Consigli per le vacanze con il gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se soffrite troppo di nostalgia bisogna organizzare le vacanze con il gatto, tenendo conto delle sue necessità e del fatto che è essenzialmente un animale abitudinario. Proprio per questo bisogna cercare di non farlo soffrire troppo durante il viaggio. Ovviamente dovrete prepararvi per tempo. Per avere la certezza di uno stato di salute ottimale del vostro caro quattro zampe, la prima cosa da fare allora è un salto dal veterinario. A seconda della vostra destinazione, egli provvederà inoltre alle opportune vaccinazioni, elargendo sempre ottimi consigli. Non vanno dimenticati a casa il passaporto dell'animale se andrete all'estero, il suo libretto sanitario e un collarino con su scritto il vostro recapito. Insofferente a ogni limitazione della sua libertà, il gatto cercherà in tutti i modi di togliere il collarino, quindi vi andrà abituato per gradi.

26

Dove alloggiare

Non è semplicissimo trovare un albergo che accetti i gatti. Sono infatti piuttosto invisi agli albergatori per la deprecabile abitudine, come ben saprete, di limarsi le unghie usando le poltrone e i sofà a disposizione. In campeggio i gestori sono sicuramente più elastici, ma stare in mezzo a così tanta gente potrebbe finire per spaventarlo. Una buona soluzione è quella dell'appartamento in affitto, dove potrete mettere la sua copertina preferita e i giochini affinché si ambienti velocemente. Permettetegli prima di prendere familiarità con un ambiente ristretto, e poi lasciatelo circolare gradualmente nel resto della casa.

36

Come viaggiare in auto

Se sceglierete la macchina come mezzo di trasporto per raggiungere la vostra destinazione, i problemi riguarderanno soprattutto sete e il mal d'auto (manifestato attraverso paura, nausea, vomito e agitazione). Come immaginerete, va abituato sia a rimanere nel trasportino, sia a viaggiare in macchina, allungando gradualmente il percorso. In caso di necessità il veterinario provvederà a consigliarvi il farmaco migliore per ridurre il malessere dell'animale (sebbene in genere si tratti di un fattore psicologico). In merito ai lunghi viaggi dovrete fermarvi almeno ogni due ore, in modo da permettergli di fare i suoi bisogni e per farlo bere un po'. Ricordate però di non dargli del cibo, perché dopo potrebbe stare male.

Continua la lettura
46

Come viaggiare in aereo, in treno o in nave

Per fortuna in Italia i gatti possono viaggiare gratis dentro al trasportino, che dovrete tenere sulle gambe. Non fatevi commuovere, perché se lo farete uscire potrebbe approfittarne per scappare e allora sarebbero dolori. Ovviamente, dover stare rinchiuso per lunghe ore potrebbe creare tutta una serie di inconvenienti, non ultimo un lamentoso concerto che disturberà gli altri viaggiatori. Se viaggiate di notte, questo potrebbe implicare il dover riservare l'intero scompartimento. In nave e in aereo le regole sono stabilite dalle compagnie, per questo è meglio comprare i biglietti molto prima, informandosi e avvisando sempre della presenza del gatto. Volerà o insieme al proprietario in cabina, chiuso dentro un apposito trasportino omologato IATA, oppure nella stiva insieme agli altri animali. I posti però sono limitati, per questo occorre sempre giocare d'anticipo.

56

Come prevenire un colpo di calore

Come prima cosa, evitate lunghe esposizioni al sole o permanenze prolungate in auto. Per mantenere la giusta temperatura, il gatto ansima. Ciò provoca un aumento della sua frequenza cardiaca. In caso di un colpo di calore, vi suggerisco senza esitazione di rivolgervi a un veterinario. Non ricorrete al ghiaccio per rinfrescarlo: può provocare uno shock cardiocircolatorio. Meglio piuttosto servirsi di panni bagnati con dell'acqua fredda.

66

Come gestire gli inconvenienti della vita libera

Se la vostra meta è la campagna, ricordate che i veterinari locali sono abituati ad altri animali. Sperimentare la montagna o la campagna per un gatto d'appartamento sarà qualcosa di sconvolgente, e tutto si trasformerà in un'avventura, a cominciare dal rincorrere ogni insetto. In conseguenza di tutto questo scorrazzare nei prati, le graminacee selvatiche si attaccheranno inevitabilmente al pelo. Può anche accadere che si conficchino nella pelle, causando gonfiori. In più le conseguenze di questa iperattività potrebbero essere stanchezza, nausea e vomito. Se i sintomi perdureranno, dovrete necessariamente recarvi dal veterinario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

10 consigli per affrontare il rientro dalle vacanze

Ci siamo! Le vacanze stanno per finire, si rientra a casa! Quando le vacanze sono appena terminate è sempre un trauma tornare ad abbracciare la routine quotidiana. Ecco che inevitabilmente si entra in quel vortice di apatia che generalmente contraddistingue...
Consigli di Viaggio

5 consigli per rimanere felici al rientro dalle vacanze

Le vacanze, che siano quelle estive oppure quelle invernali, rappresentano un determinato periodo dell'anno in cui ci si allontana dalla routine quotidiana e dallo stress degli impegni di lavoro per rilassare il corpo e la mente. Molti decidono di trascorrere...
Consigli di Viaggio

10 consigli per godersi le vacanze

Quando la temperatura si alza di qualche grado si inizia a pensare alle, tanto desiderate, vacanze. Le vacanze rappresentano un periodo, breve o lungo, in cui staccare la spina e rilassarsi. Questo non significa dormire tutto il giorno sulla sdraio al...
Consigli di Viaggio

5 consigli per scegliere la casa delle vacanze

Arrivano le vacanze e con loro le meritate ferie. È arrivato il momento, per chi ne abbia la possibilità, di scegliere la casa perfetta per le vacanze. Come per ogni immobile, anche la scelta di una casa delle vacanze presuppone diversi aspetti che...
Consigli di Viaggio

Vacanze per vegani: consigli utili per organizzarle

Con frequenza regolare, sempre più persone optano per una dieta vegetariana o vegana. L'alimentazione cambia per problemi di salute, motivi etici o sociali. I vegani, però, attuano un cambiamento anche nello stile di vita. Eliminano drasticamente carne...
Consigli di Viaggio

5 consigli per prepararsi alle vacanze

Quando arriva l'estate o il momento delle agognate vacanze, tutti noi non vediamo l'ora di partire per le meritate ferie: a volte i ritmi di un anno di lavoro possono essere davvero massacranti e un po' di sano riposo non può far altro che bene, in qualsiasi...
Consigli di Viaggio

5 consigli per le vacanze esotiche

Mare cristallino, spiaggia fine e tanto sole. Cosa volere di più? Sembra il corredo perfetto della felicità, un viaggio in una terra esotica. Ma è una bellezza con i suoi lati oscuri. Oltre un lungo raggio di chilometri, andata e ritorno, nei bagagli...
Consigli di Viaggio

Consigli per le vacanze con il cane

In estate con l'avvicinarsi del periodo delle vacanze, se abbiamo un animale domestico ed in particolare un cane, ed intendiamo portarlo con noi, è importante non dimenticare nulla che lo riguardi, sia dal punto di vista dell'alimentazione che degli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.