilmente in una delle piazze più caratteristiche della città. Stiamo parlando di Plaza De La Virgen Blanca, la quale presenta una forma triangolare. Leggermente scoscesa, dal lato più alto della piazza si intravede la cattedrale. La statua realizzata in bronzo, che incarna il vero spirito del popolo basco, è situata a pochissimi passi da questa e raffigura un uomo vestito con delle calzature e degli abiti tipici del posto, nonché con un ombrello che sta a rappresentare la piovosità del posto.

Continua la lettura
45

Salendo verso la cattedrale sono presenti tantissime vie come Calle Pintoreria, Edegilde Kalea e Calle Zapateria, che concentricamente seguono l'andamento della collina. Per rendere più agevole la salita del colle, nelle strade trasversali che si inerpicano in maniera rapida sono state installate delle comode"scale mobili". Alle spalle della cattedrale, inoltre, si ergono i palazzi più antichi della città come il Portalon, il quale risale al XV secolo e è stato realizzato per lo scambio commerciale.

55

La città, tra le altre opere architettoniche, presenta una imponente muraglia che si può visitare tramite visita guidata, prenotabile attraverso internet oppure recandosi presso l'Ufficio del Turismo. Un'altra caratteristica della città, molto apprezzata dagli innumerevoli turisti che accorrono a visitarla, è che tanti dei suoi muri sono tappezzati di murales colorati come quelli delle scuole oppure di altri edifici pubblici. Nella città vengono allestite anche molte mostre interessanti, ed alcune possono essere visitate gratuitamente. Insomma, vi abbiamo parlato di una località basca che vale la pena di essere visitata, per le tante attrattive turistiche che presenta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Cosa vedere a San Sebastian nei Paesi Baschi

Il seguente articolo è dedicato a tutti i viaggiatori, a tutti coloro che amano girare il mondo in lungo e in largo per conoscere sempre nuove realtà. In questa guida ci dedicheremo, nello specifici, a dare alcune importanti e utilissime spiegazioni,...
Europa

Come visitare i paesi albanesi della provincia di Cosenza

Nel cuore della Calabria cosentina esistono paesi che risentono, ancora oggi, di secoli di varie dominazioni a cui furono sottoposti,. Questi, quindi, attualmente conservano tradizioni, rituali e lingue come retaggio di tale periodo, costituendo, di fatto,...
Europa

Come visitare i paesi dell'alto Ionio, da Cariati a Cirò

Fra le colline sempreverdi e il mare cristallino, nella parte collocata a Nord della Calabria esistono dei paesaggi davvero meravigliosi da vedere. Anche i luoghi di interesse da non perdersi assolutamente sono numerosi.Questo viaggio da intraprendere...
Europa

I Paesi europei con basso tasso di criminalità

La criminalità indica la presenza di persone o vere e proprie organizzazioni, che pongono in essere reati con una certa stabilità o che in genere non sono isolati ma commessi con coscienza e volontà diverse volte e per fini diversi. La criminalità...
Europa

Come organizzare un viaggio economico nei paesi baltici

Viaggiare è una delle esperienze più belle che si possano fare. Ovviamente per poter viaggiare dovremo essere in grado di organizzare la nostra vacanza in base alle nostre disponibilità economiche e per farlo dovremo conoscere una serie di informazioni...
Europa

Come aprire una società nei Paesi Bassi

I Paesi Bassi appartengono all'Unione Europea. Il livello di vita della popolazione è certamente fra i migliori in Europa el'economia è stabile. La politica degli investimenti aperta. Non sono pochi coloro che decidono di aprire una società nei Paesi...
Europa

I borghi e i paesi più pittoreschi d'Europa

In questa guida ci soffermeremo sulla descrizione di tre meravigliosi e pittoreschi borghi d'Europa. Se anche voi amate i viaggi e siete appassionati di cultura e piccoli paesi storici, state leggendo la guida adatta a voi. Proseguite nella lettura ed...
Europa

Come visitare la Cantabria e le Asturie

La regione delle Asturie e Cantabria è una lunga striscia stretta, lungo la costa settentrionale della Spagna. Il suo capoluogo è la deliziosa città di Oviedo; inoltre, ci sono spiagge stupende, piccole città costiere, la vivace città universitaria...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.